WEC | 8 Ore del Bahrain 2019: anteprima e orari del weekend

Ultimo round del 2019

Il FIA World Endurance Championship correrà l'ultimo gara prima della sosta invernale a Sakhir per la 8 Ore del Bahrain.
WEC | 8 Ore del Bahrain 2019: anteprima e orari del weekend

Torna il FIA World Endurance Championship con il quarto appuntamento stagionale. Dopo Silverstone, Fuji e Shanghai, il paddock si sposta a Sakhir per la 8 Ore del Bahrain. Toyota, prima in classifica, rimane ancora pesantemente penalizzata: sarà ancora l’occasione di Rebellion per vincere?

Programma ed orari

Giovedì 12 dicembre
12.00 – Prove libere 1 (90 minuti)
16.30 – Probe libere 2 (90 minuti)

Venerdì 13 dicembre
09.
15Prove libere 3 (60 minuti)
14.40 – Qualifiche LMGTE Pro & Am (20 minuti)
15.10 – Qualifiche LMP2 e LMP2 (20 minuti)

Sabato 14 dicembre
13.00 – Gara (8 ore)

Gli orari sono riferiti a quelli italiani (GMT+1). Le ultime due ore di gara saranno visibili in diretta su Sportitalia e su Eurosport.

Anteprima del weekend

La FIA ha penalizzato ancor di più le due Toyota, al momento prima e seconda nella graduatoria, e difficilmente vedremo un loro successo, soprattutto dopo quanto visto in Cina. Rebellion – che ha appena annunciato la partnership con Peugeot – potrà dunque puntare alla vittoria e ridurre il gap in classifica. Per quanto riguarda Ginetta difficilmente la vedremo al vertice, ma un podio è comunque possibile se tutto va per il verso giusto. Ampia lotta invece in LMP2: Racing Team Nederland continua a guidare la classifica con 51 punti sebbene abbia terminato quinta a Shanghai, ma attenzione a Jackie Chan DC Racing che si trova solamente a -2 e ha maggior esperienza. Più staccata la Signatech Alpin, così come Cool Racing e Jota Sport che hanno vinto le ultime due corse ma con uno zero sulla tabella di marcia che pesa non poco. Cetilar Racing continua il difficile approccio al Mondiale: vedremo se riusciranno a far girare l’ago della bilancia.

Porsche continua il dominio tra le LMGTE Pro grazie a due secondi posti e una vittoria di Michael Christensen e Kévin Estre (con Gianmaria Bruni e Richard Lietz secondi), ma devono ringraziare la sfortuna che ha colpito Ferrari in Gran Bretagna e la pesante squalifica subita in Cina. Per AF Corse pesano non poco, anche perché Aston Martin è terza e quarta con entrambi gli equipaggi. Intanto, TF Sport è passata al comando delle Am proprio a Shanghai con il secondo successo stagionale, relegando la Ferrari di AF Corse dietro alla sua Aston Martin.

FIA World Endurance Championship 2019 – 8 Hours of Bahrain: entry list e spotter guide

Vota questo articolo
Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati