WRC | Ufficiale: Elfyn Evans salta la Turchia e torna nel Mondiale per il Rally del Galles

Evans sulla via della guarigione

Dopo l'infortunio di qualche mese fa, i progressi di Elfyn Evans lo condurranno al ritorno nel WRC in occasione dell'evento di casa, il Rally del Galles
WRC | Ufficiale: Elfyn Evans salta la Turchia e torna nel Mondiale per il Rally del Galles

Era nell’aria, ora è confermato: l’onda lunga della convalescenza di Elfyn Evans si abbatte anche sul Rally di Turchia, terzo appuntamento di fila del WRC che il gallese salterà. Il pilota di M-Sport, invece, tornerà per il round successivo che si correrà a casa, il Rally del Galles.

L’infortunio di Evans e l’assenza dal WRC

Il periodo purgatoriale del povero Evans era cominciato a seguito del Rally Estonia: galeotto fu un salto in gara con la Ford Fiesta WRC, il cui atterraggio è stato tanto brusco da costare un infortunio alla schiena del pilota. I medici hanno perciò consigliato al gallese un periodo di stop forzato dalle corse, immediatamente recepito da M-Sport che ha messo a riposo il proprio uomo sostituendolo al Rally Finlandia e in Germania con Gus Greensmith, promosso dal WRC2 Pro.

Questa assenza forzata ha costretto Evans a salutare il suo quarto posto nella classifica piloti, scalzato da Kris Meeke e da Andreas Mikkelsen, con il gallese che dista però di un solo punto dal norvegese di Hyundai e due dal britannico di Toyota. C’è ancora però il Rally di Turchia da correre, dove verranno schierati Teemu Suninen e Pontus Tidemand sulla Fiesta WRC, mentre Greensmith tornerà a difendere il suo posto nel WRC2 Pro con la versione 2019 della R5 che guiderà per la prima volta.

Evans procede intanto con la riabilitazione, in modo da poter essere in piena forma per l’evento di casa: «Ho lavorato a stretto contatto con gli specialisti ed è fantastico sapere che sarò in forma e pronto per disputare il rally di casa in Galles», dichiara soddisfatto. «C’è qualcosa di speciale nella gara di casa, si tratta dell’evento che non vedo l’ora di fare ogni anno. È lì che ho ottenuto la mia prima vittoria e il sostegno che riceviamo è incredibile».

Evans risalirà a bordo della Fiesta WRC assieme al copilota Scott Martin e, pur non nascondendo una certa frustrazione per il forfait in Turchia, riconosce l’importanza di riprendersi totalmente per il Galles. «Ho fiducia nei specialisti e so quanto sia importante accertarsi che l’infortunio sia completamente guarito e non lasci conseguenze. Quando tornerò, vorrò essere in piena forza e in grado di riprendere da dove avevamo interrotto, lottando per ottenere i migliori risultati nell’ultima parte della stagione».

M-Sport prova il rilancio con il ritorno di Evans

Non è stato un periodo facile anche per il team di Richard Millener, almeno sino ad ora, perché M-Sport dopo l’ottimo risultato del secondo posto di Teemu Suninen al Rally Italia Sardegna ha arrancato e non poco, quasi come se l’assenza di Evans avesse condizionato in negativo le prestazioni della squadra: in Finlandia un solo pilota – Greensmith – in zona punti, al settimo posto, mentre in Germania entrambi gli equipaggi schierati hanno concluso nella coda della top ten. C’è da dire come il sostituto di Evans abbia dato il massimo, ottenendo anche alcuni buoni tempi in questo interim, ma in generale M-Sport ha ulteriormente perso terreno in questo campionato ormai interlocutorio, dopo i fasti del recente passato e un futuro che pare promettere grandi novità.

Millener ammette che il ritorno di Evans sarà una «grande spinta per il team che si appresta a disputare la parte finale di stagione». Aggiunge poi: «Ha ancora un po’ di strada da fare per riprendersi, perciò non lo rivedremo in Turchia, ma è bello sapere che potrà essere in forma per il Galles: il suo rally preferito è l’evento che ha vinto nel 2017. Elfyn Evans e Scott Martin hanno avuto un ottimo inizio di stagione [due podi tra Messico e Corsica, ndr] e speriamo tutti che possano continuare con le medesime performance al loro ritorno. Non abbiamo avuto fortuna di recente, ma siamo concentrati nel dare a Elfyn e Teemu le migliori possibilità per lottare per il quarto posto in campionato – una battaglia che vede attualmente cinque piloti separati da soli 10 punti!».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati