IMSA | Daytona, 16esima ora: Wayne Taylor Racing al comando, BMW leader in GTLM

Lamborghini prima tra le GTD

Wayne Taylor Racing ha preso il comando della 24 Ore di Daytona. BMW continua a difendersi dalla Porsche in GTLM, mentre Lamborghini è leader in GTD.
IMSA | Daytona, 16esima ora: Wayne Taylor Racing al comando, BMW leader in GTLM

Si sono conclusi due terzi della 24 Ore di Daytona, primo round dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Wayne Taylor Racing è al comando con Renger van der Zande, inseguita da Mustang Sampling Racing con Sébastien Bourdais. BMW è al comando tra le GTLM, ma messa sottopressione da Porsche.

La situazione in DPi e LMP2

Si può dire che tra le DPi c’è stata una gara regolare e con poche sorprese, anche se vedere due Cadillac al comando non era quello che ci si aspettava dopo le qualifiche. L’auto di Wayne Taylor Racing, grazie anche a un velocissimo Kamui Kobayashi nella fase notturna, è salita al comando, facendo scendere al 2° posto il prototipo gemello del Mustang Sampling Racing che ora insegue con Bourdais al volante. Mazda è risalita al 3° posto con Tristan Nunez e precede Felipe Nasr su Action Express Racing, mentre l’altra giapponese di Jonathan Bomarito è fissa al 5° posto con un giro di ritardo. Indietro l’Acura #6 di Penske, sesta con Dane Cameron attualmente alla guida. Da ricordare che la #7 è ritornata in pista dopo il contatto alla Bus Stop con Harry Tincknell.

Situazione stabile anche in LMP2, con PR1 Mathiasen Motorsports saldamente leader con Gabriel Aubry. L’equipaggio della #52 ha fatto davvero la differenza, soprattutto contando su un gentleman driver di spessore come Ben Keating – diviso anche con le GTD, dove è in gara con una Mercedes. Colin Braun mantiene il 2° posto di DragonSpeed, mentre Ryan Lewis è 3° con Era Motorsports.

La situazione in GTLM e GTD

BMW continua a mantenere a sorpresa il 1° posto. Il costruttore tedesco era balzato al comando attorno alla decima ora e con Jesse Krohn sta lottando contro la Porsche di Laurens Vanthoor che insegue a meno di un secondo. Nick Tandy è 3° con la seconda 011 RSR – 19, mentre Corvette è quarta con l’unica superstite affidata ad Antonio Garcia. La Ferrari di Risi Competizione ha alzato il ritmo ma si trova ben lontana dal podio.

Continuano a mescolarsi le carte tra le GTD, ma è da diverse ore che la Lamborghini del Paul Miller Racing si trova al comando con Andrea Caldarelli; non una buona notizia per l’ex Mirko Bortolotti, ora in forza all’Audi del WRT Speedstar e 2° con quasi un minuto di distacco. Spencer Pumpelly è 3° con la Huracán GT3 Evo del GRT Magnus.

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati