ERC | Rally Cipro 2019: anteprima ed orari

Guida al Rally Cipro 2019

Penultimo appuntamento stagionale con il Campionato Europeo, di scena al Rally Cipro: la storia, il programma con il percorso, gli orari italiani e come vederlo in tv e sul web
ERC | Rally Cipro 2019: anteprima ed orari

Prima di concludere la stagione nell’Europa continentale, il campionato FIA ERC fa tappa al largo del Mediterraneo per il Rally di Cipro, penultimo appuntamento dell’Europeo Rally, in programma dal 27 al 29 settembre.

Cenni storici sul Rally di Cipro

La gara muove i primi passi nel 1970 ed entra nei calendari della competizione continentale dal 1978. Nel 2000 la promozione nel Mondiale WRC sino al 2006, diventando il primo rally su fondo misto (asfalto/terra) che sia mai apparso nel calendario dal 1996. Poi il ritorno nel campionato iridato nel 2009, che per ora rappresenta l’ultima volta del Cyprus Rally (questa la dicitura ufficiale dell’evento) nella competizione. Seguirono gli anni nell’International Rally Cup sino al ritorno nell’ERC dal 2014: da quel momento il rally cipriota è diventato una presenza fissa nel calendario continentale.

Il primo vincitore del Rally di Cipro fu il pilota di casa Victor Zachariades con una Fiat 125, ma la gara nel tempo vide scrivere sul proprio albo d’oro tanti nomi di pregio, a cominciare dal recordman di vittorie Nasser Al-Attiyah con cinque vittorie dal 2010 al 2017 e due podi precedenti; il principe qatariota è seguito da Sébastien Loeb che trionfò nell’isola quattro volte. Vinsero a Cipro anche Colin McRae, Stig Blomqvist, Ari Vatanen, Petter Solberg ed Alexey Lukyanuk, oltre a dieci piloti di casa tra cui il recente successo l’anno scorso di Simos Galatariotis (con alle note Antonios Ioannou), che vinse con uno strettissimo margine di soli sei decimi di secondi su Bruno Magalhães.

Rally Cipro 2019: caratteristiche e percorso

Il Rally di Cipro o Cyprus Rally a dir si voglia, come abbiamo accennato, è una gara essenzialmente su sterrato ma che contempla similmente tratti su asfalto: ad esser precisi, quest’ultimo tipo di fondo occuperà nella edizione in corso il 13% del percorso a fronte di 200,07 km totali di competizione. Il fulcro sarà ancora una volta Nicosia dopo che nel 2018 il punto focale del rally era stato fissato a Larnaca, qualche chilometro a sud-est. La cittadina costiera comunque ospiterà la cerimonia di partenza e quella del podio finale, mentre Nicosia accoglierà il resto del circus, ovvero quartier generale e parco assistenza. Da notare che quest’anno l’evento si sposta nel calendario a settembre, e non più giugno come è avvenuto nelle ultime edizioni dal 2015 ad oggi.

Si tratta di una gara che da sempre fa sudare gli equipaggi, non solo per le temperature che si registrano in questo periodo nell’isola del Mediterraneo al largo della Turchia (che diventano molto alte sul terreno), ma anche per un percorso dal fondo ostico, a tratti anche sabbioso e che inibisce le alte velocità (un po’ come i colleghi di prossimità dell’Acropolis Rally e del Rally di Turchia) a favore di una maggiore propensione alla guida lungo le sue tortuose prove speciali e alla lucidità da dimostrare in gara.

Il penultimo appuntamento del FIA ERC, valido anche per il FIA Middle East Rally Championships e per il Campionato Nazionale Cipriota, riproporrà alcune prove nella zona montuosa e una prova cittadina nella zona cuscinetto di Nicosia, dove corre la cosiddetta linea verde che divide la zona greco-cipriota da quella riconosciuta invece dalla Turchia. La Qualifying Stage si svolgerà a Geri, dalle parti di Nicosia, nella mattinata di venerdì 27, a cui seguirà la scelta dell’ordine di partenza per i migliori quindici qualificati. Il giorno dopo sarà la volta delle prime sei prove speciali (due di esse saranno ripetute), che culmineranno con la super speciale di Nicosia: si parte con la Politiko, vicino alla cittadina omonima, per poi proseguire con la prova più lunga del programma con i suoi 23,23 km, la Lefkara. Un’altra speciale di questa prima tornata sarà la Analyontas, unica prova della prima tappa a non essere ripetuta assieme alla PS6 cittadina.

Domenica 29 si chiude con le ultime sei PS (due gruppi da tre) che si svolgeranno nella zona montuosa dalle parti di Nicosia. Qui ritroveremo un classico dell’evento, la Kapouras, a cui seguirà la Kourdali e la Asinou. Poi, dopo la ripetizione del pomeriggio, gran finale sulla spiaggia di Finikoudes, a Larnaca, per la cerimonia finale.

Rally Cipro 2019: programma ed orari

(Orari secondo il fuso italiano)

-Venerdì 27 Settembre

07:00 – Ricognizioni

10:03 – Qualifying Stage, 3,60 km

19:00 – Cerimonia di Partenza, Larnaca (Finikoudes)

-Sabato 28 Settembre
09:43 – SS1 Politiko 1, 14,60 km
10:31 – SS2 Lefkara 1, 23,23 km                 
11:29 – SS3 Analyontas 1, 14,41 km             
12:01 – Service (Nicosia)
13:24 – SS4 Politiko 2, 14,60 km           
14: 12 – SS5 Lefkara 2,      23,23 km            
17:04 – SS6 Super Special Stage, 4,38 km       
-Domenica 29 Settembre
08:59 – SS7 Kapouras 1, 20,17 km
09:52 – SS8 Kourdali 1, 21,57 km                
10:35 – SS9 Asinou 1, 11,07 km                         
11:55 – Service (Nicosia)         
13:28 – SS10 Kapouras 2,  20,17 km          
14:21 – SS11 Kourdali 2,  21,57 km              
15:04 – SS12 Asinou 2, 11,07 km                   
18:00 – Cerimonia di chiusura, Larnaca (Finikoudes)

Rally Cipro 2019: come vederlo in tv e sul web

Il Rally di Cipro 2019 sarà coperto integralmente dal servizio ERC Radio, disponibile sulla app ed il sito ufficiale del campionato europeo FIA. Le immagini dal penultimo appuntamento dell’ERC saranno invece visibili sempre sul sito e sulla pagina facebook ufficiale con alcune dirette selezionate, mentre Eurosport (visibile sulla piattaforma Sky ed incluso anche nell’offerta di DAZN) propone le consuete finestre informative di fine giornata: si comincia sabato 28 settembre alle ore 23 in punto su Eurosport 1, in replica domenica all’una di notte su Eurosport 2. Sempre domenica, sul canale 1, il secondo e conclusivo spazio di approfondimento di mezz’ora, alle 23:45.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in FIA ERC

Commenti chiusi

Articoli correlati