ERC | Rally Roma Capitale 2019, i piloti della serie europea al via

La start list dei piloti ERC al Roma Capitale

Ecco i principali protagonisti in gara nell'ERC che vedremo in azione nel weekend al Rally Roma Capitale. Attenzione a Lukyanuk, vincitore l'anno scorso e tornato in forma
ERC | Rally Roma Capitale 2019, i piloti della serie europea al via

Abbiamo visto il percorso con gli orari e la start list relativa al Campionato Italiano Rally: è giunto dunque il momento di dare uno sguardo ai protagonisti del FIA ERC che si affronteranno al Rally di Roma Capitale, quinto appuntamento per entrambe le competizioni, sia di livello europeo che nazionale.

Lukyanuk punta all’assalto alla vetta dell’ERC

Anzitutto, il punto sull’Europeo Rally: attualmente resta leader Łukasz Habaj con 94 punti, ma dopo il ritorno alla vittoria nel precedente Rally di Polonia Alexey Lukyanuk si è posizionato prossimo alla vetta con 11 lunghezze di scarto dal rivale polacco, autore di buoni piazzamenti quest’anno (tra cui la vittoria al Rally delle Azzorre che ha aperto la stagione). Il russo del Saintéloc Junior Team (in testa nella classifica a squadre) invece dopo due ritiri consecutivi nelle Azzorre e alle Canarie, ha rimesso la barra del suo ERC 2019 dritta con il secondo posto al Rally Liepāja,a cui è seguita poi la vittoria in Polonia. Lukyanuk, guidato alle note da Alexey Arnautov sulla Citroen C3 R5, è tornato ad essere il campione che vinse l’Europeo Rally l’anno scorso, con tanto di successo anche nello stesso Roma Capitale 2018. Gli avversari sono avvertiti, a partire dal rivale polacco su Skoda Fabia R5 (di ritorno in Italia dopo aver corso quest’anno il Rallye Sanremo) che dovrà proseguire la striscia positiva delle prima metà di stagione (il peggior risultato di Habaj è stato un quinto posto, il resto podi e una vittoria) per sperare di mantenere intatta la propria leadership.

Attualmente terzo in classifica dopo essere stato superato da Lukyanuk, Chris Ingram detiene il primato nell’ERC1 Junior, insidiato però da Filip Mareš. Entrambi i piloti hanno avuto ultimamente dei problemi: il britannico si è dovuto ritirare ad una passo dalla fine nel precedente Rally Polonia, per un problema tecnico alla sua Skoda Fabia R5; il ceco invece ha subito un incidente alcuni giorni fa mentre correva al Rally Bohemia, rimediando danni tali alla sua Fabia R5 da mettere a rischio la sua partecipazione al Roma Capitale.

Gryazin e Sesks, le wild card del Rally Roma Capitale

Al via anche Nikolay Gryazin, attualmente impegnato nel WRC2 ma presente nella prova capitolina in virtù del suo status di campione ERC1 Junior 2018, così come Mārtiņš Sesks che invece l’anno scorso primeggiò nell’ERC3 Junior. Spieghiamo: ai trionfatori di queste categorie viene dato in premio un budget per correre nella stagione successiva in due eventi a scelta dell’Europeo. Gryazin, ad esempio, potrà contare su 50.000 euro a gara e lo vedremo perciò anche al prossimo Barum Czech Rally Zlín di agosto, sempre a bordo della Fabia R5 della Sports Racing Technologies e con a fianco Yaroslav Fedorov; Sesks invece ha già fatto una esperienza su due, partecipando all’evento di casa, il Rally Liepāja. A Roma il lettone avrà come navigatore il suo coach, Uldis Briedis.

Rally Roma Capitale: gli altri protagonisti dell’ERC

Tra gli altri piloti in gara citiamo Sindre Furseth, attualmente in testa nell’ERC3 Junior, il rivale nella categoria Efrén Llarena, al via con una nuova Peugeot 208 R2 dopo che la sua è andata distrutta in Polonia e l’altro avversario Ken Torn, reduce da due successi nell’ERC3 Junior; Norbert Herczig, ancora a secco di podi quest’anno, Hiroki Arai che sulla Citroen C3 R5 avrà al suo fianco a Roma Jürgen Heigl dopo il forfait di Ilka Minor, Paulo Nobre (che corre sotto le insegne del team romano Motorsport Italia) e poi il principe Albert von Thurn und Taxis, che in questo appuntamento non correrà con la Volkswagen Polo GTi R5 ma con la Fabia R5. Da notare che il nobile tedesco ha vissuto ben dieci anni a Roma, quindi è un po’ come se fosse un pilota di casa.

E poi i ritorni di Niki Mayr-Melnhof, Vojtĕch Štajf, Tibor Érdi Jr e Lars Stugemo; le presenze confermate dei portoghese Pedro Antunes ed Aloísio Monteiro; le protagoniste dell’ERC Ladies’ Trophy Emma Falcón (vincitrice della categoria nelle Canarie), Catie Munnings (di ritorno dopo aver saltato il Polonia) e Cristiana Oprea, all’esordio assoluto nell’ERC. Poi gli alfieri dell’ADAC Opel Rallye Junior Team, ovvero Elias Lundberg e Grégoire Munster che per la prima volta correranno a Roma dopo i ritiri subiti nella precedente gara, e il nostro Zelindo Melegari che correrà nell’Abarth Rally Cup con la 124 Rally, monomarca dove al momento svetta Andrea Nucita.

Copyright Immagine di Copertina: FIA ERC



Vota questo articolo
Leggi altri articoli in FIA ERC

Commenti chiusi

Articoli correlati