Dakar | Tappa 5, Auto: Sainz vince ed è sempre più duello con Al Attiyah

Sainz sempre leader della Dakar 2020

Carlos Sainz conquista Tappa 5 della Dakar 2020 e prova la fuga nella generale assieme a Nasser Al Attiyah. Alonso centra la top ten di giornata
Dakar | Tappa 5, Auto: Sainz vince ed è sempre più duello con Al Attiyah

Mini ed anche il team X-Raid fanno tremendamente sul serio, considerando l’andamento di un terzo della Dakar 2020. Carlos Sainz infatti conquista la sua seconda vittoria quest’anno nel rally raid in Arabia Saudita, firmando il terzo successo del connubio tra la squadra e il marchio britannico ed il quarto per la stessa Mini.

Dakar 2020: Tappa 5: il podio di giornata nelle Auto

Il due volte vincitore della Dakar infatti vince nella Tappa 5, 353 km di gara da Al-`Ula – Ha’il in direzione centrorientale, con una rimonta continua sino al chilometro 250, dove ha presto le redini della frazione odierna. Sainz firma il successo con 02′ 56” su un Nasser Al-Attiyah sempre in formissima, come dimostra il distacco dallo spagnolo ed il fatto che il campione uscente della Dakar avesse condotto il suo Toyota Hilux in testa nel waypoint del chilometro 152. Si piazza al terzo posto invece un’altra pedina Mini X-Raid, ovvero Stéphane Peterhansel. Reduce dal ritorno alla vittoria nella tappa precedente, Mr. Dakar ha dovuto lottare con una gomma a terra nelle prime fasi di gara odierna, per poi mantenersi dal chilometro 250 sempre con un ritardo sui sei minuti da Sainz: gap che conserva poi al traguardo.

Dakar 2020 Tappa 5: i piazzamenti della giornata. Alonso entra in top ten

Fuori dal podio di giornata Yazeed Al Rajhi, che conferma un’altra quarto posto (a otto minuti e mezzo) dopo quello di ieri: il pilota di casa non riesce a tenere il ritmo degli avversari in forze ai team ufficiali, ma comunque sta dimostrando di avere una certa consistency in questi primi giorni della Dakar 2020. Quinta posizione per Orlando Terranova, che si riscatta dopo la gara opaca di ieri, seguito poi da Giniel De Villiers.

Avevamo parlato di giornate pari e giornate dispari per Fernando Alonso: ebbene, dopo una Tappa 4 non esaltante ed estenuante anche per via delle forature, che era seguita ad una frazione precedente in cui era invece entrato tra i migliori cinque al traguardo, lo spagnolo navigato da Marc Coma centra un buon settimo posto, a quasi dodici minuti e mezzo dal connazionale Sainz. Dietro Alonso si posiziona il pilota di casa Yasir Seaidan, autore di una buona gara tanto dal ritrovarsi a meno di un minuto da Al-Attiyah nella prima metà della tappa odierna, e un sempre presente Mathieu Serradori, decimo.

Dakar 2020: il punto sulla classifica generale dopo la Tappa 5

Nella generale si rinforza la leadership di Sainz, con sei minuti (05’59”, ad essere precisi) su Al-Attiyah: stando a quanto visto in queste cinque giornate della Dakar, si sta delineando un duello tra Mini e Toyota con protagonisti questi due piloti. Entrambi dati per favoriti alla vigilia dell’edizione di quest’anno, entrambi già alle prove di una fuga in classifica, con il qatariota che paga però qualche difficoltà tecnica nelle prime fasi della Dakar 2020 (come le forature subite), oltre ad una penalità inflittagli nei giorni scorsi di tre minuti, ma che dimostra di essere sempre un protagonista di questo rally raid, alla pari del suo rivale iberico.

Si ferma al momento al terzo posto della generale Peterhansel, con un distacco più elevato: circa dodici minuti da Al-Attiyah e 17′ 53” da Sainz. Dal quarto in poi i ritardi salgono oltre la mezz’ora, a dimostrare il fatto che, salvo colpi di scena ed almeno per ora, il resto della truppa deve accontentarsi di fare da spettatrice alla lotta per il podio finale, fuori dal quale si ferma Al-Rajhi, migliore dei piloti privati e che continua a mantenere il suo quarto posto, seguito da Terranova che chiude la top 5.

Sesto posto per un saldo e costante Serradori, con 44′ 44” di ritardo, settimo per De Villiers (46′ 26”), ottavo l’altro Toyota ufficiale Ten Brinke, che inaugura i distacchi superiori ad un’ora. Alonso continua la sua ascesa nella generale salendo al 18esimo posto, con tre ore di ritardo (ovviamente la sua priorità sarà quella di finire la Dakar e magari conquistare una tappa per galvanizzare il suo orgoglio di sportivo).

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati