CIR

CIR | Rally Due Valli 2019, gli iscritti. Quattro in lotta per il Tricolore

La startlist nel CIR al Rally Due Valli

Vediamo una panoramica sugli iscritti al Rally Due Valli, penultimo appuntamento del CIR 2019. Quattro piloti si contendono ancora il titolo
CIR | Rally Due Valli 2019, gli iscritti. Quattro in lotta per il Tricolore

Il Campionato Italiano Rally volge quasi alla chiusura della stagione 2019 con il penultimo appuntamento, il Rally Due Valli, che rappresenta a sua volta l’ultima incursione degli equipaggi su asfalto prima del finale su fondo terra del Tuscan Rewind a novembre.

La 37esima edizione della gara nel veronese terminerà anche l’annata delle gara con coefficiente 1, giacché dalla successiva si sale di mezzo punto (con tutte le conseguenze sulla maggiorazione dei punteggi assegnati e quindi sulle sorti del campionato). Dato per acquisito il programma con il percorso e gli orari, diamo ora uno sguardo agli iscritti per la competizione valida nel CIR (ricordiamo che al Due Valli si correrà anche per la Coppa Rally di Zona, le Auto Storiche ed il Trofeo Tre Regioni di Regolarità Sport). In totale sono 62 i Tricolori per l’Assoluto e la classifica Asfalto, su una quota iscritti globale di 242 partecipanti tra le varie competizioni valide.

I quattro contendenti al titolo CIR 2019

Esattamente come l’anno scorso, a stagione quasi ultimata sono quattro i piloti che si stanno contendendo il titolo 2019. Attualmente in pole c’è Giandomenico Basso, primo in classifica con 74,50 punti e che proprio al Due Valli si laureò campione italiano tre anni fa. A bordo della Skoda Fabia R5 con l’inossidabile Lorenzo Granai alle note, il trevigiano al suo ritorno nel CIR ha collezionato sino ad ora due vittorie (tra cui quella al Rally di Roma Capitale davanti ai colleghi dell’ERC, campionato che Basso conosce molto bene) ed è reduce dal terzo posto al Rally Friuli Venezia Giulia. Nel 2016 chiuse momentaneamente con il Tricolore terminando terzo al Due Valli, gara corsa prima d’ora tre volte in carriera sfiorando sempre la vittoria e chiudendo a podio in ogni occasione in cui si è presentato.

A mettergli i bastoni tra le ruote ci penseranno gli altre tre contendenti, non meno veterani di Basso ed avversari temibili, come l’attuale secondo classificato a tre lunghezze dal trevigiano Luca Rossetti. Al suo debutto nel CIR con la Citroen C3 R5 il pordenonese non ha deluso ma anzi, ha sviluppato al meglio le doti della vettura in un campionato che la casa francese non aveva ancora affrontato nella sua interezza. Reduce assieme alla brillante navigatrice Eleonora Mori dalla vittoria in casa al Rally Friuli Venezia Giulia (la prima stagionale per l’equipaggio e per Citroen) il gagliardo Rossetti torna sul luogo del delitto – il Due Valli – che ha vinto nelle precedenti due edizioni. Tra l’altro, come ci ha rivelato in una intervista concessaci giusto qualche giorno fa, il già campione del CIR 2008 assicura di non sentire alcuna pressione in questa lotta per il titolo, oltre a sottolineare un feeling ottimale con la vettura su asfalto.

Quarta partecipazione al Due Valli e tanta voglia di riscatto dall’ultima volta l’anno scorso per Simone Campedelli e Tania Canton, il duo Ford Racing Italia a bordo della nuova versione della Fiesta R5 supportata dal punto di vista tecnico da M-Sport. L’equipaggio con la livrea arancione di Orange1 Racing infatti l’anno scorso subì la beffa di un ritiro per motivi tecnici proprio quando erano impegnati nella contesa per il titolo. Di acqua sotto i ponti ne è passata, ed ecco che Campedelli torna nella zona di Verona non solo per fare giustizia di quel ritiro nella sua quarta timbratura del cartellino al Due Valli, ma per giocarsi ancora una volta il titolo visto che è attualmente terzo nella classifica con 17,75 punti in meno rispetto a Basso.

Ultimo in rigoroso ordine dei piazzamenti del campionato Andrea Crugnola, che con Pietro Ometto si è già portato a casa il secondo titolo Tricolore Asfalto consecutivo dopo il precedente rally friulano, e che non pago si gioca le sue fiches per quello Assoluto visto che è quarto a 22,25 punti di distanza dalla vetta. Forse le sue chance sono un po’ più ristrette rispetto agli altri tre, ma il varesino è una scheggia impazzita che se non fosse stato per qualche sfortuna di troppo si ritroverebbe ora con qualche posizione in più nella classifica CIR 2019.

Gli altri iscritti al Rally Due Valli 2019

Tra gli altri iscritti al via del Rally Due Valli troviamo il resto della compagine che quest’anno hanno cercato di contendere il titolo CIRA a Crugnola, come Antonio Rusce (Skoda Fabia R5), reduce dal recente podio al Rally Città di Modena, nonché attuale sesto assoluto alle spalle di un Craig Breen ormai dirottato verso il WRC, Giacomo Scattolon (su Hyundai i20 R5, ultimamente protagonista dell’incursione nel CIWRC al Rally San Martino) ed Alessio Profeta (altra Fabia R5, vincitore recentemente del Rally Valle del Sosio), entrambi appena fuori della top ten sempre assoluta. Poi non dimentichiamo la presenza di Luca Hoelbling su i20 R5 e Luca Bottarelli (Fabia R5), che dopo aver chiuso la parentesi nel CIR Junior si è rilanciato con le vetture di classe R5, conquistando una serie di ottimi piazzamenti (e vittorie nella categoria Under 25, come al Rally Friuli Venezia Giulia) in alcuni eventi della Coppa Rally di Zona.

Nel CIR Due Ruote Motrici 2019 non c’è ormai storia, visto che Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella hanno in mano il match point tra le R2 dopo aver vinto tutti e cinque gli appuntamenti precedenti. Ovviamente l’equipaggio ufficiale Peugeot Italia è leader nel 2RM, e basterebbero giusto 6,5 punti per siglare la loro stagione con un trionfo tricolore su Davide Nicelli ed Alessandro Mattioda (a loro volta primi nel Peugeot Competition 298 Rally Cup TOP, dove ritroveranno al Due Valli avversari come Giorgio Cogni e Giacomo Guglielmini), unici inseguitori della coppia Ciuffi-Gonella. Tra gli altri piloti al via sulle R2 citiamo anche Jacopo Trevisani, la leader nella Coppa ACI Femminile Rachele Somaschini e Patrizia Perosino.

Si chiude il girone CIR del Suzuki Rally Cup, in cui Fabio Poggio dovrà cercare l’allungo per vincere il circuito vinto nel CIWRC da Simone Goldoni. Sempre nelle R1 avremo anche il leader di classe Daniele Campanaro con Irene Porcu, ad un passo dal conquistare il titolo nazionale nella classe in anticipo di una gara.

Infine correranno nel veronese un gruppetto su Fabia R5 formato da Efrem Bianco, Corrado Pinzano ed Andrea Carella, che saranno concentrati per la lotta ai piazzamenti della classifica della Coppa Rally di Terza Zona. In palio anche l’accesso per la finalissima del format al Trofeo ACI Como, dove ci sarà anche lo scontro finale tra i migliori piloti dei due gironi del Suzuki Rally Cup.

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati