CIR

CIR | Rossetti e Mori portano la Citroen al Rally Roma Capitale: “Tutto è ancora aperto”

Debutto per Rossetti al Roma Capitale

Le parole di Luca Rossetti ed Eleonora Mori, equipaggio sulla Citroen C3 R5, al via la prossima settimana al Rally di Roma Capitale, valido sia per il Tricolore che per l'ERC
CIR | Rossetti e Mori portano la Citroen al Rally Roma Capitale: “Tutto è ancora aperto”

Il momento è adesso: Citroen Italia riparte nel Campionato Italiano Rally da una situazione globalmente positiva, sia per quanto riguarda le classifiche che per quanto concerne le prestazioni della C3 R5.

La prima parte di stagione dell’equipaggio Citroen Rossetti e Mori

Ricapitoliamo visto che siamo arrivati al giro di boa della stagione, il cui prossimo appuntamento è il 19-21 luglio al Rally di Roma Capitale: l’equipaggio Citroen eletto per portare il double chevron per la prima volta nel Tricolore, ovvero Luca Rossetti ed Eleonora Mori, parte con dei piazzamenti discreti ma senza il colpo di reni al Ciocco e a Sanremo, con qualche difficoltà di adattamento con l’auto. Superato lo scoglio del debutto assoluto, arriva poi la vittoria sfiorata alla Targa Florio ma soprattutto l’esaltante performance all’infernale Rally Italia Sardegna, prima volta per la C3 R5 su sterrato nel CIR (e che sterrato, ricco di insidie e variabili tra sassi, pendenze e contopendenze, avvallamenti, dossi e cambi di grip).

Perciò, Rossetti e Mori si ritrovano ora in una posizione della classifica del CIR molto importante dal punto di vista del campionato e mentale, ovvero secondi dietro Giandomenico Basso con un distacco di appena tre punti, mentre sono 6,75 quelli che li separano dall’attuale terzo, Simone Campedelli.

Il debutto di Rossetti al Rally Roma Capitale

Al Rally di Roma Capitale (qui il programma con gli orari) Rossetti si troverà immerso in un contesto a lui noto, quello dell’ERC, il campionato europeo FIA che in passato vinse tre volte, ma non bisognerà certo sottovalutare un percorso su asfalto tarato per essere competitivo e tecnico al livello internazionale, e con l’incognita della canicola estiva che potrebbe inficiare le performance dei motori e la tenuta delle gomme.

«Manca poco al Rally di Roma Capitale, una gara valida anche per il Campionato Europeo per cui dopo la gara del mondiale in Sardegna, siamo di nuovo di fronte ad uno scenario molto importante», commenta Rossetti, che ancora una volta quest’anno si ritrova a debuttare in un evento del CIR. «È una gara che non ho mai disputato per cui per me è difficile fare delle valutazioni ed esprimere un giudizio su un percorso che ho visionato solo attraverso filmati. Ho cercato di raccogliere quante più informazioni possibili e mi rendo conto che è un tracciato particolarmente insidioso e molto impegnativo, che scopriremo la settimana prossima, durante le ricognizioni».

“Siamo fiduciosi, pronti e carichi”

«Il Rally di Roma Capitale è una tappa del Campionato Europeo in Italia e per noi del Campionato Italiano Rally sarà una bella sfida, una sfida che Luca ed io affrontiamo per la prima volta, a differenza degli altri equipaggi che hanno già disputato questo Rally negli anni passati», fa eco la copilata Eleonora Mori. «È previsto un elenco dei partecipanti importante, che vedrà anche i colleghi del Campionato Europeo, qui in Italia a disputare questa bella gara. Le strade non le abbiamo ancora viste, le scopriremo quando effettueremo le ricognizioni, previste mercoledì e giovedì. Per noi sarà quindi tutto nuovo – conclude – ma sappiamo che possiamo fare affidamento sulla nostra squadra e sulla nostra C3 con cui abbiamo effettuato dei test in settimana che sono andati molto bene. Siamo fiduciosi, pronti e carichi per dare il massimo per cercare di portare a casa la vittoria!».

Allargando lo sguardo al loro 2019 nel Tricolore, Rossetti aggiunge poi: «A livello di Campionato, ci troviamo secondi in classifica, a soli 3 punti dalla vetta, che è un bilancio molto positivo. Anche perché con la nostra C3 R5 stiamo crescendo di gara in gara. Il nostro ritmo aumenta visibilmente tanto che siamo rimasti in testa in diverse prove speciali sia al Targa Florio sia in Sardegna … quindi la nostra velocità sta crescendo chilometro dopo chilometro dal nostro debutto assoluto al Rally del Ciocco. Ora ci troviamo a metà del Campionato e tutte le possibilità sono ancora aperte. Gli avversari sono molto forti ma noi siamo sicuramente all’altezza dell’impegno, noi tutti intesi come squadra fatta dall’equipaggio, da tutto il team, dalla macchina, dagli pneumatici Pirelli. Faremo del nostro meglio per portare a casa questo titolo».

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati