Ecco la nuova Ford Fiesta R5: i dettagli e quando la vedremo in gara [FOTO]

Le immagini e i dettagli della nuova Ford Fiesta R5

Dopo tanta attesa, è stata svelata la nuova Ford Fiesta R5: imminente il debutto in gara. I dettagli della nuova creatura dalle officine M-Sport

Sta per aprirsi una nuova generazione anche per la Ford Fiesta R5: per il modello nato nel 2013, in occasione dell’introduzione del gruppo R5, è giunto ormai l’atteso momento di aggiornarsi. Ora possiamo svelarvi le caratteristiche della nuova vettura.

L’eredità della Ford Fiesta R5

M-Sport infatti risponde alla versione 2019 della Skoda Fabia R5 (che abbiamo visto in azione recentemente, con tanto di debutto iridato al Rally Portogallo) con l’erede dell’auto da rally venduta in 250 esemplari in competizioni nazionali ed internazionali, capace di ottenere successi in entrambi gli scenari. Pensiamo, ad esempio, ai risultati ottenuti nel WRC2, con piloti del calibro di Ott Tanak, Elfyn Evans, Pontus Tidemand, Eric Camilli, Teemu Suninen e di recente Gus Greensmith (al Rallye di Monte Carlo di quest’anno), al successo nelle varie tappe del Mondiale e a cui si aggiungono il Campionato Europeo e le competizioni nazionali anche di casa nostra, come ad esempio il trionfo di Giandomenico Basso nel Tricolore Rally nel 2016 o più recentemente la vittoria di Simone Campedelli su Fiesta R5 alla Targa Florio di qualche settimana fa.

Il debutto della nuova Ford Fiesta R5

Il lavoro di progettazione è partito nel gennaio del 2018, mentre il primo test è stato svolto a dicembre, a cui poi sono seguite altre prove su strada (su diversi tipi di fondo) eseguite da otto piloti per un totale di più di 30 giorni di test. Ora la vettura è pronta per il debutto in una competizione, che avverrà il prossimo 6-7 luglio all‘Ypres Rally, iconica gara già parte dell’ERC. A bordo Eric Camilli, a bordo della Fiesta R5 apripista, mentre la vedremo entrare definitivamente in gara il prossimo agosto, al Rally di Finlandia valido come nono appuntamento del WRC; al volante i piloti Gus Greensmith e Takamoto Katsuta (e chissà se anche il nostro Campedelli, da quest’anno assistito nel CIR anche da M-Sport, possa avere presto la possibilità di portare la nuova vettura in gara).

Le caratteristiche della nuova Ford Fiesta R5

La seconda generazione della Ford Fiesta R5 sarà dotata di un motore 1,6 turbo centrale a iniezione diretta, che libererà 290 cavalli (dieci in più rispetto alla precedente versione) con 475 Nm di coppia a 4.000 giri, garantendo – secondo le intenzioni di M-Sport – maggiore reattività e guidabilità. Il peso diminuisce grazie agli ammortizzatori regolabili a tre vie con corpo in alluminio, mentre è stato rinnovato il cambio che è uno Sadev a cinque rapporti. Anche l’aerodinamica è stata rivisitata, mutuando il pacchetto dalla sorella maggiore WRC Plus. La nuova Fiesta R5, inoltre, è lunga 4.065 mm, larga 1.820 mm e presenta un peso di 1.230 kg.

A capo della progettazione della vettura il giovane ingegnere Bernardo Fernandes, ventottenne già al fianco di Sébastien Ogier per la vittoriosa corsa al titolo WRC nel 2017. Richard Christensen invece si è occupato del design, sovraintendo il team incaricato. «Questa è stata la mia prima volta in cui ho guidato un progetto – afferma Fernandes – È stata una sfida, ma anche un vero privilegio avere una tale responsabilità. La Ford Fiesta R5 uscente ha avuto un grande successo ed è ancora molto competitiva nelle mani giuste, ma ci siamo presi il tempo di rivedere e migliorare ogni area della vettura».

La Fiesta R5 versione 2019 è anche parte della nuova politica di M-Sport, giacché a Cockermouth stanno puntando sempre di più sulle corse clienti. Non a caso quest’anno Malcom Wilson ha lasciato a Richard Millener il settore WRC per rilanciare l’attività dell’azienda dal punto di vista delle partnership e dello sviluppo in altri settori, dopo anni in cui il Mondiale aveva concentrato su di sé la maggior parte della attenzioni (anche finanziarie) del team.

«Siamo stati letteralmente in giro per il mondo, provando su una vasta gamma di superfici, in condizioni variabili e con tutta una serie di piloti al volante», spiega Wilson riguardo i test con la vettura. «Questa auto è estremamente importante per noi, e la sua adattabilità è vitale per il suo successo. Abbiamo sempre dato opportunità ai giovani che mostrano una vera spinta e passione per quello che fanno. Bernardo ne è un ottimo esempio e, avendo guidato io stesso la nuova Fiesta R5, posso dirvi che lui e il suo team hanno fatto un lavoro fantastico».

Crediti Immagini: M-Sport

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati