WRC | Rally Galles 2019: stallo alla messicana tra Tanak, Neuville ed Ogier [AGGIORNAMENTO]

Il resoconto dalla PS14 alla PS16

I tre piloti in lotta per il titolo del WRC 2019 sono al momento nelle prime tre posizioni del Rally Galles 2019: le ultime dalle prove speciali
WRC | Rally Galles 2019: stallo alla messicana tra Tanak, Neuville ed Ogier [AGGIORNAMENTO]

Quando manca solo una prova speciale (la breve Colwyn Bay da 2,40 km) a chiudere la seconda tappa del Rally del Galles 2019, la lotta per il podio finale vede l’equilibrio delle tre forze in campo per il titolo WRC 2019.

In pratica, Ott Tanak è sempre leader pur con una Toyota Yaris WRC danneggiata, seguito da Thierry Neuville che scalza a sua volta Sébastien Ogier dal secondo posto, relegandolo al terzo. Un bilanciamento che al momento fa comodo a tutti e tre, in attesa di chiudere i conti domani e vedere accendersi la lotta per usurpare la vittoria all’estone e fare il pieno dei punti a disposizione, inclusi quelli extra della Power Stage. Vediamo perciò cosa è successo questo pomeriggio, dalla PS14 alla PS16.

Rally Galles 2019: la PS14

Nella PS14 che ripete la Myherin da 22,91 km Thierry Neuville ottiene il miglior tempo, cosa che consente al belga di limare il suo ritardo da Sébastien Ogier nella classifica assoluta a soli quattro decimi di secondo. Il francese resta secondo ma ottiene giusto il quinto crono nella prova, perciò Ott Tanak allunga la sua leadership sulla gara con otto secondi di vantaggio sul rivale di Citroen, nonostante un avvio faticoso e qualche problema di sottosterzo con la sua Toyota Yaris WRC.

Molti piloti trovano comunque la PS molto più scivolosa rispetto alla mattinata, e tra questi c’è anche Elfyn Evans, a cui non riesce il poker di prove speciali vinte nella giornata di oggi dopo le precedenti tre conquistate. La sua distanza comunque dal quinto posto di Andreas Mikkelsen resta sempre esigua, per la precisione solo un secondo e mezzo.

Rally Galles 2019: la PS15

Ma è proprio il norvegese di Hyundai a vincere la prova successiva, la Sweet Lamb Hafren 2 da 25,65 km davanti a Tanak e a Neuville, in ritardo rispetto al compagno di squadra di poco più di due secondi. Ma siccome Ogier fa peggio del rivale su i20, il belga lo spodesta dal secondo posto salendo a 10,5 secondi di gap da Tanak, mentre il francese scende al terzo gradino del podio provvisorio assoluto. Tra l’altro l’estone danneggia il paraurti posteriore con il diffusore e le appendici aerodinamiche, eppure non perde la sua leadership né accusa un deficit di performance sulla Toyota Yaris WRC.

Non ha la stessa reazione Evans che dopo aver colpito un masso perde i secondi preziosi che aveva guadagnato per insidiare il piazzamento nella classifica assoluta di Mikkelsen. Craig Breen invece deve fare i conti con un minuto di penalità per essersi presentato con sei di ritardo al controllo orario. Petter Solberg, e qui siamo in territorio WRC2, perde la propria leadership di categoria conquistata nella prova speciale precedente con pochi decimi di vantaggio, riconsegnando la vetta a Pierre-Louis Loubet. Continua invece il calvario di Jan Kopecký, impegnato nel WRC2 Pro: il ceco si cappotta con la sua Fabia R5, pur riuscendo a concludere la PS. In testa nella categoria c’è sempre Kalle Rovanpera.

Rally Galles 2019: la PS16

Mikkelsen cede il testimone in una ideale staffetta Hyundai nuovamente a Neuville, che conquista il miglior tempo nella PS16 di Dyfi 2, ovvero la ripetizione della prova speciale più lunga del programma con i suoi 25,86 km totali. Tanak però lo segue con il secondo miglior riscontro cronometrico, perciò l’estone mantiene la vetta del Rally del Galles a 10,1 secondi di vantaggio sul belga. Ogier è invece a 6,2 secondi da Neuville, seguito poi da Kris Meeke (il cui gap dal sei volte campione del mondo sale a 8 secondi, dando prova di un calo prestazionale rispetto a quanto visto ieri), Mikkelsen ed Evans, quest’ultimo autore del terzo tempo nella speciale.

Gli altri due piloti M-Sport, ovvero Teemu Suninen e Pontus Tidemand, sono rispettivamente settimo ed ottavo; Breen è ancora nono dopo la PS16 e Rovanpera chiude la top ten della ripetizione pomeridiana delle tre speciali mattutine, aggiungendo a ciò la leadership nel WRC2 Pro. Cambia nuovamente la vetta del WRC2, con l’alternanza tra Solbeg Senior e Loubet: questa volta è lo svedese a prendersi il primo posto con 8,7 secondi di vantaggio sul giovane francese. Problemi per la Volkswagen Polo GTi R5 del figlio di Solberg, il giovane Oliver, che hanno forzato al ritiro il precoce talento svedese. Sempre quinto Fabio Andolfi.

Ora manca solo l’ultima prova speciale di oggi, come abbiamo anticipato all’inizio, prima del gran finale che domani ci consegnerà il vincitore del Rally del Galles 2019, oltre a capire chi sarà più avvantaggiato per il titolo e chi no: qui il programma con gli orari.

Rally Galles 2019: la top ten dopo la PS16

POS.#PILOTATEMPODISTACCO
1.8O. TÄNAK2:40:11.1
2.11T. NEUVILLE2:40:21.2+10.1
3.1S. OGIER2:40:27.4+16.3
4.5K. MEEKE2:40:35.4+24.3
5.89A. MIKKELSEN2:40:53.9+42.8
6.33E. EVANS2:40:56.7+45.6
7.3T. SUNINEN2:43:09.4+2:58.3
8.7P. TIDEMAND2:45:02.9+4:51.8
9.42C. BREEN2:49:20.8+9:09.7
10.21K. ROVANPERÄ2:49:32.3+9:21.2

AGGIORNAMENTO: Si è appena conclusa anche l’ultima prova speciale di oggi, la Colwyn Bay da 2,40 km, una novità da cartolina sul lungomare che si svolge su fondo asfaltato. Ebbene, la top ten resta invariata con qualche aggiustamento nei distacchi: a vincere la PS17 è Tanak, seguito da Neuville ed Ogier – praticamente, lo stesso podio assoluto alla fine di questa seconda tappa. Qualche difficoltà per Evans che perde altri due secondi nella classifica assoluta da Mikkelsen, mentre Hayden Paddon subisce una doppia foratura. Invariate le vette nel WRC2 Pro e WRC2. Infine, chiosiamo con il commento di Esapekka Lappi (risalito intanto al 22esimo posto assoluto) riguardo l’ultima prova speciale di Colwyn Bay: «Fantastica per il pubblico, ma noiosa per noi piloti». A domani con l’ultima giornata del Rally del Galles 2019.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati