IndyCar | Ganassi si espande e affida la terza macchina a Ericsson

Ghiotta chance per lo svedese

Chip Ganassi avrà una terza macchina per la stagione 2020 della IndyCar Series e sarà affidata a Marcus Ericsson.
IndyCar | Ganassi si espande e affida la terza macchina a Ericsson

Passa da due a tre monoposto Chip Ganassi nella IndyCar Series, offrendo un sedile a Marcus Ericsson. Il pilota svedese, dopo aver debuttato quest’anno con Schmidt Peterson Motorsport, farà un salto di qualità con uno dei team più prestigiosi del campionato.

Ha influito l’addio di Ford dal panorama endurance

Dopo l’abbandono del FIA World Endurance Championship e dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship da parte di Ford, la compagine statunitense ha recuperato risorse dopo il drastico taglio effettuato nel 2017, quando correva con ben quattro auto. Per il 2020 ci sarà una presenza in più: oltre ai confermatissimi Scott Dixon e Felix Rosenqvist ci sarà proprio Ericsson, trovatosi in difficoltà al suo debutto nella serie americana. Lo svedese, ex Formula 1 con Sauber e Caterham ma attualmente impegnato come terzo pilota per Alfa Romeo, ha raccolto solamente un 2° posto nella seconda gara di Detroit, non riuscendo poi a cogliere altre top-5 e terminando al 17° posto nella classifica generale. Per il 29enne arriva un’ottima chance di dimostrare quanto vale, e sicuramente non sarà una passeggiata.

Occasione d’oro per Ericsson dopo il passato in Formula 1

«Sono orgoglioso di avere l’opportunità di unirmi a Ganassi», ha dichiarato Ericsson. «La sua storia parla da sé, sono molto grato che credano in me e farò tutto il possibile per rendere il 2020 un anno ricco di successi». «Penso che Marcus possa portare molta esperienza avendo corso in diversi campionati internazionali», ha aggiunto Chip Ganassi, storico boss del proprio team. «Quando hai qualcuno con questo tipo di background, può darti altri punti di riferimento per aiutarti a sviluppare l’auto».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati