WRC | Rally Catalunya 2019, Neuville guida la pattuglia Hyundai in testa, ma Tanak non molla

La seconda mattinata del Rally Catalunya 2019

La seconda giornata del Rally Catalunya 2019 riparte dagli asfalti e con la leadership sempre di Hyundai. Intanto Tanak fa le prove di rimonta: la classifica
WRC | Rally Catalunya 2019, Neuville guida la pattuglia Hyundai in testa, ma Tanak non molla

Il RACC – Rally di Catalunya 2019 riparte con la seconda tappa all’insegna dell’asfalto e dopo una giornata a dir poco convulsa, piena di colpi di scena (non solo in gara).

La mattinata sancisce il dominio Hyundai Motorsport con il podio tutto all’insegna dei piloti sulla i20 Coupé WRC e la leadership che da Sébastien Loeb passa, come era logico aspettarsi visto che si sta giocando le sue chance per il titolo piloti, a Thierry Neuville, autore di due scratch su tre prove speciali disputate stamane. Ott Tanak parte guardingo ma poi inizia a dare segni di riscatto ottenendo il miglior tempo nell’ultima PS prima della pausa assistenza di metà giornata; sul fronte Citroen, invece, Sébastien Ogier riesce a rientrare nella top ten ma il suo ritardo di quattro minuti lo pone fuori dalla lotta per il podio, salvo miracoli, e con l’unico obbiettivo di portare a casa i cinque punti extra in palio nella Power Stage di domani.

Rally Catalunya 2019: la PS7

Nella serata di ieri le vetture sono state convertite all’assetto su asfalto, cambiando praticamente quasi tutto del loro set-up (eccezion fatta ovviamente per carrozzeria e motore) in un’ora e un quarto di lavoro fatto dai meccanici e dai tecnici nel parco assistenza. Si riparte quindi dalla PS7 di Savallà 1 da 14,12 km con Neuville che subito conquista il miglior tempo (nonostante qualche piccolo impiccio di sottosterzo) e si porta al comando della gara, a 3,2 secondi su Loeb. Al terzo posto della assoluta però sale Kris Meeke, che scalza un Dani Sordo incredulo riguardo la sua controprestazione. Il britannico di Toyota, pur alle prese con un allarme foratura apparso sul suo cruscotto a 4 km dalla fine, riesce comunque a siglare un buon tempo, il secondo dietro Neuville con un distacco di sei decimi. Terzo crono per Ogier, che ha risolto i problemi all’idroguida della sua C3 WRC e inizia una difficoltosa rimonta dalle retrovie in cui si è cacciato ieri. Nel WRC2 Pierre-Louis Loubet cede il primo posto ad Eric Camilli.

Rally Catalunya 2019: la PS8

Procediamo quindi con la PS8 di Querol 1 (21,26 km), tornata l’anno scorso nel programma del Rally di Catalunya. Neuville si ripete ed allunga a 7,5 il vantaggio su Loeb, ma Sordo riesce a ritornare sul podio tutto Hyundai risalendo al terzo posto: questo perché Meeke torna a dare dispiaceri al suo team principal Tommi Mäkinen, impattando con il posteriore della Toyota Yaris WRC contro il guard rail dopo aver preso male una curva sinistrorsa, per poi colpire con l’anteriore una piccola formazione rocciosa dalla parte opposta della carreggiata. La vettura rimedia così il danneggiamento dell’anteriore e la gomma posteriore finita ko, mentre Meeke deve fare i conti con un ritardo accumulato di sette minuti che lo fa precipitare al ventiduesimo posto. Inevitabile quindi il ritiro.

Rally Catalunya 2019: la PS9

La mattinata si conclude con la PS9 di El Montmell 1 da 24,40 km (una delle prove speciali che gode della copertura televisiva in diretta), in cui Toyota suona la carica con Tanak, che trova alla fine il ritmo giusto con la sua Yaris WRC ed è autore del migliore tempo davanti ad Ogier: i rivali di Neuville si organizzano per indispettire la sua leadership (anche se il francese di Citroen potrà al limite sottrargli i punti extra della Power Stage di domani e nulla più). Il vertice Hyundai resiste, con il belga a 11,4 secondi su Loeb e 16,8 su Sordo.

Tanak si porta così a meno di dieci secondi dal podio Hyundai, seguito poi dal compagno di squadra Jari-Matti Latvala, Elfyn Evans, Teemu Suninen ed un Ogier che rientra nei primi dieci posizionandosi all’ottavo posto alla fine della mattinata. Nella top ten anche Mads Ostberg, che deve fare i conti con dei problemi di sottosterzo alla sua Citroen C3 R5 ma resta in ogni caso leader nel WRC2 Pro (inseguito da Kalle Rovanpera, non al top rispetto alle ultime uscite che gli sono valse il titolo di campione di categoria 2019), ed Eric Camilli, decimo e sono primo nel WRC2.

In corso adesso il giro pomeridiano, dove si ripetono le tre prove speciali viste più la cittadina Salou a chiudere la seconda giornata del Rally di Catalunya 2019: qui il programma completo con gli orari.

Rally Catalunya 2019: la top ten della seconda mattinata

POS.#DISTACCOTEMPODISTACCO
1.11T. NEUVILLE1:52:03.5
2.19S. LOEB1:52:14.9+11.4
3.6D. SORDO1:52:20.3+16.8
4.8O. TÄNAK1:52:30.1+26.6
5.10J. LATVALA1:52:40.9+37.4
6.33E. EVANS1:52:59.4+55.9
7.3T. SUNINEN1:53:11.6+1:08.1
8.1S. OGIER1:56:08.9+4:05.4
9.23M. OSTBERG1:56:55.8+4:52.3
10.56E. CAMILLI1:57:06.0+5:02.5

WRC | Rally Catalunya 2019, Neuville guida la pattuglia Hyundai in testa, ma Tanak non molla
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati