Formula E | DS Techeetah tenta la fuga in classifica all’ePrix di Berna

Vergne alla caccia del titolo

DS Techeetah si presenta con il favore dei pronostici all'ePrix di Berna di Formula E.
Formula E | DS Techeetah tenta la fuga in classifica all’ePrix di Berna

DS Techeetah tenta la fuga nell’undicesima manche della Formula E: Jean-Éric Vergne e André Lotterer, rispettivamente 1° e 3° in campionato, punteranno alla vittoria dell’ePrix di Berna, in programma questo weekend. La squadra sino-francese è in testa anche alla classifica riservata ai team.

Le dichiarazioni dei piloti per Berna

La nuova pista elvetica si sviluppa su 2.750 metri e 14 curve attorno alla Fossa degli Orsi di Berna, inizia sulla Laubeggstrasse e si snoda in senso antiorario verso Rosengarten e Barengraben, lungo l’Aar e il centro città, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Un lugo suggestivo che sarà decisivo per le sorti del campionato, essendo l’ultima tappa europea e il penultimo round della stagione 2018-19 prima del doppio impegno di New York.

Jean-Éric Vergne: «Il mese di giugno è uno dei più densi dell’anno, con Le Mans e Berna. Mi sono preparato al meglio per arrivare al massimo della forma. A Berna sarà vitale conquistare il massimo dei punti, per affrontare l’ultimo weekend della stagione a New York nelle migliori condizioni possibili».

André Lotterer: «Sono deluso dalla gara di Berlino, ma ormai ci siamo lasciati tutto alle spalle e voglio conquistare la mia prima vittoria in Formula E entro la fine della stagione. Tuttavia il campionato resta l’obiettivo principale. A Berna dovremo segnare il massimo dei punti, per affrontare le finali di New York in buona posizione. Per me sarà la prima volta di un paddock diviso tra box e officina. La pista sembra interessante e penso che mi piacerà».

Preston: “Berna è una nuova sfida”

Mark Preston, Team Principal DS Techeetah: «Sarà solo la nostra seconda gara in Svizzera, dopo la sospensione delle gare su circuito del 1955. Berna arriva dopo Zurigo dello scorso anno. Si tratta di una pista nuova, con una caratteristica sorprendente: i box e le officine non si trovano nello stesso posto, come è successo a Long Beach qualche anno fa. Scoprire una nuova pista è sempre una sfida, con un livello di complessità in più. Ma non ci sono ragioni per non aspirare a un doppio podio. Con le  DS E-TENSE FE19 e i due piloti più veloci del paddock abbiamo un package performante. Se la congiunzione astrale è proprizia e non commettiamo errori, a Berna dovremmo fare una buona gara».

Xavier Mestelan Pinon, Direttore DS Performance: «Dopo il podio di Berlino abbiamo fatto tesoro dei test della stagione 2019/2020 per riconfermare alcune migliorie per la fine del campionato. Visto che siamo in testa alle due classifiche prima delle ultime tre gare, è importante offrire ai nostri piloti un surplus di performance».

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati