Enrico Brazzoli porta l’Abarth 124 Rally a vincere nuovamente la FIA RGT Cup

Bis per l'Abarth 124 Rally dopo il 2018

Anche quest'anno l'Abarth 124 rally conquista la Coppa FIA RGT, grazie alle vittorie di Enrico Brazzoli e Manuel Fenoli, equipaggio trionfatore di categoria
Enrico Brazzoli porta l’Abarth 124 Rally a vincere nuovamente la FIA RGT Cup

Il copione si ripete, ed anche nel 2019 le Abarth impegnate nei vari campionati e soprattutto nella FIA R-GT Cup macinano successi. Enrico Brazzoli e Manuel Fenoli regalano infatti il primo titolo dell’anno all’Abarth 124 Rally.

Il successo di Brazzoli e Fenoli al Rally Germania 2019

L’equipaggio era in gara lo scorso weekend al Rally di Germania, valido in primis come decimo appuntamento del WRC ma lateralmente anche come settimo – e penultimo – della FIA R-GT Cup. Ebbene, il duo italiano ha completato il weekend sugli asfalti tedeschi conseguendo alla fine la certezza di avere il titolo 2019 del campionato FIA riservato alle gran turismo, con una gara di anticipo.

Questo grazie alle tre vittorie nei precedenti appuntamenti validi per il FIA R-GT disputati dall’equipaggio del team Bernini Rally, ovvero Rallye di Monte Carlo, Tour de Corse e Rallye Sanremo: pur non disputando una stagione completa e patendo un ritiro nella tappa di sabato del Rally di Germania (per una uscita di strada con l’Abarth 124 Rally), Brazzoli e Fenoli accumulano il sufficiente punteggio per dichiararsi in anticipo sui tempi campioni della Coppa Fia R-GT 2019 e succedere così a Raphael Astier e Frédéric Vauclare, trionfatori uscenti anch’essi con la spider dello Scorpione.

«Sapevamo che il Rally di Germania sarebbe stata una gara difficile e piena di insidie; nonostante l’uscita di strada, che ci ha costretti al ritiro sulla PS11, siamo felici del risultato ottenuto, al termine di una stagione ancora una volta esaltante e ricca di emozioni forti», commenta Brazzoli. «Laurearsi vincitori della FIA R-GT CUP è una grande soddisfazione che ci ripaga dei grandi sacrifici fatti in questi mesi e averlo ottenuto con un’auto italiana dà a questo titolo maggiore soddisfazione».

Un altro anno importante per l’Abarth 124 Rally

Aggiornata quest’anno, la 124 Rally ha dato prova di una certa superiorità in questa competizione rispetto alle avversarie, tanto è vero che l’attuale podio di campionato delle gran turismo vede tre Abarth in cima (oltre a quella di Brazzoli, troviamo al secondo posto Darisuz Polonski con Lukasz Sitek, affermatisi quest’anno al Rally di Roma Capitale, e al terzo Zelindo Melegari con Corrado Bonato, al debutto sulla vettura proprio nella tappa laziale dell’ERC). Inoltre, al quinto posto parimerito con 15 punti, compaiono altri due piloti sulla compatta dello Scorpione, ovvero Andrea Nucita (sempre più leader nell’Abarth Rally Cup) ed Alberto Sassi.

Ma la casa torinese ha di che essere lieta per i risultati sportivi dell’Abarth anche in altri contesti, perché nelle ultime due stagioni in cui lo Scorpione è apparso nelle gare rally, a partire da quel Rallye di Monte Carlo del 2017, l’Abarth 124 Rally ha razzolato all’incirca 80 affermazioni di categoria nei vari campionati europei. Poi sono arrivati i primi titoli, come quello Tricolore R-GT con Fabrizio Andolfi e quello Asfalto R-GT in Spagna con Álvaro Muñiz, e in seguito le prestazioni di Nicolas Ciamin l’anno scorso nel campionato francese ed altri successi che hanno impreziosito sempre il 2018, come la affermazioni di Christopher Lucchesi in Italia o la sequela di vittorie di Alberto Monarri, sempre nella categoria R-GT.

Un bagaglio di esperienze che è stato poi alla base di due versioni speciali dell’Abarth, ovvero la 124 GT che ibrida le caratteristiche stilistiche della coupé e le prestazioni della roadster, e la 124 Rally Tribute, che omaggia il successo nella Coppa FIA R-GT dell’anno scorso e che è stata prodotta in soli – non poteva essere altrimenti – 124 esemplari.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati