WRC | Rally Germania 2019, PS5 e PS6: è una questione tra Tanak e Neuville

Il resoconto della PS5 e PS6

Le penultime prove di giornata del Rally Germania 2019 confermano il duello tra Ott Tanak e Thierry Neuville, sempre molto vicini tra loro. Ogier invece resta ai margini
WRC | Rally Germania 2019, PS5 e PS6: è una questione tra Tanak e Neuville

Si avvia alla conclusione la prima giornata del Rally di Germania 2019: prima dell’imminente prova speciale di chiusura di oggi, vediamo la situazione che si è creata dopo le PS5 e PS6 del giro pomeridiano, in cui Ott Tanak e Thierry Neuville proseguono nella loro sfida a distanza che vede più in disparte il resto della compagine avversaria.

Rally Germania 2019: la PS5

La giornata riparte con la ripetizione della Stein und Wein, 19,44 km di asfalti non proprio pulitissimi tra le foreste e i vigneti nella valle della Mosella. Thierry Neuville non arretra e anzi rilancia la sua tenzone nei confronti di Ott Tanak, vincendo la prova speciale e limando al ribasso il suo gap nella classifica assoluta nei confronti del pilota estone: quest’ultimo è ancora leader, ma il ritardo del rivale Hyundai passa dai 3,2 secondi della PS4 agli appena 1,6 all’apertura del giro pomeridiano.

Il belga mantiene la corsa dietro all’avversario su Toyota Yaris WRC dando prova delle prestazioni su asfalto che lo hanno aiutato, sebbene con un colpo di scena finale, a vincere la precedente prova del calendario iridato su questo tipo di fondo, il Tour De Corse. Tanak, dal canto suo, preferisce più controllare che prendersi rischi in queste prime fasi di gara, ma dovrà stare attento al fare arrembante di Neuville.

Nel frattempo, Sébastien Ogier continua a recitare il ruolo dello spettatore più che del protagonista nella lotta per la vittoria: il francese non ottiene molto di più dalla sua Citroen C3 R5 con il motore aggiornato, e staziona ancora al terzo posto con sempre poco meno di quattordici secondi di ritardo dalla vetta. Tuttavia, rivela alla fine della PS5 come il feeling con la vettura stia lentamente crescendo, grazie anche a qualche miglioramento effettuato al parco assistenza di metà giornata.

Kris Meeke mantiene il quarto posto distanziando un po’ di più Dani Sordo, quinto a 2,6 secondi dal britannico di Toyota (era appena un decimo di secondo il gap alla fine della mattinata). Sesto posto per Jari-Matti Latvala, che come gli altri due rivali che lo precedono parla di sensazioni positive rispetto alla mattinata, mentre Andreas Mikkelsen sale al settimo posto scalzando Esapekka Lappi, che retrocede all’ottavo. Il norvegese soffre un po’ i cambi di aderenza con la sua Hyundai i20 Coupé WRC, ma sostiene che ci sia stato qualche progresso con l’auto, evidenziato dal passo in avanti in classifica. Il povero Lappi, invece, paga un testacoda con la sua Citroen C3 WRC.

Performance stabili per Gus Greensmith sulla Ford Fiesta WRC di M-Sport, che rimane al nono posto davanti al leader nel WRC2 Pro Kalle Rovanpera.

Rally Germania 2019: la PS6

Si arriva così alla PS6 di Mittelmosel II da 22 km tondi: Tanak non si lascia intimorire da Neuville e conquista il miglior tempo, aggiungendo un secondo al suo vantaggio nella classifica assoluta nei confronti del belga, ora attardato a 2,6 secondi. Parliamo sempre di divari molto contenuti, in virtù del fatto che il pilota Hyundai ancora una volta segna il secondo miglior tempo in prova dietro all’estone. Entrambi non vogliono correre troppi rischi però, il che spiega la situazione equilibrata che si è venuta a creare in questa giornata.

Se Tanak e neppure Neuville al momento lanciano il cuore oltre l’ostacolo, Ogier ci prova ma un errore (tocca con la C3 WRC una balla di fieno) gli costa altri secondi di ritardo da aggiungere a quelli che già deteneva. Intanto Dani Sordo mette a segno la rimonta per il quarto posto, ottenendolo ed insidiando il rivale francese distante solo 2,8 secondi. Lo spagnolo però non ha ancora del tutto staccato Kris Mekke, scivolato sì al quinto ma con un solo un decimo di secondo di ritardo dall’avversario su Hyundai. Invariata il resto della top ten: da segnalare il piazzamento stabile nel WRC2 (dove in vetta staziona sempre Stéphane Lefebvre, seguito da Nicolas Ciamin che ottiene il miglior tempo e si avvicina al connazionale, entrambi su Volkswagen Polo GTi R5) di Fabio Andolfi al quinto posto di categoria.

Resta solo una prova speciale e poi la prima giornata del Rally di Germania 2019 si chiuderà, nell’attesa che la battaglia riparta il giorno dopo: qui tutti i dettagli del programma e gli orari.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati