WRC | Rallye Monte Carlo 2020, Sebastien Ogier conquista il primo shakedown di stagione [VIDEO]

I risultati del primo shakedown del WRC 2020

Sebastien Ogier svetta nel primo shakedown del WRC 2020, di scena al Rallye Monte Carlo. Il francese di Toyota è incalzato però dal rivale di Hyundai Neuville
WRC | Rallye Monte Carlo 2020, Sebastien Ogier conquista il primo shakedown di stagione [VIDEO]

Una nuova stagione si schiude per il campionato WRC 2020, ed il primo pilota a distinguersi per i suoi tempi è Sébastien Ogier. Il francese infatti conquista il primo shakedown di stagione, occasione del Rallye di Monte Carlo che apre l’annata del Mondiale Rally.

Buona la prima di Ogier con Toyota, ma Neuville lo insidia

Nel suo debutto come alfiere di Toyota Gazoo Racing e al suo ultimo campionato iridato in carriera, il francese dimostra di trovarsi a suo agio sugli asfalti praticamente asciutti di casa sua (lo shakedown da 3,35 km si correva infatti nella zona di Gap, che diede i natali al sei volte campione del mondo rally) e soprattutto con la Toyota Yaris WRC, messa a punto nei test invernali. Già al primo giro Ogier mette in fila i suoi avversari con il miglior tempo, fermando le lancette a 1:57.1, suo miglior crono nei tre passaggi svolti.

Una partenza a razzo che, se da una parte dimostra la tigna del campione transalpino che ha dovuto salutare i sogni di gloria lo scorso anno dopo una stagione deludente, dall’altro è pur sempre ancora presto per dire se sarà lui l’avversario da battere: siamo al primissimo shakedown del WRC 2020, deve passare la nottata come si suol dire. «Credo che quasi tutte le auto che iniziano il rally dovrebbero essere in grado di vincerlo, ma la chiave sarà gestire le condizioni per tutto il fine settimana», ha dichiarato una volta terminata la sua prova.

Da notare che il podio della prova generale del Rallye di Monte Carlo vede tre piloti racchiusi quasi nello stesso tempo, separata solo da pochi decimi l’uno dall’altro. Ad un solo decimo di secondo di ritardo da Ogier (realizzato nel primo giro su quattro realizzati) infatti troviamo Thierry Neuville, quattro volte vicecampione iridato con Hyundai Motorsport e, immaginiamo, sotto sotto deciso a far valere la sua leadership nel team rispetto al nuovo arrivato Ott Tanak, reduce dal suo primo titolo mondiale rally. Al terzo posto ecco un’altra leva di fresco ingaggio da parte di Toyota Gazoo Racing, ovvero Elfyn Evans, distante sei decimi di secondo dal compagno di squadra Ogier.

Il resto della top ten dello shakedown

Tanak, dicevamo: l’estone firma un tempo pari a 1:58.3 al secondo su quattro giri completati ed inizia la sua avventura con la Hyundai i20 Coupé WRC senza strafare, fermandosi a 1,1 secondi dal compagno di squadra Neuville e 1,2 da Ogier. Quinto posto per il miglior portacolori di M-Sport in classifica, ovvero Teemu Suninen, a 2,3 secondi di ritardo, seguito dal suo nuovo compagno di squadra Esapekka Lappi, distante tre decimi di secondo dal connazionale. Il finnico parte molto in sordina, ma almeno non avrà le stesse pressioni vissute l’anno scorso in Citroen.

Settimo posto nello shakedown del Monte Carlo per Kalle Rovanpera, che debutta su una vettura WRC Plus come membro ufficiale del team Toyota. Il giovanissimo pilota già campione nel WRC2 Pro 2019 firma un tempo pari a due minuti tondi, a 2,9 secondi di ritardo dal compagno di team Ogier e distanziando il terzo pilota M-Sport, Gus Greensmith, di due decimi. Nono posto per un Sébastien Loeb che non ha forzato troppo la mano, fermandosi con un ritardo di 3,3 secondi. Chiude la top ten il part time di Toyota, Takamoto Katsuta, con un tempo pari a 2:01.9.

I risultati dei piloti WRC2 e WRC3

Nel ripristinato WRC2 dei team ufficiali svetta la Citroen C3 R5 di Mads Ostberg, anche undicesimo assoluto, davanti ad una delle pedine mosse da M-Sport nella categoria, vale a dire Adrien Fourmaux, mentre è terzo tra le R5 Ole Christian Veiby alla sua prima uscita nello Hyundai Motorsport N, il team satellite della casa coreana che schiera nel WRC2 le i20. Quarto l’altro M-Sport, Rhys Yates, quinto Nikolay Gryazin, sulla Hyundai i20 R5 anch’egli.

Citroen bissa il miglior tempo anche nello shakedown del WRC3 dei privati, grazie alle prestazioni di Yoann Bonato, ma sono tutte le C3 R5 a conquistare la vetta della categoria nella prova di Gap: dietro al francese si piazzano infatti in successione Nicolas Ciamin e Pepe Lopez, tutti con lo stesso tempo di Bonato (2:07.7), mentre è quarto con un ritardo di 2 decimi di secondo Eric Camilli, altro pilota con la Citroen. Più attardato al quinto posto il nostro Umberto Scandola, sulla i20 R5 dello Hyundai Rally Team Italia, mentre è settimo Andrea Nucita a bordo della stessa vettura.

Domani comincia ufficialmente la gara del primo appuntamento stagionale del WRC 2020: il Rallye di Monte Carlo aprirà le danze in serata con le prime due prove speciali. I dettagli con gli orari li potete trovare qui.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati