WRC | Indiscrezioni su Elfyn Evans in Toyota dal 2020: il retroscena

Evans ingaggiato da Toyota?

Dopo aver perso Ott Tanak, passato a Hyundai, Toyota Gazoo Racing si riorganizza puntando su nuovi piloti da inserire in squadra: Elfyn Evans potrebbe essere uno di questi
WRC | Indiscrezioni su Elfyn Evans in Toyota dal 2020: il retroscena

Il colpo del mercato piloti rally di questa stagione, ovvero l’ingaggio di Ott Tanak da parte di Hyundai Motorsport, sta provocando delle scosse telluriche nel panorama dei team impegnati nel WRC.

Toyota Gazoo Racing e la line-up da rifondare

Chi ci ha rimesso, al momento, è Toyota Gazoo Racing, la cui carrozza rischia di trasformarsi in zucca: forte di una squadra capace nelle ultime due stagioni di conquistare il titolo costruttori nel Mondiale Rally e quello piloti con, appunto, Tanak, dopo i saluti dell’estone che ha firmato un biennale con la concorrenza si è ritrovata con il cerino in mano. Dei tre piloti impegnati nel WRC 2019 solo uno potrebbe – il condizionale è d’obbligo – avere la certezza del rinnovo (parliamo di Kris Meeke, tornato recentemente nelle grazie del team principal Tommi Mäkinen dopo una serie di gare quest’anno sbagliate dal britannico), mentre Jari-Matti Latvala sembra sempre più ai margini di Toyota (e forse del Mondiale Rally). Poi è arrivata la doccia fredda di Tanak, ed il resto è storia.

L’incertezza sul futuro dell’estone aveva negli ultimi mesi bloccato il mercato piloti, ma ora che il neocampione WRC 2019 ha definitivamente sciolto la riserva la situazione si è sbloccata, dando il via al valzer dei protagonisti del Mondiale, tra chi entra e chi esce. Al momento, Toyota Gazoo Racing deve far fronte ad una piccola emergenza nel suo organico, e sembra cadere a fagiolo l’indiscrezione su una recente incursione di Elfyn Evans nel quartier generale in Finlandia del team a corto improvvisamente di piloti.

Elfyn Evans in Finlandia da Toyota: ingaggio in vista?

Come riporta l’edizione online di AutoSport, l’attuale alfiere di M-Sport Ford pare abbia fatto visita nella scorsa settimana nella sede di Puuppola, nei dintorni della città finnica di Jyväskylä. Il gallese, prosegue il retroscena, ha passato una giornata confrontandosi anche con il management: cui prodest? Insomma, Evans a che titolo è andato nel quartier generale di Toyota, solo per una visita di piacere (anche se è alquanto strano che un pilota nel pieno del campionato faccia un salto a dare uno sguardo alla concorrenza) o primi approcci in vista di un cambio di scuderia dal 2020?

Non ci vorrà molto per saperne di più, ma al momento possiamo solo seguire degli indizi: Evans è un pilota di buon livello, quarto assoluto quest’anno nella classifica del WRC (alle spalle degli avversari in lotta per il titolo) prima che un infortunio gli facesse saltare tre gare consecutive. Lo stesso team principal di M-Sport, Richard Millener, ha riconosciuto come sia difficile trattenere il gallese (in scadenza di contratto) in un panorama competitivo in cui la sua squadra rappresenta un po’ un vaso di coccio tra i vasi di ferro, vale a dire un team privato contro i costruttori ufficiali e la loro potenza negoziale ed attrattiva. Tuttavia Millener ha anche assicurato ai microfoni di AutoSport di voler fare tutto il necessario per tenere Evans con loro anche nelle prossime stagioni, in virtù dell’investimento fatto sul britannico e sulla fiducia in lui riposta.

Non solo Evans: gli ipotetici sostituti di Tanak

Ma Toyota potrebbe giocarsi altre carte, come quella del giovane talento e neocampione WRC2 Pro 2019 Kalle Rovanpera, da molto tempo dato per prossimo a salire a bordo della Yaris WRC dal 2020. Inoltre all’interno della squadra si sta valutando se far disputare una stagione completa a Takamoto Katsuta, che quest’anno ha debuttato sulla vettura WRC in due appuntamenti, sia su asfalto che su sterrato, per volere dello stesso Mäkinen. Ma c’è una pista ancora più clamorosa che vedrebbe lo sbarco in Toyota di Sébastien Ogier, presumibilmente deluso dalle prestazioni della Citroen C3 WRC e che potrebbe chiudere la sua carriera nel Mondiale nella squadra con base in Finlandia. Altrettanto clamoroso un (improbabile?) ingaggio di Thierry Neuville, che però è legato a Hyundai sino al 2021: eppure anche il belga pare sia stato avvistato dalle parti della sede finnica di Toyota.

Solo suggestioni, perciò al momento lo scenario più verosimile per la scuderia campione del mondo rally 2018 sarebbe questo: uno tra Meeke e Latvala che rinnova, Rovanpera in squadra e un sedile anche ad Evans. Questa l’ipotesi meno campata in aria, ma il WRC e il suo mercato potrebbero riservare ancora qualche altro colpo di scena, come avvenuto in passato (chi si sarebbe mai aspettato l’anno scorso che Sébastien Loeb chiudesse con Citroen ed il gruppo PSA per passare a Hyundai? Appunto).

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati