WEC | Goodyear pronta al ritorno a Silverstone. Jota Sport celebra con una livrea speciale

L'azienda americana assente dal 2006

Goodyear torna finalmente a calzare dei prototipi del FIA World Endurance Championship, dopo aver testato per oltre 12.000 chilometri.
WEC | Goodyear pronta al ritorno a Silverstone. Jota Sport celebra con una livrea speciale

L’aveva rivelato ancora il giugno scorso e ora è tempo di scendere veramente in pista: Goodyear si prepara al ritorno nell’endurance con la 4 Ore di Silverstone, primo round del FIA World Endurance Championship 2019-20. Jota Sport, Jackie Chan DC Racing e High Class Racing calzeranno gli pneumatici americani.

Un lungo cammino di test per il ritorno nell’endurance

Il regolamento del FIA WEC permette ai costruttori di pneumatici di fornire ai team una gamma che comprende fino a tre specifiche da asciutto per tutta la stagione e Goodyear ha scelto le prime due dopo 12.000 km di test approfonditi realizzati in sette diversi circuiti. A Silverstone, Goodyear metterà a disposizione dei tre team le specifiche A (mescola più morbida) e C (mescola media). Entrambe hanno una struttura nuovissima progettata per offrire guidabilità e consistenza di prestazioni. «Per affrontare gare che durano dalle 4 alle 24 ore, ci siamo concentrati sullo sviluppo di una gamma in grado di offrire la versatilità e le prestazioni necessarie per affrontare temperature diverse, stint di lunghezza differente fra i pit-stop e in grado di adattarsi a stili di guida molto diversi», ha spiegato Mike McGregor, Manager Race Sales, Testing & Track Support di Goodyear.

I test di Goodyear si sono svolti sui circuiti inglesi di Silverstone, Donington e Rockingham, ma anche in Irlanda del Nord a Bishopscourt e poi sui circuiti di Portimao (Portogallo), Aragon (Spagna) e Sebring (Stati Uniti d’America).

Il nuovo asfalto di Silverstone potrebbe condizionare le strategie

«Guardando a Silverstone, prevediamo che il nuovo asfalto del circuito avrà un grosso impatto sulla strategia di gara. I test hanno dimostrato che la recente riasfaltatura del circuito ha creato un tracciato ad altissima aderenza, che trasferisce un forte stress agli pneumatici. Abbiamo anche notato che, dopo la pioggia, l’asfalto impiega tanto tempo prima di tornare a garantire livelli di aderenza standard ed è uno dei motivi per cui abbiamo scelto mescole più morbide, per dare ai piloti la sicurezza di potere spingere a fondo sugli pneumatici nuovi, dopo il pit-stop».

Attenzione alla pioggia: pronte le gomme da bagnato e le intermedie

Correre una gara estiva in Inghilterra significa prendere in considerazione la possibilità di dover affrontare condizioni di asfalto bagnato. Gli pneumatici ‘rain’ di Goodyear per la classe LMP2 presentano un nuovissimo disegno del battistrada con scanalature curve sulle spalle per evacuare l’acqua alle alte velocità e una larga costolatura continua al cento per assicurare stabilità e aderenza sotto gli alti carichi in curva. Questo disegno si è ispirato alla nuova gamma Goodyear Eagle F1 SuperSport riservata alle vetture ad altissime prestazioni. Lo pneumatico intermedio presenta la stessa struttura di quello da asciutto con specifica A per aumentare l’aderenza quando le condizioni passano da bagnato a asciutto. Questa versatilità permette alle squadre di ottimizzare la lunghezza degli stint tra i pit-stop.

La speciale livrea di Jota Sport

Le vetture dei team High Class, Jackie Chan DC Racing e Jota Sport mostreranno il logo Goodyear, che ritorna per la prima volta nelle gare endurance dal 2006.  Il ‘Piede Alato’ del dio greco Hermes avrà una speciale livrea sulla Oreca del team Jota Sport – affidata a Anthony Davidson, Roberto González e a Antonio Félix da Costa – per commemorare questo storico ritorno.

Vota questo articolo
Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati