CIRT | Rally Nido dell’Aquila 2019: anteprima ed orari

Il percorso e gli orari del Nido dell'Aquila

Penultimo appuntamento con il Campionato Italiano Rally Terra: tappa in Umbria per il Rally Nido dell'Aquila. Le prove speciali, il programma e gli orari
CIRT | Rally Nido dell’Aquila 2019: anteprima ed orari

Giunge quasi al termine la stagione del Campionato Italiano Rally Terra, a cui mancano solo due appuntamenti autunnali per chiudere il 2019 e scoprire l’equipaggio successore di Mauro Trentin ed Alice De Marco, campioni dello scorso anno (e che hanno lasciato vacante il loro trono, non essendosi presentati nel CIRT attuale). Prossima tappa in Umbria, per il Rally Nido dell’Aquila.

Le caratteristiche del Rally Nido dell’Aquila

La prova che si svolgerà il 27 e 28 settembre nella zona di Nocera Umbra, in provincia di Perugia, conferma il coefficiente 1, salito lo scorso anno: si tratterà dell’ultimo round del Tricolore Terra con questo livello di difficoltà prima di innalzarsi di mezzo punto per il gran finale del Tuscan Rewind.

Il Nido dell’Aquila è uno dei fiori all’occhiello di PRS Group, che organizza l’evento assieme al Comune di Nocera Umbra (fulcro della logistica anche quest’anno) e Radio Subasio; ad inizio stagione sembrava che l’appuntamento riunisse altri due tipi di competizioni assieme a quella rally, ovvero il Cross Country di cui sarebbe dovuto essere una delle tappe finali del Campionato Italiano (come l’anno scorso) ed il revival della leggendaria cronoscalata al Monte Pennino (come si usava sin dagli anni Novanta), che si sarebbe dovuta svolgere di domenica, aperta anche ai rallisti e con validità per il Campionato Italiano Velocità su Terra. Poi però l’organizzazione ha preferito tenere in piedi solo l’evento per il CIRT, fronteggiando un po’ di bailamme e di dietrologie suscitate da questa decisione.

Le prove speciali del Rally Nido dell’Aquila 2019

Rispetto allo scorso anno, il percorso valido per la gara del Tricolore Terra perde una prova speciale, ovvero la Lanciano, scendendo a due sole PS ma da ripetere rispettivamente tre volte, per un totale di sei prove (erano nove nel 2018); si è passati perciò dagli appena 90 km dell’edizione precedente ai 70 (69,39, ad essere precisi) di prove speciali del 2019.

Un programma molto concentrato ma certamente non da prendere sotto gamba sugli sterrati umbri, visto che il Nido dell’Aquila di quest’anno proporrà due cime da scalare che non a caso danno il nome alle due PS. Partiamo dallo shakedown di Case Basse/ Bagni, una delle novità di quest’anno e che parte dalla frazione di Nocera Umbra, ad 1 km dal Parco Assistenza per terminare poi in prossimità di Bagni di Nocera. Siamo nel cuore del territorio che ospita il Nido dell’Aquila, in un percorso di 2,02 km che comincia con una leggera ascesa e che in generale non presenta alte velocità, mentre la carreggiata è ridotta rispetto alle prove della gara vera e propria.

La prima prova speciale sarà la Monte Alago da 8,86 km, che sarà valida anche come PS3 e PS5 e che combina tratti in salita (come quello iniziale che conduce alla sommità del Monte Alago, che presenta una altitudine di 946 metri) e in discesa, questi ultimi che occupano la metà del tracciato di gara. Inoltre la prova si caratterizza per diversi cambi di fondo, da quelli più duri ad altri più scorrevoli e di tipo compatto. Si parte da Schiagni, altra frazione di Nocera Umbra, e una volta scollinato il monte si raggiunge un’altra frazione, quella di Bagnara.

La seconda prova speciale, con validità anche come PS4 e PS6, sarà la classica Monte Pennino, da 14,27 km. Si riparte proprio da Bagnara per raggiungere la cima appenninica teatro della celebre cronoscalata e che tocca una altitudine di 1.571 metri, abbastanza impegnativa per la tenuta dei motori delle vetture (solitamente più si sale di quota più vengono depotenziati sino al 20 per cento: l’aria rarefatta è meno ricca di ossigeno, necessario per la combustione nei cilindri). Si passa per Collecroce, ai piedi della salita, per inerpicarsi su un tratto dal fondo duro e che conduce su una strada inizialmente veloce e con sezioni guidabili, caratterizzate da tornanti. Un inizio dalle medie molto veloci, rallentato durante l’ascesa da tre chicane preposte appositamente; salendo la strada si restringe e il fondo diventa discontinuo e ghiaioso, per poi diventare più compatto una volta scollinati.

Rally Nido dell’Aquila 2019: programma ed orari

-Venerdì 27 Settembre

08:30 -11:00: Verifiche Sportive e Distribuzione Road-Book presso Ex Scuola Media, loc. San Felicissimo-Nocera Umbra (Pg)
09:00 – 11:30: Verifiche Tecniche presso Parco Assistenza, loc. San Felicissimo – Nocera Umbra (Pg)
11:00 – 14:00: Shakedown, Case Basse/Bagni (obbligatorio per i piloti Prioritari e per le vetture delle classi R5 e Super 2000)
14:00 – 18:00: Ricognizioni

-Sabato 28 Settembre

09:01 – Partenza da Piazza Umberto I, Nocera Umbra (Pg)

09:21 – PS1 Monte Alago 1, 8,86 km

09:42 – PS2 Monte Pennino 1, 14,27 km

11:00 – Assistenza

11:47 – PS3 Monte Alago 2, 8,86 km

12:14 – PS4 Monte Pennino 2, 14,27 km

13:26 – Assistenza

14:13 – PS5 Monte Alago 3, 8,86 km

14:40 – PS6 Monte Pennino 3, 14,27 km

16:00 – Cerimonia di premiazione, Piazza Umberto I – Nocera Umbra (Pg)

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati