Simone Campedelli si prepara al finale del CIR correndo al Rally Nido dell’Aquila

Campedelli wild card dell'evento

Dopo aver vinto il Rally Città di Modena, Simone Campedelli prosegue la sua preparazione per gli ultimi due appuntamento del CIR. Prossima tappa gli sterrati del Rally Nido dell'Aquila
Simone Campedelli si prepara al finale del CIR correndo al Rally Nido dell’Aquila

Si prospetta un finale di stagione da cuore oltre l’ostacolo per Simone Campedelli: il pilota di Cesena crede fermamente alla possibilità di conquistare il titolo nel Campionato Italiano Rally e moltiplica perciò gli appuntamenti preparatori in vista delle ultime due gare decisive.

Il successo di Campedelli al Rally Città di Modena

L’alfiere di Orange1 Racing infatti non ha avuto alcuna intenzione di starsene con le mani in mano nell’intervallo tra il Rally del Friuli Venezia Giulia dello scorso fine agosto e il prossimo round del Rally Due Valli previsto dal 10 al 12 ottobre, ovvero più di un mese senza mettersi alla prova in un contesto competitivo con la Ford Fiesta R5. È cascato perciò a fagiolo l’invito per partecipare (inizialmente come apripista) assieme alla fidata navigatrice Tania Canton al Rally Città di Modena che si è corso nel weekend del 14 e 15 settembre: qui l’equipaggio supportato in questo frangente da Project Team e con la vettura gommata Pirelli e preparata da GB Motors Racing ha ottenuto una netta vittoria, nonostante Campedelli provasse per la prima volta gli asfalti emiliani della gara giunta all’edizione numero 40, valida come tappa finale del Coppa Rally di 5a Zona.

Pur correndo con la versione precedente del modello 2019 della Fiesta R5 che utilizza dal Rally di Roma Capitale, il pilota ha potuto così testare nuovi assetti e mantenere quegli automatismi alla guida della sua vettura da non dimenticare se vuole arrivare ben preparato al Due Valli. Ma se quest’ultimo appuntamento sarà su asfalto, il successivo nonché gran finale del CIR, il Tuscan Rewind, proporrà lo sterrato, fondo che gli equipaggi Tricolori non affrontano dallo scorso Rally Italia Sardegna.

Campedelli si allenerà sugli sterrati del Nido dell’Aquila

Per questo motivo Campedelli prosegue la sua preparazione e, dopo aver curato quella per il Due Valli, ora tocca riprendere la mano sulla terra per giocarsi al meglio le sue carte nell’ultimo round del Campionato. Ecco così che equipaggio, vettura e team di riferimento torneranno in azione per il Rally Nido dell’Aquila, penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra previsto il prossimo 27 e 28 settembre sulle strade bianche di Nocera Umbra.

Ancora una volta Campedelli e Canton saranno le wild card della lista iscritti, ed ancora una volta porteranno in gara la “vecchia” Fiesta R5 predisposta da GB Motors, in modo tale da replicare gli ottimi risultati di Modena ma questa volta su sterrato. Il pilota affronterà le ascese sul Monte Alago e Monte Pennino ritrovandosi in gara vecchie conoscenze come Umberto Scandola e Paolo Andreucci. Una sorta di revival del Campionato Italiano Rally come lo abbiamo conosciuto sino all’anno scorso, insomma.

Commenta Campedelli: «Dopo l’esperienza divertente del Rally di Modena che è stata molto utile ed allenante per me e Tania, abbiamo ancora voglia di provare, ma stavolta vogliamo farlo sulla terra. Il miglior modo di arrivare preparati all’ultima gara del CIR e concludere al top l’annata agonistica è partecipare a questa gara che rappresenta una cornice importante di piloti di alta qualità, davvero molto forti».

Attualmente Simone Campedelli è terzo nella classifica del CIR 2019 con 56,75 punti, a 4,75 lunghezze dal secondo posto di Luca Rossetti e 18,35 dal leader Giandomenico Basso.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati