WRC | Rally Finlandia 2019, seconda mattinata: si rompono i ranghi compatti di Toyota, ma Tanak comanda

La cronaca dalla PS12 alla PS15

Ecco cosa è successo nella seconda mattinata di gara al Rally Finlandia: Tanak lotta per la leadership con Latvala, Meeke out, Lappi sul podio
WRC | Rally Finlandia 2019, seconda mattinata: si rompono i ranghi compatti di Toyota, ma Tanak comanda

La seconda tappa del Rally di Finlandia ci regala il primo colpo di scena che rompe l’egemonia di Toyota Gazoo Racing nel nono round del WRC, sebbene continui a comandare nella gara. Vediamo cosa è successo nel giro mattutino, dalla PS12 alla PS15.

Rally Finlandia 2019: la PS12

Ott Tanak si sveglia con il piede giusto e si riappropria della vetta assoluta dopo la PS12 di Pihlajakoski 1 (14,42 km): sarà anche il fatto di non dover patire l’ordine di partenza in testa del primo giorno, ma sta di fatto che l’estone si lascia alle spalle il quarto posto in cui era confinato alla fine della prima tappa per lanciarsi alla conquista del miglior tempo e restaurare le gerarchie Toyota sul podio assoluto. Tanak infatti è primo con 5 decimi di secondi di vantaggio su Jari-Matti Latvala (che se l’è vista brutta, visto che su una curva destrorsa dopo un salto è atterrato in un affossamento, perdendo fortunatamente per lui pochissimo) e 2,2 secondi su Kris Meeke.

Secondo miglior riscontro cronometrico nella PS12 per Esapekka Lappi, che però saluta il podio e torna al quarto posto, stessa posizione che occupava dopo la PS8 di ieri. Ma se il finnico abbandona le zone alte è più per i meriti dei Toyota, davvero in stato di grazia, che per demeriti suoi visto che la velocità del pilota Citroen non è da meno: tanto è vero che la distanza che lo separa da Meeke è di solo un decimo.

Temendo una foratura, Craig Breen ha volutamente deciso di non spingere troppo: si è trattato di un falso allarme, ma questa prudenza è costata all’irlandese il quinto posto, occupato dal suo compagno di squadra Andreas Mikkelsen che si avvantaggia di due secondi rispetto a Breen. Resta inalterata la situazione nelle altre posizioni in zona punti, con Sébastien Ogier, Thierry Neuville, Teemu Suninen e Gus Greensmith a chiudere la top ten.

Rally Finlandia 2019: la PS13

La PS13 del primo giro sulla Päijälä (la più lunga dell’intero rally con i suoi 22,87 km, che esprime un sunto delle caratteristiche del Finlandia: salti a volontà e velocità assicurata) vede il ritorno di Latvala nella testa della assoluta, con due decimi su Tanak (alle prese con una perdita d’olio dalla Yaris WRC) e quattro su Meeke, autore del miglior tempo nella speciale con una prestazione da urlo.

I ritmi forsennati dei Toyota iniziano a far sì che si allarghi il divario dagli altri piloti, in primis Lappi che resta quarto ma con quasi sei secondi di gap. Breen, nel frattempo, si riporta al quinto posto della assoluta.

Rally Finlandia 2019: la PS14

Nella PS14 di Kakaristo 1 di 18,70 km Tanak si riprende il primato allungando il divario da Latvala a ben 13,9 secondi: la versione rimaneggiata della originale e storica Ouninpohja rappresenta un punto di svolta della mattinata perché si rompe il triumvirato Toyota in testa alla classifica. Fatale per Latvala e Meeke una roccia posta più o meno a metà tracciato contro la quale entrambi gli equipaggi hanno impattato la propria Yaris WRC: il finlandese se l’è cavata con una foratura alla gomma posteriore sinistra e qualche danno alle feritoie aerodinamiche, mentre il britannico ha avuto la peggio rompendo la sospensione posteriore sinistra. Un danno tale da costargli il ritiro e intaccare così il Rally di Finlandia fino a quel momento perfetto per il team di Tommi Mäkinen (impietrito nel parco assistenza).

Di conseguenza al terzo posto sale Lappi, autore del secondo miglior riscontro cronometrico, seguito dal resto della classifica che scala un posto dopo il forfait di Meeke. Cambia però qualche piazzamento nella metà, perché Ogier approfitta della prestazione non esaltante di Breen per portarsi al quinto posto, dietro Mikkelsen e davanti all’irlandese.

Rally Finlandia 2019: la PS15

La mattinata si chiude con la PS15 di Leustu 1 da 10,50 km: Latvala, pur con la Yaris acciaccata soprattutto nell’aerodinamica, vince la prova ma non cambia il suo gap da Tanak, sempre primo. Al finnico brucia l’errore di valutazione commesso nella speciale precedente, perciò conduce una frazione da cuore oltre l’ostacolo, un po’ come il rivale Lappi che resta sempre saldo al terzo posto.

Zitto zitto, Mikkelsen mantiene il quarto posto, insidiato però a poco più di due secondi da Ogier e da Breen, rispettivamente quinto e sesto. Il francese ha rivelato di aver passato una notte in bianco, perciò più che la vettura bisognerà mettere a punto nel service il pilota, affinché recuperi un po’ del sonno perduto. Neuville non si schioda dal settimo posto, ritrovandosi tra l’altro nella scomoda posizione di dover partire per terzo nella tappa odierna e di non usufruire del giusto grip. Gli M-Sport si piazzano ottavi, con Suninen, e noni, con Greensmith, mentre la top ten è chiusa dal leader nel WRC2 Pro, Kalle Rovanpera. Undicesimo Pierre-Louis Loubet, primo nel WRC2: sia lui che il giovane finnico corrono con la Skoda Fabia R5.

Rally Finlandia 2019, seconda giornata: la classifica dopo la PS15

POS.#PILOTATEMPODISTACCO
1.8O. TÄNAK1:36:40.3
2.10J. LATVALA1:36:54.1+13.8
3.4E. LAPPI1:36:56.4+16.1
4.89A. MIKKELSEN1:37:20.0+39.7
5.1S. OGIER1:37:21.5+41.2
6.42C. BREEN1:37:22.3+42.0
7.11T. NEUVILLE1:37:39.5+59.2
8.3T. SUNINEN1:38:17.2+1:36.9
9.33G. GREENSMITH1:39:45.7+3:05.4
10.21K. ROVANPERÄ1:41:35.2+4:54.9
11.41P. LOUBET1:42:37.8+5:57.5
12.49J. HUTTUNEN1:43:38.9+6:58.6
13.44N. GRYAZIN1:43:43.8+7:03.5
14.24E. CAMILLI1:44:50.9+8:10.6
15.48J. KRISTOFFERSSON1:45:05.4+8:25.1

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati