FIA F3 | Peroni pronto a tornare dopo l’incidente di Monza

In pieno recupero

Alex Peroni ha recuperato totalmente dalle lesioni nel terribile volo di Monza avvenuto lo scorso anno in Formula 3.
FIA F3 | Peroni pronto a tornare dopo l’incidente di Monza

Dopo essere rimasto fermo a causa dello spettacolare ma terribile incidente di Monza dello scorso anno, Alex Peroni ha dichiarato che si sta preparando per tornare in Formula 3. Il pilota australiano aveva riscontrato la frattura della sesta vertebra.

Peroni ha tolto il tutore qualche settimana fa

Peroni stava disputando la sua prima stagione nella F.3 nel 2019 e, fino alla tappa brianzola, aveva nel bottino solamente cinque punti. Il 20enne originario di Hobart era volato sopra un dissuasore posto all’esterno della Parabolica in Gara 2, volando contro le recinzioni a lato del tracciato. Con il ricordo ancora vivo della tragica fatalità di Anthoine Hubert, Peroni se l’è invece cavata con uno stop forzato di tre mesi con il tutore, saltando quindi il gran finale di Sochi e il Gran Premio di Macao, venendo sostituito in Russia da David Schumacher. «Stiamo discutendo con alcune squadre», ha dichiarato Peroni ad Auto Action. «Ora siamo molto vicini all’accordo, ma non siamo sicuri di quando verrà annunciato. Per ora sta andando bene e nel 2020 sarò sulla griglia. Fondamentalmente la guarigione è stata completata, la parte più difficile è stata il primo mese. Dopo è stato solo un duro lavoro, abituandomi al tutore e provando a fare esercizi. Me lo sono tolto qualche settimana fa e ora mi sto allenando di nuovo in vista della stagione».

Campos o MP Motorsport per Peroni

Ci sono quasi tutti i posti disponibili in Formula 3, eccezion fatta per ART Grand Prix – che oggi ha annunciato Sebastián Fernández, che raggiunge Théo Pourchaire e Aleksandr Smolyar – e Prema, che ha un solo sedile libero. Potrebbe arrivare di nuovo la chiamata di Campos per Peroni, anche se MP Motorsport potrebbe avere la precedenza visto il rapporto avuto nell’Eurocup Formula Renault nel 2018.

Leggi altri articoli in Formula 3

Commenti chiusi

Articoli correlati