Formula E | Jaguar a caccia di un altro podio all’ePrix del Messico

Dopo il buon weekend di Santiago

Jaguar è alla ricerca di un altro risultato positivo all'ePrix di Messico, teatro del prossimo appuntamento della Formula E.
Formula E | Jaguar a caccia di un altro podio all’ePrix del Messico

Dopo essersi portata a casa una pole position, un podio e un doppio arrivo a punti nell’ultimo appuntamento di Santiago, Panasonic Jaguar Racing è pronta a conquistare un altro risultato di spicco questo fine settimana nell’ePrix del Messico, teatro del quarto round della Formula E.

Jaguar cerca un altro podio in Messico

Mitch Evans e James Calado sembrano aver trovato la giusta sinergia, e in Messico potrebbero tentare addirittura di conquistare la vittoria. Importanti sono i cambiamenti del tracciato di Città del Messico, ben diverso dalle scorse edizioni. «Dopo aver conquistato la nostra prima pole position e il nostro primo podio stagionale a Santiago, ci dirigiamo verso Città del Messico con un certo slancio positivo», ha dichiarato James Barclay, Team Director di Jaguar Racing. «Finora, abbiamo dimostrato che la Jaguar I-Type 4 è competitiva. Il team sta lavorando duramente per continuare i progressi che abbiamo fatto e siamo concentrati nell’ottenere più punti e podi possibili. Mitch [Evans] è in ottima forma e James [Calado] è migliorato positivamente nelle sue prime tre gare. Il nuovo layout della pista è piuttosto diverso, quindi aggiungerà una prova in più a tutte le squadre e a tutti i piloti. Non vediamo l’ora di tornare in Messico e affrontare questa fida di fronte agli appassionati messicani».

Le parole dei piloti

«Santiago è stato un grande momento per la squadra, cogliendo la nostra prima pole e il relativo podio in questa stagione», ha detto Evans. «Indubbiamente c’è stata una certa delusione per il fatto che non siamo riusciti a sfruttare il nostro risultato in qualifica, ma questo ci ha resi molto più determinati». «Il mio obiettivo principale sarà quello di migliorare le mie qualifiche, permettendomi d’iniziare in una posizione migliore sulla griglia», ha concluso Calado.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati