WTCR | Race of Japan, Gara 2 e 3: vittorie di Michelisz e Kristoffersson, Guerrieri leader

L'argentino primo in classifica

Norbert Michelisz e Johan Kristoffersson si dividono le vittorie della domenica del FIA WTCR a Suzuka, ma Esteban Guerrieri si prende la vetta della classifica.
WTCR | Race of Japan, Gara 2 e 3: vittorie di Michelisz e Kristoffersson, Guerrieri leader

Norbert Michelisz e Johan Kristoffersson vincono le due gare domenicali del FIA WTCR a Suzuka, teatro del terzultimo appuntamento della stagione. Esteban Guerrieri, dopo essersi affermato in Gara 1, riesce ad uscire dal weekend giapponese come leader della classifica.

Il resoconto di Gara 2

Partito dalla pole position, Michelisz ha preceduto Rob Huff sul traguardo, riuscendo a riprendersi la vetta del campionato dopo averla ceduta a Guerrieri alla fine della prima corsa del fine settimana. “È stata una gara difficile, ho provato all’inizio a guadagnare su Rob [Huff], ma ho visto che mi stava attaccato, per cui ho dovuto fare 24 giri di qualifica. L’unica cosa da fare era tirare al limite, ma sono rimasto contento della mia prestazione. Era importante prendere punti e in Gara 3 farò lo stesso. Sono 10° e devo dare il massimo”. Alle spalle dei primi due, Kevin Ceccon ha cercato in tutti i modi di soffiare il podio a Gabriele Tarquini, ma il pilota Alfa Romeo alla fine si è dovuto accontentare di tagliare il traguardo dietro al ‘Cinghio’. Thed Björk termina 5° seguito da Tiago Monteiro, Johan Kristoffersson e Mikel Azcona, mentre Jean-Karl Vernay ha rimontato dal 13° al 9° posto superando nel finale Guerrieri, che ha perso quattro posizioni pensando comunque ai punti per il titolo. Benjamin Leuchter (SLR Volkswagen), Néstor Girolami, Frédéric Vervisch, Yvan Muller ed Yann Ehrlacher completano la zona punti. Fuori Niels Langeveld dopo un contatto con Augusto Farfus.

FIA WTCR – Race of Japan, Gara 2: classifica

Il resoconto di Gara 3

Raccoglie la sua seconda vittoria stagionale Johan Kristoffersson, passato dal Mondiale Rallycross a quello Turismo. Lo svedese ha svolto una corsa perfetta, anche se dalla pole position ha lasciato passare Tiago Monteiro per poi ripassarlo. La Honda ha calato subito la carta del gioco di squadra, con Guerrieri che ha scavalcato il portoghese ed è giunto 2°, uscendo dal Giappone in cima alla graduatoria. Ceccon è riuscito a cogliere il podio sfruttando un’ingenuità del team KCMG: un errore di comunicazione via radio ha portato Monteiro a rientrare nella corsia box ma, accorgendosi dell’errore, è rientrato in pista ma classificandosi 4°. A fine gara sono però fioccate le penalità: all’italiano 5” per una manovra poco ortodossa su Huff, mentre al portoghese ben 10” per il taglio della pit-lane. Björk si prende quindi il 3° posto, seguito da Tarquini, Andy Priaulx, Ceccon, Huff, Michelisz, Vernay e Leuchter a completare la top-10.

FIA WTCR – Race of Japan, Gara 3: classifica

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati