IndyCar | Carpenter annuncia VeeKay, addio ipotesi Hulkenberg

Prende il posto di Pigot

Rinus VeeKay entra ufficialmente in IndyCar Series con Ed Carpenter Racing e sfuma l'ipotesi Nico Hulkenberg.
IndyCar | Carpenter annuncia VeeKay, addio ipotesi Hulkenberg

La Ed Carpenter Racing ha scelto il sostituito di Spencer Pigot: Rinus VeeKay correrà con la monoposto #19 motorizzata Chevrolet della squadra dell’ex pilota statunitense nella prossima stagione dell’IndyCar Series. Si chiudono invece le porte per Nico Hülkenberg.

VeeKay porta una buona dose di sponsor

Il vicecampione della Indy Lights, che ha colto ben sei vittorie su diciotto gare con Juncos Racing quest’anno, ha portato con sé una buona dose di sponsor importanti, assicurandosi il posto che prima apparteneva a Pigot dopo tre anni e mezzo di collaborazione. «Ho seguito il percorso di Rinus nella Road to Indy, in particolar modo negli ultimi due anni», ha dichiarato Carpenter. «Per me era chiaro che meritava un posto in IndyCar. Dopo i primi test a Portland la scorsa stagione, questa sensazione è diventata ancor più evidente. Il suo ritmo, il feedback e il comportamento all’interno dell’abitacolo sono stati davvero impressionanti per un pilota così giovane». «Vorrei ringraziare Ed Carpenter e i suoi partner per questa grande opportunità», ha detto VeeKay. «Il numero di posti disponibili in IndyCar è molto limitato, quindi è un onore che mi abbiano scelto. Non vedo l’ora che inizi la stagione».

Niente da fare per Hulkenberg

Come ha poi rivelato lo stesso Carpenter a Motorsport.com, non è stato considerato Hülkenberg: «Con Spencer è stato duro chiudere perché ha fatto parte della nostra famiglia per tre anni e mezzo, per cui la scelta ci ha dato molti pensieri. A volte però bisogna prenderne di questo tipo, anche se non sono piacevoli Per il resto, io continuerò a guidare l’auto #20 negli ovali, alla faccia di chi dice che mi dovevo ritirare. Annunceremo gli altri piloti a breve, ma fra questi non ci sarà Nico Hülkenberg. Sono speculazioni che non possiamo controllare e quello che mi secca è che nessuno ci ha chiesto nulla in merito! Ho parlato con lui un paio di volte e mi è sembrato intrigato dalla possibilità di correre in IndyCar, ma non credo ora. Spera di tornare in F1 nel 2021».

Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati