IndyCar | Texas, Gara: colpo vincente (e di strategia) di Newgarden

Si conferma leader di campionato

Josef Newgarden vince anche in Texas, battendo il suo rivale per il titolo della IndyCar Series Alexander Rossi.
IndyCar | Texas, Gara: colpo vincente (e di strategia) di Newgarden

Una gara infuocata quella della IndyCar Series sull’ovale di Fort Worth, Texas: Josef Newgarden vince la sua terza corsa stagionale e si conferma sempre più leader della classifica piloti, dopo una battaglia con Alexander Rossi negli ultimi giri.

IndyCar Series – Texas, Gara: la cronaca

Quando qui in Italia era notte fonda, i protagonisti della serie americana si sono lanciati a tutta velocità nel catino texano. Inizialmente, Takuma Sato ha condotto la corsa per 50 giri dei 248 previsti anche grazie alla partenza dalla pole position, ma il giapponese ha commesso un grave errore quando è arrivata la tornata dei primi pit-stop: un arrivo troppo lungo sulla propria piazzola lo ha visto investire un proprio meccanico – per fortuna illeso – che gli ha fatto perdere ben tre giri, tra il cambio gomme e il Drive Through commissionatoli. Nel mentre, Newgarden stava conducendo una gara tutta in sordina, fino a quando Zach Veach è rimasto fermo in mezzo alla pista dopo aver forato uno pneumatico nelle barriere, e il Team Penske lo ha richiamato ai box; una scelta vincente che lo ha lanciato in prima posizione, con Scott Dixon, Colton Herta e Rossi al suo inseguimento. Proprio i primi due si sono eliminati a vicenda, con lo statunitense chiuso dal neozelandese ed entrambi finiti a muro. Un finale incandescente di sole 12 tornate ha visto Newgarden difendersi bene da Rossi, guadagnando poi quei pochi decimi che bastano a involarsi verso la bandiera a scacchi.

IndyCar Series – Texas, Gara: sorpresa Ferrucci

Tra le tante eliminazioni, Graham Rahal ha chiuso al 3° posto, seguito da un Santino Ferrucci che, dopo Indianapolis, si è dimostrato davvero in forma sugli ovali. Quinta posizione con l’amaro in bocca per Ryan-Hunter Reay, leader nelle fasi centrali ma poi sprofondato a causa della strategia di Andretti di richiamarlo prima per la terza sosta, cosa che non ha pagato. A completare i primi dieci sono Simon Pagenaud, Marcus Ericsson (sempre attento e bravo a tenersi lontano dai guai), Sébastien Bourdais, Will Power e Marco Andretti. Ritirato anche Hames Hinchcliffe, in un errore fotocopia come quello Veach.

IndyCar Series – DXC Technology 600, Gara: classifica

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati