FIA F2 | Trident chiama all’ultimo Tveter al posto di Boschung

Correrà già in Austria

Chiamata all'ultimo per Ryan Tveter da parte di Trident, che lo farà debuttare in Formula 2 questo weekend.
FIA F2 | Trident chiama all’ultimo Tveter al posto di Boschung

L’aveva annunciato solo stamane, pochissime ore prima del weekend della Formula 2 in Austria: Ryan Tveter sostituirà Ralph Boschung alla Trident. Per la squadra italiana, ultima in classifica, si tratta di un cambiamento importante e che potrebbe essere confermato anche per le prossime gare.

Tveter chiamato in Trident

Non è certo una stagione memorabile quella che sta vivendo la Trident nella seconda formula: solo quattro punti raccolti su cinque appuntamenti – e dieci gare –, di cui tre provengono dal bottino personale di Boschung; proprio lo svizzero dovrà lasciar spazio a Tveter, anche se non è ben chiaro il suo futuro nel team. Intanto, per lo statunitense originario di New York si tratta del debutto assoluto, dopo aver scorso sempre con Trident negli ultimi due anni nella GP3 Series, cogliendo in totale cinque podi, un giro veloce e un 8° posto come miglior risultato finale in classifica. Il 25enne era sparito dai radar dopo il 2018, quando aveva provato ad Abu Dhabi proprio la Dallara della compagine milanese nei test di fine anno.

«Sono entusiasta di poter fare nuovamente parte della famiglia del Team Trident, con il quale ho ottenuto rimarchevoli risultati nelle due precedenti stagioni», ha dichiarato il pilota. «Con la compagine con sede a Milano ho stabilito nel tempo un rapporto molto solido e sono contento si siano create le condizioni per poter lavorare insieme. Non vedo l’ora di poter scendere in pista!».

Le parole del Team Manager Ricci

«Sono davvero molto contento di poter annunciare che Ryan Tveter tornerà a vestire i colori del Trident il prossimo fine settimana a Spielberg, dove sarà protagonista nel FIA Formula 2 Championship con i nostri colori», ha aggiunto Giacomo Ricci, Team Manager di Trident. «E non potrebbe essere altrimenti, dato il forte legame che si è creato tra la squadra e il suo ex pilota. Daremo il cento per cento per assistere il nostro nuovo portacolori in modo che possa ambientarsi il più velocemente nella nuova categoria ed esprimere il suo valore».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula 2

Commenti chiusi

Articoli correlati