Formula E | NIO 333 svela i colori della nuova monoposto a Valencia

Un nuovo partner cinese nel team

NIO 333 ha presentato a Valencia la nuova monoposto e la rinnovata line-up di piloti per la prossima stagione di Formula E.
Formula E | NIO 333 svela i colori della nuova monoposto a Valencia

Vi avevamo già anticipato la scorsa settimana la nuova line-up, e oggi NIO 333 ha svelato la nuova monoposto per la prossima stagione di Formula E. In occasione dei test pre-stagionali di Valencia, la squadra britannica ha presentato anche la nuova partnership con Shanghai Lisheng Racing.

Un nuovo finanziamento dalla Cina

Dopo i problemi finanziari affrontati durante l’estate, la compagine manterrà il nome NIO ma, come avete ben visto, è stato aggiunto il ‘333’ proprio per il nuovo investitore cinese, che ora gestisce il team e svolgerà il suo lavoro di ricerca e sviluppo. Dopo la disastrosa stagione 2018-19, per quest’anno sembra esserci maggior positività. «È un grande piacere collaborare con NIO e partecipare alla Formula E», ha dichiarato Vicent Wang, nuovo CEO della squadra. «Ha ottenuto grandi risultati in passato e tenteremo di continuare con questa eredità. Il campionato è un ottimo trampolino di lancio per il motorsport cinese, pronto a entrare nella scenda mondiale. Speriamo che il team possa continuare a fare progressi con i nostri sforzi. Non vediamo l’ora che si spengano i semafori rossi».

Ma Qing Hua ritorna in Formula E

Anche Ma Qing Hua ha voluto dire la sua, dopo l’annuncio della settimana scorsa. «Sono molto felice di tornare in pista con NIO», ha detto il cinese a Motorsport.com, dopo aver sostituito Tom Dillmann. «L’ultima volta che ho corso era con le Gen1, quindi sarà la mia prima con le Gen2 qui a Valencia e ci vorrà del tempo per abituarmi. Naturalmente l’auto ha avuto un grande aggiornamento in termini di prestazioni e hardware, un gran passo in avanti. L’anno scorso è stato difficile per il team, ma ora è stato rinnovato. Speriamo di poter fare progressi man mano che passa la stagione.»

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati