Prosegue la dinastia McRae nei rally: il giovane Max al McRae Rally Challenge 2020

Max McRae sulle orme di zio Colin?

Max McRae, nipote di Colin e figlio di Alister, corre attualmente sulle piste, ma debutterà nei rally al prossimo McRae Rally Challenge che si svolgerà nel 2020
Prosegue la dinastia McRae nei rally: il giovane Max al McRae Rally Challenge 2020

L’eredità di uno dei più leggendari ed indimenticati piloti rally potrebbe proseguire seguendo la linea famigliare: Max McRae si appresta infatti a debuttare nella disciplina rallistica al prossimo McRae Rally Challenge che si terrà in Scozia il prossimo autunno.

Le generazioni dei McRae all’evento celebrativo del titolo WRC di Colin

Parliamo dell’evento che celebrerà sul circuito di Knockhill il venticinquennale del titolo iridato nel WRC conquistato da Colin McRae, zio di Max, nel 1995. Il nipote è al momento l’ultimo rappresentante di una dinastia di piloti che non conta solo il compianto ed amatissimo Colin, ma anche Jimmy (nella foto di copertina con Max), padre del campione del Mondo e nonno del quindicenne prossimo al debutto rallistico nel 2020 e già cinque volte campione britannico rally, ed Alister, a sua volta fratello di Colin e padre di Max, e che vanta il titolo nazionale 1995.

Nella zona di Fife, dal 2 al 4 ottobre, queste generazioni celebreranno il ricordo del campione scozzese e si ritroveranno insieme per la prima volta in pista per la gara che si svolgerà sul circuito di Knockhill. Il giovane Max – quindici anni di età – sino ad ora ha disputato gare di karting ottenendo non pochi riconoscimenti, e si appresta quindi ad affrontare le competizioni a bordo di una monoposto: lo ritroveremo infatti nella Formula 1000, serie dell’Australia Occidentale, Paese dove ha vissuto per lungo tempo il padre Alister e dove domicilia perciò la famiglia di Max.

Max McRae dalla pista ai rally?

Tuttavia, le monoposto potrebbero essere una parentesi, un modo per farsi le ossa per il ragazzo che aspira a proseguire sulle orme degli uomini di casa McRae, ovvero nei rally. Difficilmente guiderà una Subaru Impreza WRC che rievoca quella vittoriosa dello zio all’evento in Scozia di ottobre: Alister McRae, felice di ritrovarsi nell’evento celebrativo del prossimo assieme al padre e al suo rampollo, ha sottolineato come nessuno della loro famiglia voglia che il ragazzo bruci troppo le tappe. «Max avrà 16 anni ad ottobre, quindi vedremo cosa si potrà fare, se non riusciamo a farlo salire su una vettura Junior, quelle da un litro e qualcosa. Ma non vogliamo che salga su qualche vettura più veloce, non si sa mai faccia sfigurare il nonno», scherza Alister.

Max McRae al momento resta comunque focalizzato sulla Formula 1000, nonostante abbia potuto provare quest’anno le vetture rally dello zio, la Subaru Legacy e la Impreza WRC 97, nei test della Walters Arena del Rally del Galles. «Ho ricevuto una grande opportunità con la Formula 1000 quest’anno. Guidare vetture come la Radical SR3 RS nel processo di selezione [del Arise Racing Driver Search, format che mette in palio ai giovani kartisti la possibilità di svolgere una stagione, completamente coperta nei costi, della Formula 1000: ovviamente Max McRae ha vinto la selezione, ndr] è stata una grande esperienza per me. Ancora non riesco a credere di aver vinto, onestamente. Sono molto eccitato per la stagione che sta per iniziare e per la chance che avrò di passare dai kart alle vetture da pista», sostiene il giovane pilota.

Tuttavia puntualizza: «Allo stesso tempo, il rally è ugualmente importante per me. Ho avuto l’opportunità di guidare in Galles alcune delle vetture che mio padre e zio Colin hanno guidato nella loro carriera, cosa che è stata fantastica».

Crediti Immagine di Copertina: Alister McRae Motorsport

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati