Intercontinental GT Challenge | Ferrari fuori dalla top-10 alla 10 Ore di Suzuka

Trasferta difficile per il Cavallino

Ferrari non coglie quanto sperato alla 10 Ore di Suzuka valida per l'Intercontinental GT Challenge.
Intercontinental GT Challenge | Ferrari fuori dalla top-10 alla 10 Ore di Suzuka

Non è una 10 Ore di Suzuka da ricordare per la Ferrari: la quarta prova dell’Intercontinental GT Challenge non ha portato degli ottimi risultati alle squadre impegnate con le vetture del Cavallino, con la 488 GT3 del Car Guy Racing ai margini dei primi dieci.

L’avventura delle Ferrari alla 10 Ore di Suszuka

L’auto della squadra campione in carica dell’Asian Le Mans Series, affidata all’italo-nipponico Kei Cozzolino e ai due piloti ufficiali James Calado e Miguel Molina, ha tagliato il traguardo in undicesima piazza, a un giro di distacco dall’Audi del Team WRT vincitrice dell’evento. La #777 aveva occupato le prime posizioni nelle ore iniziali della corsa, prima di accusare una tornata di ritardo tra la quarta e la quinta ora per aver effettuato la sosta durante una fase di bandiera verde, al contrario degli avversari. Lo svolgimento regolare della gara non consentiva al terzetto di attuare una strategia capace di riportarli nella contesa, anche a causa di un Balance of Performance che evidenziava un gap di potenza rispetto agli avversari.

La seconda Ferrari al via nella classe Pro, quella di HubAuto Corsa, costretta ad una difficile rimonta dopo un Pole Shootout chiuso al 20° posto da Heikki Kovalainen, nonostante un violento contatto subito da Nick Cassidy dalla Honda dell’Arrows Racing che stava doppiando, riusciva a riportarsi nella top ten. Sempre con il neozelandese al volante, la #27 aumentava il ritmo ma un testacoda all’ingresso della velocissima 130R si concludeva contro le barriere di sicurezza. L’impatto, spettacolare nella sua dinamica, non impediva alla 488 GT3 di rientrare ai box, dove i meccanici del team lavoravano alacremente per permettere alla vettura di riprendere la gara, sebbene staccata di 78 giri, e di tagliare il traguardo in ventunesima posizione di classe.

Poca fortuna anche tra i Silver

Gara da archiviare anche per la Ferrari di apr with ARN racing, costretta al ritiro per un problema meccanico al giro 186 quando, al volante, si trovava Hiroaki Nagai. La 488 GT3 del team nipponico aveva occupato a lungo anche la terza posizione nella classe Silver prima di doversi fermare definitivamente ai box. L’Intercontinental GT Challenge si concede tre mesi di sosta prima dell’ultimo appuntamento stagionale previsto in Sud Africa, sullo splendido tracciato di Kyalami, per la 9 Ore che si disputerà dal 21 al 23 novembre.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati