Lamborghini a segno al Nurburgring nel Blancpain, successo anche alla 24 Ore di Barcellona

Positivo weekend

Lamborghini conquista due successi questo weekend nel Blancpain GT Series e alla 24 Ore di Barcellona.
Lamborghini a segno al Nurburgring nel Blancpain, successo anche alla 24 Ore di Barcellona

Un weekend estremamente positivo per Lamborghini quello appena trascorso: nel Blancpain GT World Challenge Europe, protagonista al Nürburgring, Marco Mapelli e Andrea Caldarelli conquistano la vittoria in Gara 1, mentre Barwell Motorsport fa sua la 24 Ore di Barcellona.

La vittoria al Nurburgring nel Blancpain

Lamborghini signora del Ring grazie a Orange1 FFF Racing e GRT Grasser Racing Team, che hanno conquistato una doppietta nella prima gara del quarto appuntamento del GT World Challenge Europe. Primo posto per la Huracán GT3 Evo numero 563 (Orange1 FFF Racing), affidata ai Lamborghini Factory Driver Andrea Caldarelli e Marco Mapelli, che ha avuto la meglio sulla vettura #63 (GRT Grasser Racing Team), pilotata da Driver Mirko Bortolotti e da Christian Engelhart. Bortolotti, dopo aver centrato la pole, è scattato bene dalla prima posizione difendendo la leadership, mentre Mapelli ha subito iniziato una rimonta dal sesto posto. Al 13° giro entrambe le vetture sono tornate ai box: Engelhart ha sostituito Bortolotti ed è rientrato in testa, mentre Caldarelli ha preso il posto di Mapelli e grazie a un pit-stop velocissimo ha guadagnato due posizioni. Il pilota Orange1 FFF Racing si è ritrovato secondo dopo la penalizzazione inflitta alla Mercedes n. 4 a causa di un unsafe release. Alla fine è arrivata una doppietta ampiamente meritata.

Le dichiarazioni dei piloti

«Siamo partiti dalla sesta posizione e tutti sanno che al Nürburgring non è facile sorpassare», ha dichiarato Caldarelli dopo il podio. «Appena ho preso la seconda posizione ho subito provato ad attaccare Christian ma in curva 1 abbiamo avuto un piccolo contatto. Ho dovuto avere pazienza e poco dopo è arrivata l’opportunità di passare in testa».

«Abbiamo fatto una buona partenza», ha commentato Mapelli, «e abbiamo subito guadagnato una posizione. Il nostro ritmo era molto buono e il pit-stop è stato eccezionale: il team ha fatto un grande lavoro di preparazione. Andrea da parte sua è stato perfetto nel suo stint e autore di un gran sorpasso. Il risultato è una vittoria e punti importanti: andiamo avanti così».

«È una grande giornata sia per noi che per Lamborghini», ha commentato Bortolotti, «e sono molto orgoglioso di vedere due Lamborghini nelle prime due posizioni, i ragazzi in fabbrica stanno facendo un gran lavoro. Complimenti a FFF Racing: hanno corso una gran gara. Io ho dato il massimo e anche Christian ha fatto un buon lavoro. A causa di un errore ci siamo giocati la vittoria ma sono comunque felice: non si può sempre vincere».

Altro podio in Gara 2 al Nurburgring

In Gara 2 ottimo lavoro del team Orange1 FFF Racing e della coppia Caldarelli-Mapelli, nuovamente sul podio grazie a un terzo posto, che consente all’equipaggio di aumentare il vantaggio nel GT World Challenge Europe e di prendere la testa della classifica Overall del campionato. Fondamentali dunque sia le due gare sprint che si correranno il prossimo weekend all’Hungaroring, sia il gran finale del 29 settembre con la 3 ore di Barcellona. Da segnalare, inoltre, il doppio secondo posto in classe Pro-Am della Huracán GT3 Evo #555 del team Orange1 FFF Racing, affidata a Hiroshi Hamaguchi e al Lamborghini Factory Driver Phil Keen.

Lamborghini trionfa alla 24 Ore di Barcellona

Poco prima che iniziasse la seconda manche del Nürburgring, il Lamborghini Factory Driver Dennis Lind tagliava al primo posto il traguardo del Montmelò al volante della Huracán GT3 Evo #77 del team Barwell Motorsport, vincendo la 24 Ore di Barcellona. Il pilota danese, affiancato da Adrian Amstutz, Leonid Machitski e Patrick Kujala, ha regalato al marchio di Sant’Agata la prima vittoria stagionale nelle 24H Series. Un successo frutto di ottime performance ma anche di una perfetta strategia di gara da parte del team. «Non volevo finire la benzina, ma nemmeno essere raggiunto», ha commentato Lind. «La squadra mi ha guidato alla perfezione, facendo sembrare tutto facile».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati