CI Cross Country | Italian Baja, Suzuki all’appuntamento valido anche per la Coppa del Mondo FIA

Questo weekend il prestigioso Italian Baja

Ben 56 iscritti e 400 km di competizione per l'Italian Baja, round del Tricolore Cross Country e della Coppa del Mondo FIA XC Bajas. Ecco i protagonisti, con uno sguardo ai Suzuki
CI Cross Country | Italian Baja, Suzuki all’appuntamento valido anche per la Coppa del Mondo FIA

Parte domani per poi concludersi domenica 23 l’Italian Baja, secondo appuntamento del Campionato Italiano Cross Country. Ben 400 chilometri di gara, 56 iscritti e la validità anche per la Coppa del Mondo FIA Cross Country Bajas caratterizzeranno il weekend che sta per aprirsi sulle grave e i greti dei fiumi di Pordenone.

Anche Suzuki si prepara per l’appuntamento che incrocia il campionato nazionale e il palcoscenico iridato del Cross Country formato Baja, ovvero dei Rally Raid con meno giorni e meno chilometraggio, istituito nella sua fisionomia attuale dalla FIA quest’anno. Il territorio friuliano sin dagli anni Novanta è teatro naturale con i suoi greti e golene dell’Italian Baja e di questa tipologia di competizione, e i Grand Vitara di Suzuki saranno tra le vetture che affronteranno questa maratona.

Suzuki inserisce un nuovo pilota per il Gruppo T1

A fare gli onori di casa (per esperienza, non per natali) Lorenzo Codecà sul Grand Vitara 3.6 V6 T1: sul prototipo a benzina il nove volte campione italiano punterà a migliorare, con il navigatore Mauro Toffoli, il secondo posto nel primo appuntamento stagionale dell’Italian Baja di Primavera, vinto dai fratelli Amerigo ed Icaro Ventura sullo Yamaha YZX 1000 (da notare che il successivo appuntamento, il Nebrodi Baja dello scorso maggio, è stato rinviato per la concomitanza con le elezioni europee e il rischio di ritrovarsi con pochi iscritti). Codecà al momento è terzo assoluto nella classifica del Campionato, a 14 punti di distanza da Amerigo Ventura, mentre Suzuki è leader nel Gruppo T1.

All’Italian Baja la casa nipponica schiererà anche un nuovo ingresso, ovvero Francesco Crozzolo, alla quarta partecipazione nella gara friulana. Già impegnato nelle competizioni di velocità su pista, il pilota dividerà l’abitacolo con il navigatore nativo della zona Paolo Pasian, anche loro sulla Grand Vitara 3.6 T1.

Il Gruppo T2 e il Suzuki Challenge

Per quanto riguarda il Gruppo T2 al via per Suzuki Andrea Luchini, secondo assoluto ed in vetta tra i piloti impegnati con le T2 e nel Suzuki Challenge. Il pilota sulla Grand Vitara 1.9 DDiS, affiancato da Piero Bosco, ha vinto nel proprio gruppo nel precedente appuntamento, e continuerà la tenzone anche nell’Italian Baja con il compagno nel team Poillucci Chinti Marino Gambazza e gli altri piloti a bordo del Grand Vitara 1.9 DDiS, ovvero Alfio Bordonario ed Alessandro e Marco Trivini Bellini.

I protagonisti dell’Italian Baja ed il programma

I greti di Meduna, Cosa e Tagliamento accoglieranno una start list che presenta molti alti protagonisti impegnati sia a livello internazionale che italiano: in quest’ultimo caso, oltre ai Suzuki e ai fratelli Ventura, citiamo Elvis Borsoi sulla Mini All Four One T1 e l’esperto Claudio Petrucci sulla Isuzu DMax Jazz Tech, quest’anno al debutto nel Gruppo T1 dopo i successi nel T2. Citiamo tra gli altri anche la presenza del pilota di casa Andrea Tomasini su Toyota Toyodell, Valentina Casella su Nissan Pathfinder, Maurizio Traglio sul VM Tecnosport Prototipo T1, Sergio Galletti a bordo del Toyota Hilux Overdrive e Michele Cinotto sul Polaris 1000 Turbo per il Gruppo T3.

Domani sera alle ore 21:30 si svolgerà la cerimonia della scelta dei numeri di partenza nel piazzale di Lignano Pineta, mentre sabato alle 19:10 il controllo timbro nel centro commerciale di Fiume Veneto. A Maron di Brugnera, nella piazza del Mercato, verranno presentati gli equipaggi alle 19:30 mentre domenica la lunga cerimonia di premiazione (dalle 14:30 alle 17:00) alle Fiera di Pordenone.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati