Ultime dal Rally Estonia: gli obiettivi di Citroen e Lappi e la classifica dopo la PS4

Ott Tanak subito in testa in Estonia

Comincia oggi la gara al Rally Estonia, evento in lizza per entrare nel WRC. Tanak conquista la testa dopo la PS4, seguito da Mikkelsen e Lappi, che si prepara per il Rally Finlandia
Ultime dal Rally Estonia: gli obiettivi di Citroen e Lappi e la classifica dopo la PS4

Comincia oggi il programma di gara vero e proprio del Rally Estonia, che nel weekend si giocherà le proprie chance per entrare nel calendario WRC dalle prossime stagioni (a proposito, l’ufficializzazione delle date per il campionato 2020 slitta ad agosto, con eventi come il Rally Safari che premono per entrare nel programma). Non a caso la start list vede molti nomi di primo piano del Mondiale e la presenza delle quattro grandi case costruttrici: vediamo allora le ultime dall’Estonia.

Il giovanissimo Solberg e la nuova Fiesta R5 al Rally Estonia

Anzitutto, nei giorni scorsi si è unito alla folta pattuglia di protagonisti dei rally internazionali anche il giovanissimo Oliver Solberg, che ha stupito gli addetti ai lavori vincendo quest’anno la tappa dell’ERC del Rally Liepāja, a bordo della Volkswagen Polo GTi R5. Il figlio di Petter, guidato alle note da Aaron Johnston, contribuisce ad impreziosire la start list della classe R5 dove vedremo al via per la prima volta in una gara vera e propria (dopo aver coperto il ruolo di mezzo numero zero al Rally Ypres) la nuova Ford Fiesta Mk8, affidata alle cure di Teemu Suninen e Takamoto Katsuta (in attesa poi di vederla in azione anche nei nostri confini, quando al Rally di Roma Capitale del prossimo weekend ci salirà a bordo Simone Campedelli, come ci aveva anticipato lo stesso pilota). L’Estonia è stata definita dal team principal Richard Millener «il primo vero banco di prova» per la Ford Fiesta Mk8 R5, nonostante Suninen non abbia avuto tempo di testarla (mentre Katsuta è abituato a correre con le R5).

L’allenamento in Estonia per Lappi

Altro nome atteso, in corsa in questo momento in Estonia, è Esapekka Lappi, che assieme al fidato copilota Janne Ferm riprende la Citroen C3 WRC in modo da potersi preparare al meglio per l’imminente evento iridato del Rally Finlandia, in programma ad inizio agosto.

Il finnico perciò, prima di correre davanti al suo pubblico e provare a raddrizzare una prima parte di stagione per lui molto sventurata (ma lo stesso team principal Pierre Budar ha confermato ai nostri microfoni durante il Rally Italia Sardegna che il pilota per quest’anno e il prossimo ha il sedile blindato, ma vedremo comunque gli sviluppi del rallymercato che sta iniziando ad accendersi). D’altro canto, il team conta molto su una prestazione di livello e di riscatto da parte di Lappi, che inizia a prendere la mano in un evento, quello estone, che ricalca abbastanza le caratteristiche della gara nello Jyväskylä, vinta dal finnico nel 2017 (suo unico successo in carriera sino ad oggi). Inoltre per l’equipaggio sarà il centesimo rally corso assieme.

«Al Rally di Finlandia, non avremo il lusso di poterci guardare attorno», spiega il pilota. «I gap sono così ridotti che dovremo avere il passo giusto sin dall’inizio. Inoltre il Finlandia è un evento che mi sta molto a cuore, e questa partecipazione in Estonia dovrebbe consentirmi di prepararmi al meglio, soprattutto perché avrò un altro giorno di test in seguito. Ho dei bei ricordi dell’accoglienza ricevuta dai fan l’unica altra volta che ho corso in Estonia, nel 2014».

Budar inoltre chiarisce i due obiettivi di Citroen nel partecipare a questa gara promozionale per il WRC, ovvero fare in modo che Lappi possa essere più in forma possibile per il suo prossimo impegno mondiale, correndo quanti più chilometri in condizioni simile a quelle del Finlandia, e definire il miglior set-up della vettura grazie alla varietà di feedback che può offrire una gara rispetto ad un normale test. «Situazioni come quella in cui scopri le strade mentre guidi, con soltanto le note ad aiutarti, ti insegnano sempre molto», conclude.

Rally Estonia: i piazzamenti dopo il giro mattutino

Intanto, il Rally Estonia è entrato finalmente nel vivo con i suoi 151,98 km distribuiti in 15 prove speciali da correre tra oggi e domani. Il giro mattutino sino alla PS4 vede al momento l’equipaggio di casa formato dai beniamini del pubblico Ott Tanak e Martin Järveoja (Toyota Yaris WRC) in testa, autori di tre scratch e seguiti con un ritardo di 20.4 secondi dalla Hyundai i20 Coupé WRC di Andreas Mikkelsen, a sua volta distanziato di una decina di secondi proprio da Lappi, che ha testato alcune nuove regolazioni nella mattinata (ma ha anche detto di voler tornare alle precedenti per il pomeriggio).

Nell’attuale top ten segnaliamo il quarto posto di Craig Breen, alla sua prima uscita stagionale sulla i20 Coupé WRC prima della sorprendente partecipazione dell’irlandese in Finlandia con la stessa vettura; quinto per Elfyn Evans su Fiesta WRC e sesto per un incredibile Oliver Solberg. La nuova Fiesta R5, con a bordo Suninen, è infine nona dopo la PS4.

Crediti Immagine di Copertina: © Citroën Racing

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati