CIR

CIR | Tuscan Rewind 2019: anteprima ed orari [AGGIORNAMENTO]

Guida al Tuscan Rewind, valido anche per il CIRT

Scopriamo il programma ed il percorso del Tuscan Rewind 2019, ultimo atto sia del Campionato Italiano Rally che di quello Terra
CIR | Tuscan Rewind 2019: anteprima ed orari [AGGIORNAMENTO]

AGGIORNAMENTO 22/10: Piccola modifica negli orari delle prove speciali del Tuscan Rewind 2019 previste domani, sabato 23 novembre. Per «agevolare i concorrenti nelle operazioni di uscita dal parco assistenza e di refuelling», come si legge nella Circolare Informativa n.3 diramata oggi, i tempi di tutti i settori a partire dal controllo dell’orario di uscita dal parco assistenza sino al controllo orario successivo saranno allungati di cinque minuti in più.

Ciò significa che l’orario di partenza prove speciali di sabato sarà spostato in avanti generalmente di cinque minuti, rispetto all’orario inizialmente previsto. Alla fine dell’articolo trovate i nuovi orari della seconda giornata del Tuscan Rewind 2019.


Giunge al termine la stagione 2019 del Campionato Italiano Rally, che fa tappa in uno degli appuntamenti novità di quest’anno, ovvero il Tuscan Rewind.

Tuscan Rewind: validità e cenni storici

Concentrato nella zona di Montalcino, l’evento su sterrato giunto alla sua decima edizione deciderà dal 22 al 23 novembre le sorti del Tricolore, assegnando in particolare l’atteso scudetto tra i piloti, oltre a decretare la casa costruttrice campionessa italiana ma non solo: il Tuscan Rewind è valido anche come ultimo round del Campionato Italiano Rally Terra, che ha già laureato il suo vincitore con una gara di anticipo, ed inoltre si gareggerà per l’atto finale del Trofeo Terra Rally Storici e sarà prevista anche una competizione di Regolarità Sport.

Una gara, quella organizzata da Eventstyle, dalla storia giovane, cominciata nel 2010 come rally revival e poi cresciuta sino ad approdare per la prima volta quest’anno nel massimo campionato nazionale delle vetture rally moderne. Il Tuscan Rewind si distingue per i suoi paesaggi da cartolina sulle strade bianche senesi, già teatro anni fa di alcune prove speciali del Rally Sanremo: dal 1979 al 1996 infatti la Toscana rappresentava la parte di programma da disputare su sterrato, mentre in Liguria si correva sugli asfalti.

Tuscan Rewind 2019: il programma

Oggi si sono chiuse le iscrizioni, perciò nei prossimi giorni daremo uno sguardo alle start list sia del CIR che del CIRT; intanto vediamo di approfondire un percorso che conta in tutto otto prove speciali per 120,96 km di gara. In particolare si comincia venerdì 22 novembre da Buonconvento, graziosa e ridente cittadina in provincia di Siena dove ha sede il parco assistenza; nella Località Piana che si trova nei dintorni si disputerà lo shakedown che riguarderà nel primo turno i piloti prioritari e quelli in gara nei Tricolori maggiori.

Nel pomeriggio la partenza alle ore 12:30 da Piazza del Popolo a Montalcino, a cui seguirà la prima prova speciale, la spettacolo San Giovanni d’Asso da 2,60 km, ottimizzata per le riprese televisive e per gli spettatori. Il giorno dopo si riparte nella zona di Pieve a Pava per finire a Lucignano d’Asso con la Pieve a Salti (11,19 km), che rappresenta uno dei classici dei rally italiani essendo già presente nelle edizioni del Sanremo di trent’anni fa. La PS2 si caratterizza anche per un tratto in asfalto, all’altezza dell’inversione netta sulla Strada Provinciale Traversa Dei Monti.

La mattinata procede poi con la Torrenieri – Badia – Castiglion del Bosco, la più lunga del Tuscan Rewind con i suoi 27,20 km. Anche questa è una prova speciale che ha fatto la storia del Rally Sanremo quando fece parte del WRC ed era nota come Castelgiocondo (fino al 1998). La PS unisce tre diversi tratti partendo dalla Torrenieri verso Badia, con alcuni allunghi per poi affrontare i tornanti con i cipressi sullo sfondo che conducono a Castiglion del Bosco, nella tenuta omonima.

Il giro mattutino si chiude con La Sesta, una prova breve (7,18 km) ma dalle medie veloci. Molto amata da Miki Biasion, la speciale parte da un falsopiano in discesa verso la vallata dell’Orcia. Piccolo strappo dopo due chilometri e poi si scollina ancora fino alla salita finale quando mancherà circa un chilometro al traguardo, tra curve a strette e tratti sui ponti, tra cui quello del Mulinello con la sua staccata che richiederà molta abilità tecnica da parte dei piloti.

Nel pomeriggio si ripeteranno le tre prove speciali, il cui giro poi culminerà con la terza volta della Torrenieri-Badia-Castiglion del Bosco valida come ultima PS del Tuscan Rewind. Arrivo alle ore 16 in punto in Piazza del Popolo a Montalcino, con la cerimonia del podio che chiuderà il CIR ed il CIRT 2019.

Tuscan Rewind 2019: percorso ed orari

-Venerdì 22 Novembre

08:00 – 10:30 – Shakedown per piloti prioritari iscritti al CIR e CIRT (Loc. Piana) 2,94 km
10:30 – 12:30 – Shakedown per tutti gli altri piloti (Loc. Piana) 2,94 km 14:30 – Cerimonia di Partenza (Montalcino – Piazza del Popolo)
15:12 – SSS 1 San Giovanni D’Asso 2,05 km
15:42 – Service A (Buonconvento)

-Sabato 23 Novembre

07:06 – Service B (Buonconvento)
07:39 – SS 2 Pieve a Salti 1 11,19 km
08:11 – SS 3 Torrenieri – Castiglion del Bosco 1 27,39 km
08:57 – SS 4 La Sesta 1 7,18 km
10:15 – Service C (Buonconvento)
11:03 – SS 5 Pieve a Salti 2 11,19 km
11:35 – SS 6 Torrenieri – Castiglion del Bosco 2 27,39 km
12:21 – SS 7 La Sesta 2 7,18 km
14:33 – Service D (Buonconvento)
15:26 – SS 8 Torrenieri – Castiglion del Bosco 3 27,39 km
16:10 – Service E (Buonconvento)

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati