FIA F2 | Correa in terapia intensiva per una crisi respiratoria

Era stato trasferito a Londra

Juan Manuel Correa si trova in uno stato di coma indotto dopo una crisi respiratoria a Londra, dove era stato trasferito.
FIA F2 | Correa in terapia intensiva per una crisi respiratoria

Dopo l’incidente di Spa-Francorchamps della settimana scorsa e il trasferimento in una clinica specializzata a Londra, Juan Manuel Correa è finito in terapia intensiva dopo che le sue condizioni si sono aggravate per una crisi respiratoria.

Il comunicato dei genitori su Facebook

Sembrava che fosse stabile sebbene abbia riportato le fratture alle gambe e un lieve danno alla colonna vertebrale ma, purtroppo, non sembra così: il pilota statunitense, originario dell’Ecuador, è stato sedato e indotto in coma farmacologico dopo aver avuto diverse complicazioni al suo arrivo a Londra, venendo poi attaccato al respiratore. Non una bella notizia per gli appassionati e per gli addetti ai lavori, rimasti sempre attaccati all’alfiere del Sauber Junior Team by Charouz dopo la tragedia in Belgio. I genitori, Juan Carlos e Maria, hanno voluto rilasciare un messaggio attraverso la pagina Facebook del figlio.

«Prima di tutto, a nome di nostro figlio, desideriamo ringraziare tutti quelli che, dentro e fuori dal motorsport, per i meravigliosi auguri che abbiamo ricevuto, nonché i messaggi per una pronta guarigione. Siamo fiduciosi che Juan Manuel li potrà leggere da solo una volta tornato ad occuparsi dei suoi social media. Onorando la sincerità e l’onestà di nostro figlio, desideriamo aggiornarvi sul suo stato di salute. Col passare del tempo, sono comparse nuove complicazioni a seguito dell’incidente che ha subìto in Belgio. Al suo arrivo a Londra, gli è stata diagnostica un’acuta sindrome di stress respiratorio; è considerata comune in incidenti come il suo. Purtroppo questo lo ha fatto cadere in una insufficienza respiratoria grave e attualmente è in terapia intensiva, seguito da specialisti. In questo momento è in stato di coma indotto e attaccato al respiratore, in condizioni critiche ma stabili».

“Porgiamo le nostre condoglianze alla famiglia di Hubert”

«Siamo fiduciosi che nostro figlio ci possa sorprenderà come fa sempre, lottando duramente con forza di volontà per riprendersi completamente. Al momento chiediamo cortesemente il rispetto della nostra privacy e dei nostri spazi. Come famiglia dobbiamo riunirci e concentrarci al 100% su Juan Manuel. Maria ed io cogliamo anche l’occasione per porgere le nostre condoglianze alla famiglia Hubert per la loro perdita, i nostri cuori sono spezzati e possiamo solo immaginare il dolore che hanno provato».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula 2

Commenti chiusi

Articoli correlati