WRC | Ogier conferma: con Toyota si chiuderà la sua carriera nel 2020

La puntualizzazione di Ogier

Sebastien Ogier, pur avendo firmato con un nuovo team, non cambia idea sul suo ritiro. Inoltre il neopilota Toyota parla del cambia di casacca di Ott Tanak
WRC | Ogier conferma: con Toyota si chiuderà la sua carriera nel 2020

Sébastien Ogier si sta scaldando in vista della discesa in campo nel WRC 2020 come pilota di Toyota Gazoo Racing, quarta scuderia della sua carriera nei rally mondiali ormai prossima alla chiusura. E proprio su questo punto il pilota sei volte campione del Mondo ha voluto ancora una volta fare una precisazione.

Intervista da Autosport, il francese di Gap (impegnato nel weekend con i test sulla Yaris WRC, qui il video) ha assicurato che la prossima stagione per lui sarà l’ultima. Chiuso malamente il suo rapporto con Citroen, al quale era legato da un biennale sino al 2020, e causando – così pare, ma non si è mai capito se la casa madre avesse già deciso di sbaraccare a prescindere dalle decisioni di Ogier – l’addio del team dal Mondiale Rally, il transalpino si prepara all’ultimo capitolo della sua carriera con Toyota. Ed ecco quindi che arriva la puntualizzazione: «Si tratta di un contratto di un anno, i miei piani [ovvero il ritiro annunciato questa estate, durante il Rally di Finlandia, ndr] non cambiano».

Ogier commenta la separazione tra Tanak e Toyota

Ovviamente l’obiettivo per Ogier sarà quello di ottenere il settimo titolo iridato, vendicare il terzo posto del 2019 e conquistare il successo nel WRC con la terza scuderia diversa nella sua carriera. Ma il francese non lo ammette direttamente, preferendo nascondere le carte. «Naturalmente, mi piacerebbe vincere ancora un ultimo titolo, soprattutto con un terzo marchio diverso, ma non è proprio quello che ho in mente quando inizio la stagione», spiega, pur riconoscendo che quando entra in gioco lo fa per primeggiare da «combattente e vincente» quale è. Aggiunge poi con una certa dose di understatement: «Non sto pensando che questa sia l’ultima possibilità o qualcosa del genere. Ho avuto una carriera già straordinaria di suo e tutto ciò che potrei aggiungere sarebbe fantastico».

La sua vicenda si è incrociata nel mercato piloti con quella di Ott Tanak, che ha ceduto alla corte di Hyundai Motorsport non rinnovando con Toyota per il prossimo anno. Secondo Ogier questo è stato effettivamente un colpo di scena, ma l’estone tutto sommato deve procede con la propria carriera, sostiene il francese. «Ho avuto modo di scambiare qualche parola con Ott – continua ai microfoni di Autosport – e come tutti siamo rimasti un po’ sorpresi nel vederlo lasciare il team in cui ha vinto il suo primo titolo mondiale. Ma, a conti fatti […] uno deve crearsi la propria esperienza».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati