WRC | Grandi manovre nell’universo Hyundai: Tanak e Sordo al Rallye Serras de Fafe, Breen torna nell’ERC, Paddon nei rally

Gli impegni dei piloti Hyundai, ufficiali e non

Hyundai Motorsport schiera Tanak e Sordo al Rallye Serras de Fafe in Portogallo per fare pratica su sterrato con la vettura. Intanto Breen ritorna nell'ERC e Paddon nella serie pacifica
WRC | Grandi manovre nell’universo Hyundai: Tanak e Sordo al Rallye Serras de Fafe, Breen torna nell’ERC, Paddon nei rally

Hyundai Motorsport non prende di certo sottogamba l’impegno nel campionato WRC, sfruttando ogni occasione utile per far macinare quanti chilometri in più rispetto alle gare del Mondiale ai suoi equipaggi, e fare in modo che possano ottenere progressi con la padronanza della vettura in ogni condizione.

Tanak e Sordo sugli sterrati portoghesi

Per fare giusto un esempio, Sébastien Loeb l’anno scorso fu spedito a fare pratica con la Hyundai i20 Coupé WRC sull’asfalto in eventi sfruttati a mo’ di test come il Rallye Vosges Grand Est o il nostrano Rally di Alba; nella stagione corrente il team principal Andrea Adamo ripete il copione (così come la tendenza a mescolare le carte nelle line-up ufficialmente schierate nelle prove del WRC, ma questa è un’altra storia) iscrivendo Dani Sordo ed Ott Tanak, con i rispettivi navigatori, al Rallye Serras de Fafe e Felgueiras del prossimo 27-29 febbraio.

L’evento portoghese valido come primo atto del campionato nazionale rally sarà su sterrato, occasione utile per far pratica con la i20 su questo fondo visto che larga parte del calendario del WRC 2020 è su terra (praticamente da dopo il Rally Svezia sino ad ottobre, quando si disputerà il Rally di Germania). Un escamotage per fare delle prove con la vettura in contesti competitivi fuori dai test ufficiali previsti (che vengono utilizzati perlopiù per smussare dettagli, soluzioni ed aggiornamenti tecnici delle auto), e per far sì che Sordo e Tanak affrontino gli sterrati simili a quelli del Rally di Portogallo che si correrà a fine maggio. In particolare per l’estone, reduce dal pazzesco volo con la vettura nell’esordio stagionale al Rallye di Monte Carlo, si tratterà del debutto su terra con la i20.

Breen con MRF Tyres nell’ERC 2020

Nel frattempo, Craig Breen (che tornerà nel WRC in occasione del prossimo Rally di Svezia, schierato da Adamo a sorpresa come terzo pilota al posto di Loeb) aggiunge un altro importante impegno al suo 2020: assieme al copilota Paul Nagle infatti tornerà nell’ERC con un programma completo, da realizzare sulla Hyundai i20 R5 preparata da BRC Racing Team e con il team indiano MRF Tyres. Breen, già vicecampione europeo rally nel 2015 prima di fare il salto di carriera nel WRC, avrà il compito di sviluppare i pneumatici forniti dalla squadra indiana dove aver già collaborato in questo senso nell’anno precedente.

«MRF Tyres ha una lunga e orgogliosa storia sia in India che nella zona Asia-Pacifico, nella quale ha conquistato nove titoli», ha spiegato il vicepresidente ed amministratore delegato di MRF Tyres Arun Mammen. «È il momento giusto per provare ad affermarsi anche nel FIA European Rally Championship. Sappiamo che sarà una sfida molto impegnativa correre contro gli avversari europei, ma siamo nei rally da tempo e speriamo di imparare e crescere ulteriormente».

Paddon nella serie Asia-Pacifico e Pacific Cup

Sempre a proposito dell’universo Hyundai, un pilota già facente parte del team sino al 2018 ed appiedato quest’anno (tanto è vero che ha dovuto ripiegare per l’inizio della stagione sul TCR New Zeland) tornerà a competere nei rally, sebbene ancora lontano dal tanto sospirato ritorno nel WRC: parliamo di Hayden Paddon, che per Hyundai New Zeland correrà con la i20 AP4 negli appuntamenti dei campionati rally della zona Asia-Pacifico e nella Pacific Cup, come già l’anno scorso. Assieme al kiwi saliranno sulla vettura anche i copiloti John Kennard e Samantha Grey, che si alterneranno lungo le varie gare. In un tweet Paddon ha elencato i round che lo vedranno impegnato da marzo sino a novembre, ma pare che possa rientrare anche nel WRC in occasione dell’evento di casa, il Rally di Nuova Zelanda del 3-6 settembre prossimi.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati