CIR

CIR Junior | Rally Italia Sardegna di sopravvivenza per i giovani piloti: Pollara in fuga nella classifica

Ecco come è andata Gara 1 e 2 in Sardegna per il CIR Junior

Il terzo appuntamento del CIR Junior, di scena al Rally Italia Sardegna, mette in croce i giovani equipaggi: Gara 1 a Giuseppe Testa, la 2 a Marco Pollara, sempre più leader
CIR Junior | Rally Italia Sardegna di sopravvivenza per i giovani piloti: Pollara in fuga nella classifica

Non potevamo chiudere la nostra parentesi sul Rally Italia Sardegna senza aver dato uno sguardo ai giovani piloti di ACI Team Italia (tutti sulle Ford Fiesta R2 preparata da Motorsport Italia) impegnati nel CIR Junior, alla loro seconda tappa su sterrato per l’occasione divisa, come per i colleghi del Campionato Italiano Rally Assoluto, in Gara 1 e 2.

Gara 1 del Rally Italia Sardegna a Giuseppe Testa

Partiamo dalla prima manche, iniziata giovedì e proseguita il giorno dopo su tracciati da gomme hard, disseminati di sassi, stretti, polverosi e dal fondo discontinuo. A salire in vetta dopo le prime nove speciali è Giuseppe Testa con Massimo Bizzocchi, dominatori assoluti di Gara 1. Un buon risultato dopo due piazzamenti discreti nelle precedenti prove del CIR Junior 2019 con tanto di migliori tempi in buona parte delle PS, ottenuto davanti all’equipaggio formato da Mattia Vita e Massimiliano Bosi, i migliori di categoria nella superspeciale di apertura di giovedì, e Giorgio Bernardi con Giulia Zanchetta, terzi. Quarto posto per Pasquale Pucella e Davide Geremia, quinto per Marco Pollara, il quale commette un errore nello shakedown, cappottandosi con la vettura dopo i primi 800 metri e che nel corso della giornata rimedia anche una penalità di 20 secondi per un ritardo di due minuti al controllo orario.

Nuova affermazione di Pollara, che vince Gara 2

Ma il pilota guidato alle note dall’esperto David Castiglioni si prende la sua rivincita in una Gara 2 che sembrava il remake di Non si uccidono così anche i cavalli?, con il solo Pollara ed annesso navigatore che arrivano al traguardo della Power Stage finale. Gli altri sei equipaggi hanno dovuto ritirarsi prima della conclusione della seconda manche. Perciò, sia per il suicidio di massa degli avversari che per la temerarietà e la velocità già messa a frutto al Rallye Sanremo e al Rally Adriatico, entrambi vinti dal siculo nella categoria Junior, il pilota ha vinto il suo terzo appuntamento nel Campionato supportato da ACI Team Italia senza troppi patemi e controllando la gara con l’obiettivo di scansare gli errori. In questo modo Pollara e Castiglioni iniziano a mettere una pesante ipoteca sul CIR Junior, quando mancano tre appuntamenti alla sua conclusione (il prossimo a luglio al Rally di Roma Capitale, su asfalto).

Ancora sfortuna per Bottarelli

Tra i ritiri da segnalare parliamo dell’ennesimo strazio per il povero Luca Bottarelli, che parte già male dallo shakedown per via di un cappottamento. Prostrato nel morale ma saldo comunque nella sua combattività, il bresciano assieme al navigatore Fabio Grimaldi ottiene in Gara 1 dei tempi che hanno messo in luce, ancora una volta, il suo talento. Tuttavia nella tappa successiva deve abbandonare i sogni di gloria per un incidente che gli costa il terzo ritiro nelle tre gare disputate quest’anno nel CIR Junior. Inguaiati anche Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti: l’equipaggio infatti si arrende prima in Gara 1 all’altezza della PS3, per via di un imprevisto all’elettronica della loro Fiesta R2; successivamente nelle manche di sabato e domenica Mazzocchi e Gallotti dicono addio alla competizione nella PS10.

In classifica resta saldo Pollara con 45,75 punti, letteralmente in fuga visto che l’attuale secondo, Testa, si ferma a 27,25. Terzo posto per Vita con 0,25 punti di scarto dal pilota sopra di lui.

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati