Formula E | New York ePrix, Gara 1: finalmente una vittoria per Buemi, Vergne ritirato

Si riapre la lotta al titolo

Sebastien Buemi vince il suo primo ePrix stagionale di Formula E a New York, mentre Jean-Eric Vergne si ritira e riapre i giochi per il titolo.
Formula E | New York ePrix, Gara 1: finalmente una vittoria per Buemi, Vergne ritirato

Davvero una gara ricca di colpi di scena quella della Formula E a New York per l’ultimo doppio appuntamento stagionale: Sébastien Buemi riesce finalmente a concretizzare una pole position e regala il primo successo a Nissan e.dams, mentre Jean-Éric Vergne è ritirato in una giornata nerissima per DS Techeetah.

Formula E – New York ePrix, Gara 1: la cronaca

Una grandiosa prestazione per il pilota svizzero, praticamente inavvicinabile per tutta la durata dell’ePrix e davvero in forma in questi ultimi round – 2° a Berlino, 3° a Berna – che comunque lo rimettono in gioco (seppur in quella che è considerata un’impresa disperata) per il titolo. Con il passo falso di Vergne, anche altri protagonisti sono pronti a tentare l’ultimo e (quasi) impossibile assedio: Mitch Evans è 2° dopo una rimonta pazzesca dal 13° posto, con un sorpasso da urlo su Alex Sims nel finale che ora lo portano a -25 punti dalla vetta; dal canto suo, Lucas di Grassi è 5°, che lo portano a quota -22. Nel mezzo tra Evans e di Grassi, António Félix da Costa e Sims sono rispettivamente 3° e 4°. Uno scenario peggiore per DS Techeetah non poteva esserci come quello visto oggi, complice di errori di guida: all’inizio André Lotterer ha tamponato il compagno di squadra che, a sua volta, si era ritrovato una Jaguar davanti, con le auto che perdevano pezzi e costrette ai box. Poi il fattaccio: all’ultimo giro, Vergne ha toccato il muretto interno della seconda curva, coinvolgendo Felipe Massa, Jérôme d’Ambrosio e Lotterer.

Formula E – New York ePrix, Gara 1: Wehrlein delude

Daniel Abt è buon 6° con il giro più veloce della corsa, seguito da un opaco Pascal Wehrlein che non ha sfruttato al meglio la partenza dal 2° posto. Sam Bird è 7° ma con diversi pasticci, a cominciare dal caos creato dopo essere finito su José María López, che si è girato e ha coinvolto il povero e incolpevole Tom Dillmann. Completano i primi dieci d’Ambrosio e Oliver Turvey, mentre Gary Paffett rimane a bocca asciutta per pochi secondi.

ABB Formula E – New York City ePrix, Gara 1: classifica

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati