WRC2 Pro | Inarrestabile Kalle Rovanpera: domina anche il Rally di Finlandia con la Skoda Fabia R5

Quarto successo stagionale per Rovanpera

Il giovanissimo Kalle Rovanpera regala a Skoda Motorsport un altro successo nel WRC2 Pro, questa volta al Rally di Finlandia. Bene anche Gryazin nel WRC2 dei privati
WRC2 Pro | Inarrestabile Kalle Rovanpera: domina anche il Rally di Finlandia con la Skoda Fabia R5

Sarà stato pure l’evento di casa, ma Kalle Rovanperä continua a non sbagliare un colpo, neppure nel “suo” Rally di Finlandia dove ottiene il quarto successo consecutivo nella stagione 2019 del WRC2 Pro, a bordo della nuova Skoda Fabia R5.

Continua la crescita di Kalle Rovanpera

Già più giovane campione nazionale di rally della storia a 16 anni (in Lettonia), l’attuale diciottenne pilota finlandese continua la sua crescita impressionante, partita da ragazzino a bordo delle vetture R2. Assieme al navigatore Jonne Halttunen passeggia letteralmente sul velluto nel rally di casa disputato lo scorso weekend, rimanendo saldo al primo posto del WRC2 Pro dalla prima all’ultima prova speciale. In pratica, sul finale ha poi ammesso di essersi dovuto semplicemente preoccupare di tagliare il traguardo con la Fabia R5, visto che si è ritrovato non invischiato in alcuna battaglia per la vittoria. Un successo che ha conquistato con 4 minuti e 47 secondi di vantaggio sull’unico suo diretto inseguitore, il francese Eric Camilli su Ford Fiesta R5.

Per Kalle Rovanperä è arrivato così il quarto trionfo consecutivo di categoria dopo il Rally del Cile, il Portogallo ed il Rally Italia Sardegna. Piede pesante e testa bassa, l’appena maggiorenne pilota non si scompone e dimostra sempre una freddezza da consumato fuoriclasse, gestendo al meglio la pressione di chi lo considera la promessa futura dei rally sin dall’età di quattordici anni e le voci sempre più incalzanti che lo danno a bordo della Toyota Yaris WRC Plus ufficiale nella prossima stagione. Solo l’anno scorso Rovanperä si classificò quarto nell’allora WRC2 disputato nelle velocissime strade sterrate del Rally di Finlandia: nel giro di un anno il ragazzo ha migliorato il proprio risultato anche grazie alle prestazioni della nuova Skoda Fabia R5, fresca di omologazione e che ha debuttato quest’anno in un evento iridato al Rally di Portogallo.

Per la vettura ceca versione 2019 si tratta dell’ennesimo successo che ne sancisce una certa superiorità nel panorama delle R5, considerato il fatto che sin dalla sua omologazione in aprile non è mai stata battuta, ci tengono a far sapere da Skoda Motorsport. Questi ultimi mantengono di conseguenza la leadership nel WRC2 Pro con 184 punti, contro i 177 di M-Sport Ford e i 98 di Citroen.

Rovanperä ha poi commentato così la sua vittoria: «È incredibile! Dopo una serie di modifiche all’assetto nel venerdì la vettura è andata al meglio e mi sono anche divertito! Stavo andando a tutta nei giri più veloci, prestando attenzione nelle sezioni più dure. Avremmo voluto essere persino più veloci – aggiunge nondimeno – ma abbiamo preferito non assumerci rischi. Correre con la Fabia R5 in Finlandia è una esperienza di guida rally al suo massimo».

Skoda Motorsport domina in Finlandia anche nel WRC2 dei privati

Sempre nel nono round del campionato mondiale la precedente versione della Fabia R5 si aggiudica il WRC2 dei privati con l’equipaggio formato da Nicolay Gryazin e Yaroslav Fedorov, che ereditano il primo posto di categoria dallo sfortunato Pierre-Louis Loubet. Il francesino vincitore al Rally Italia Sardegna scorso ha infatti dominato in Finlandia, al volante dell’ultimo modello della Fabia R5, sino alla PS18, per poi perdere terreno alla fine della penultima giornata per un errore. La leadership è passata così a Gryazin, che ottiene in questo modo il suo primo successo nel Mondiale Rally.

Ovviamente il massimo responsabile di Skoda Motorsport Michal Hrabánek si complimenta con il diamante grezzo Rovanperä (finché può tenerselo in scuderia prima che salga su una WRC Plus) e il suo navigatore per un’altra prestazione di livello: «Kalle e Jonne mi hanno impressionato con il loro sangue freddo. Hanno saputo onorare le alte aspettative su di loro e dominato la gara davanti al pubblico di casa nel miglior modo possibile. Basandoci da quanto abbiamo appreso dalla nostra ricca esperienza, sappiamo quanto possa essere impegnativo per un equipaggio finlandese svettare nella gara di casa».


Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati