IMSA | Mazda conquista il podio a Daytona (con un pizzico di rammarico)

Pole position e 2° posto per Mazda

Mazda conquista finalmente il podio alla 24 Ore di Daytona, dopo essere partita in pole position con Oliver Jarvis, Tristan Nunez e Olivier Pla.
IMSA | Mazda conquista il podio a Daytona (con un pizzico di rammarico)

Finalmente la Mazda riesce a concludere la 24 Ore di Daytona e a conquistare un podio. Nel primo appuntamento dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, la RT24-P #77 del Team Joest e guidata da Oliver Jarvis, Tristan Nunez e Olivier Pla ha chiuso in seconda posizione, dopo aver lottato per la vittoria.

Il riassunto della gara di Mazda

Era stata la più veloce (ancora) nelle qualifiche, segnando anche il record nelle pre-qualifiche di qualche settimana fa. Se nelle ultime due edizioni erano arrivati dei KO per problemi tecnici, stavolta le Mazda sono state sempre in gara e dimostrando un ottimo passo anche sul lungo. In una 24 Ore che ha visto pochissime neutralizzazioni, la DPi #77 ha completato ben 833 giri e prendendo la bandiera a scacchi a un minuto scarso dalla Cadillac di Wayne Taylor Racing.  Un po’ di rammarico comunque, anche per via di una penalità ricevuta a metà gara e per le prestazioni dimostrate. Tutto in salita per l’equipaggio della #55 formato da Jonathan Bomarito, Ryan Hunter-Reay e Harry Tincknell, finiti a contatto con un’Acura del Team Penske e sesti sul finale, rallentati da un problema meccanico nelle ultime ore.

Le parole al termine della corsa

«È un grande giorno per noi finire sul podio a Daytona, portando entrambe le vetture verso la bandiera a scacchi», ha dichiarato Nelson Cosgrove, Direttore di Mazda Motorsports, al termine della 24 Ore di Daytona. «Uno dei nostri obiettivi di questa stagione è vincere una delle gare endurance e questo risultato dimostra che il lavoro svolto dal team durante l’inverno ha dato i suoi frutti. Nessuna squadra ha avuto una giornata perfetta, ma i nostri ragazzi sono stati pazienti e bravi a reagire alle avversità». «Questo risultato è un enorme passo avanti», ha detto Oliver Jarvis. «Abbiamo perso la vittoria, ma se consideriamo quanti progressi abbiamo fatto in due stagioni, quella di quest’anno è come se la fosse. L’affidabilità che abbiamo ora significa che possiamo lottare per il titolo».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati