WRC | Rally Germania, le prime due PS di oggi: Tanak e Neuville duellano per la leadership

La cronaca della PS2 e PS3

Vediamo cosa è successo nelle prime due prove speciali del Rally Germania 2019: Neuville e Tanak si rimpallano il primo posto assoluto, fatica Ogier, disastro Suninen
WRC | Rally Germania, le prime due PS di oggi: Tanak e Neuville duellano per la leadership

Comincia un nuovo giorno in quel del Rally di Germania 2019, che entra definitivamente nel vivo della competizione con la prima tappa nella zona dei vigneti della Mosella. Tra asfalti non proprio pulitissimi e sovente fangosi gli equipaggi stanno affrontando il giro mattutino che verrà poi ripetuto nel pomeriggio: vediamo la situazione con gli ultimi aggiornamenti dalle prime due prove speciali.

Rally Germania 2019: la PS2

Si riparte dopo la prima prova speciale di ieri con la PS2 di Stein und Wein 1 da 19,44 km, in una giornata che porterà gli equipaggi a spasso tra le campagne della Mosella. Ad ottenere il primo riscontro di giornata è Thierry Neuville, detentore del miglior tempo con un vantaggio di 1,7 secondi su Ott Tanak: considerando il fatto che ieri i due piloti avversari erano divisi nella classifica assoluta da appena un secondo, il belga di Hyundai recupera il gap e si piazza al comando del Rally di Germania dopo la PS2.

Nonostante però questa buona prestazione, Neuville ammette qualche sofferenza con la gestione dell’auto sugli asfalti a suo dire non molto dotati di grip, tanto si sono sporcati. Terzo miglior tempo, e parimenti terzo posto assoluto, per Sébastien Ogier che accusa anche lui qualche difficoltà: nel suo caso, però, la questione riguarda la tendenza della sua Citroen C3 WRC ad essere un po’ sottosterzante, il che rende complicata la gestione della vettura (aggiornata nel motore per l’occasione e per far sì che possa essere più performante nelle curve, ricordiamo) nelle curve. Sia come sia, nonostante un ritardo nella assoluta da Neuville che si attesta già a 3,2 secondi, il francese sta ripartendo con il piede giusto dopo gli ultimi due appuntamenti del WRC non molto memorabili per lui.

I compagni di squadra in Toyota di Tanak, Kris Meeke e Jari-Matti Latvala, ancora una volta si classificano a ridosso l’uno dall’altro, rispettivamente quarto e quinto assoluto, divisi da un secondo. Seguono i primi delusi di oggi, ovvero Dani Sordo ed Esapekka Lappi, che dopo le buone prestazioni tra shakedown e PS1 soffrono anche loro le condizioni di un asfalto a tratti fangoso. Ottavo posto dopo la PS2 per Andreas Mikkelsen, che come Ogier si ritrova a fare i conti con qualche problema di sottosterzo della sua Hyundai i20 Coupé WRC. Le cose si mettono male in casa M-Sport: Teemu Suninen accusa un problema idraulico alla sua Ford Fiesta WRC e crolla al cinquantesimo posto assoluto, perdendo sette minuti per strada. Il compagno di squadra Gus Greensmith, chiamato a sostituire l’ancora infortunato Elfyn Evans, resiste invece al nono posto.

Decimo posto assoluto per Kalle Rovanpera, saldo al comando del WRC2 Pro, undicesimo per il debuttante con una vettura WRC (una Toyota Yaris, per la precisione) Takamoto Katsuta. Settimo nel WRC2 (dove torna in vetta Stéphane Lefebvre, seguito dal connazionale Nicolas Ciamin) per Fabio Andolfi, mentre Simone Tempestini subisce un testacoda con la sua Hyundai i20 R5.

Rally Germania 2019: la PS3

Le condizioni dell’asfalto inficiano le prestazioni della i20 Coupé WRC di Neuville nella PS3 del primo giro della Mittelmosel (22,00 km): il belga rimarca difficoltà di aderenza («È molto scivoloso, più degli anni precedenti») e nella prima parte si dimostra più prudente, con il risultato che perde la leadership a favore di Ott Tanak, vincitore della prova speciale davanti al belga. Il ritardo tra i due si attesta a 1,7 secondi, stesso gap nei tempi della PS2 ma in questo caso parliamo della classifica assoluta.

La lotta resta equilibrata, anche se il terzo incomodo Ogier accusa un ritardo dai due rivali che si allarga ulteriormente: sono 11,3 i secondi che lo separano da Tanak nella assoluta, rispetto ai 3,2 dopo la PS2. Colpa questa volta di una stallata con la vettura in uno snodo del tracciato tra i vigneti della Mosella. Lungo i tornanti della terza prova speciale torna a firmare una buona prestazione Dani Sordo, che ottiene il terzo miglior tempo e balza al quinto posto assoluto, inserendosi tra Meeke e Latvala e nonostante abbia faticato nella scivolosa parte finale della prova. Mikkelsen guadagna un posto e sale al settimo, mentre ne perde uno Lappi, che ammette sconsolato di prevedere una giornata in cui non farà altro che perdere secondi da Tanak. Per il resto nessun altro cambiamento, a parte Suninen che guadagna una ventina di posizioni.

A breve il giro mattutino si concluderà con la PS4, a cui seguirà la sosta al parco assistenza prima della ripetizione delle tre speciali nel pomeriggio: qui tutto il programma con gli orari.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati