Dakar | Sainz controlla nella Tappa 11, Al Attiyah e Peterhansel lottano per il secondo posto finale

Situazione quasi definita per le Auto

Stephane Peterhansel vince Tappa 11 della ed insidia il secondo posto di Al Attiyah nella generale dietro ad un solido leader Carlos Sainz. I risultati inoltre dei SSV e Camion
Dakar | Sainz controlla nella Tappa 11, Al Attiyah e Peterhansel lottano per il secondo posto finale

Stéphane Peterhansel ci ha preso gusto, e nella Tappa 11 della Dakar 2020 si prende la sua quarta vittoria in questa edizione. Edizione che però, sul fronte Auto, sembra ormai ad un passo dall’essere già decisa ad una sola giornata dalla fine.

Dakar 2020, Tappa 11: Peterhansel vince, Al Attiyah insegue, Sainz controlla

Procediamo con ordine: il francese a bordo del buggy Mini per il team X-Raid approfitta della sua posizione strategica di partenza (il decimo posto) per portarsi al primo già dopo meno di 60 km della Shubaytah – Haradh, nella zona dello sconfinato deserto del Rub’ al Khali (valida come seconda parte della Marathon Stage, quindi senza assistenza a fine gara nel bivacco chiuso, dopo la tappa di ieri neutralizzata anzitempo). Peterhansel vola mantenendo il primato sino alla fine, mentre dietro di lui si accende la bagarre con uno scatenato Nasser Al-Attiyah che, capita l’antifona, spinge i motori del suo Toyota Hilux a tutta forza e si piazza alle calcagna di Monsieur Dakar. Il quatariota perde al massimo due minuti (al chilometro 162) da Peterhansel e giunge al traguardo a soli dieci secondi di ritardo dal vincitore.

Carlos Sainz, altro membro del ristretto club dei veterani in lotta per il podio finale, si è concesso una giornata un filino più rilassata del solito: pur non tirando i remi in barca si è limitato a controllare i due in testa, chiudendo terzo a 08′ 03” da Peterhansel. Poco male: lo spagnolo resta sempre leader della Dakar con 10′ 17” su Al-Attiyah e 10′ 23” sul francese tredici volte vincitore della corsa. Come si può intuire, Sainz dovrà limitarsi domani ad un’altra giornata senza errori, senza strafare e in pieno controllo per conquistare il terzo successo della sua carriera alla Dakar, mentre i suoi due diretti avversarsi dovranno battagliarsi il secondo posto, come ha ammesso a fine tappa odierna Al-Attiyah. Il qatariota sul Toyota Hilux ha anche aggiunto un certo rammarico per gli errori nella navigazione commessi nella giornata di ieri, cosa che lo costringe a dover difendere la propria piazza d’onore dal rivale francese sulla Mini.

Dakar 2020, Tappa 11: Alonso torna in top ten

La Dakar 2020 per le Auto è insomma tutta qui, con il resto degli avversari che faranno da spettatori: Bernhard Ten Brinke è quarto al traguardo, seguito da Jakub Przygoński, Giniel De Villiers e Yazeed Al Rajhi, che conserva il suo quarto posto nella generale con un buon margine ed è prossimo a laurearsi definitivamente il migliore dei piloti privati in gara quest’anno.

Ottavo nella Tappa 11 Fernando Alonso, ripresosi dopo l’errore che gli è costato un ribaltamento con il suo Hilux sulle dune ieri e che chiude oggi invece a 16′ 25”. La top ten si chiude con Wei Han, ancora una volta tra i primi dieci, e Mathieu Serradori.

Dakar 2020, Tappa 11: i risultati dei Side by Side e Camion

Visto che ci ci siamo, diamo uno sguardo a cosa è successo oggi nelle categorie dei Side by Side e Camion: nella prima Francisco Chaleco Lopez si aggiudica la vittoria su Aron Domzala con un vantaggio di 10′ 53”, prendendosi così una bella rivincita dopo la foratura che nella tappa di ieri lo aveva attardato e non poco. Mitchell Guthrie, autore di prestazioni molto convincenti nei giorni scorsi, si arrende alla sfortuna per un guasto meccanico al suo OT3 all’altezza del chilometro km 171. Casey Currie invece continua a mantenere la propria leadership chiudendo settimo a 17′ 26” ed allungando il passo verso la vittoria finale nei SSV, visto che nella generale resta primo con un vantaggio di 45′ 33” su Sergei Kariakin (sesto al traguardo).

Infine nei Camion Andrey Karginov dei Kamaz dilaga con il suo sesto successo in questa edizione della Dakar; ma i mezzi russi sono così inarrestabili che ben quattro di essi si piazzano nelle altrettante prime posizioni della top ten di Tappa 11, visto che Karginov è seguito dai compagni di squadra Dmitry Sotnikov, Anton Shibalov ed il campione uscente Eduard Nikolayev, pronto a cedere il testimone al connazionale che nella generale ha quasi quaranta minuti di vantaggio su Shibalov e quasi due ore sul rivale di Maz Siarhei Viazovich. Nota di colore odierna: auguri al neo papà Martin Macik, il ceco in gara sull’Iveco per Big Shock Racing (attualmente quinto nella generale), la cui figlia è nata alle due di stanotte.


Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati