CIR

CIR | Rally Italia Sardegna, gli iscritti del Tricolore (con tante assenze)

I piloti CIR al via in Sardegna

Per la quarta tappa del CIR, di scena al Rally Italia Sardegna, avremo una start list molto esigua. Tanti i forfait, ma saranno presenti tutti gli equipaggi del CIR Junior
CIR | Rally Italia Sardegna, gli iscritti del Tricolore (con tante assenze)

Dopo alcuni anni di assenza, il Campionato Italiano Rally ritorna a far tappa al Rally Italia Sardegna, come vi anticipammo già dall’estate scorsa. Il prossimo lungo weekend dal 13 al 16 giugno gli equipaggi tricolori affronteranno la loro prima gara stagionale su sterrato, in occasione della sedicesima edizione della tappa mondiale da quando ha spostato la propria base in Sardegna.

Non poteva esserci tempismo migliore, visto che questo ritorno del CIR nella prova iridata (con il format della doppia gara e il doppio punteggio per gli equipaggi del Tricolore) coinciderà con un campionato da anni mai così incerto e combattuto. Il quarto round stagionale – ma ottavo per il WRC – prevede infatti una prima tappa, quella di venerdì, ed una successiva il giorno dopo, ciascuna con la propria classifica ed il proprio vincitore.

Gli iscritti del CIR al Rally Italia Sardegna

Si riparte quindi da Simone Campedelli, attuale leader del CIR 2019 con tre punti di vantaggio su Giandomenico Basso e nove su Luca Rossetti. Il cesenate di Orange1 Team M-Sport supportato da Ford Racing Italia ha interrotto un digiuno di vittorie lungo ben oltre un anno conquistando, assieme alla copilota Tania Canton sulla Ford Fiesta R5, la Targa Florio, portandosi così sulla vetta virtuale del campionato. La sua ultima partecipazione al Rally Italia Sardegna risale al 2014, sempre su una Fiesta R5 (come si vede nella foto d’archivio in testa all’articolo) ma terminata con un ritiro per incidente: di acqua sotto i ponti ne é passata, ed oggi Campedelli non è più una eterna promessa ma un pilota dotato di una solida struttura alle spalle ed in piena corsa per il titolo nazionale.

In quell’anno, il 2014, vinse proprio Basso, salito sul gradino più alto del podio allestito al porto di Alghero assieme a Lorenzo Granai. Navigatore che ritrova anche in questa stagione di ritorno nel CIR, per formare un equipaggio che nel 2019 è partito molto bene con la vittoria al Rally Il Ciocco (poi, piazzamenti discreti al Sanremo ed in Sicilia, senza replicare l’exploit). Luca Rossetti ed Eleonora Mori, che hanno fatto debuttare la Citroen C3 R5 nel Campionato Italiano, affronteranno la loro prima prova internazionale al Rally Italia Sardegna, pronti a migliorare ulteriormente le buone prestazioni viste alla Targa Florio.

Poi c’è la scheggia impazzita, ovvero Andrea Crugnola, che ha iniziato il proprio cammino nel CIR 2019 a bordo della Volkswagen Polo Gti R5 con la quale ha ottenuto, assieme al navigatore Pietro Ometto, un buon podio nella precedente prova sicula. Ma al Rally Italia Sardegna il varesino correrà con la Skoda Fabia R5, la stessa che ha guidato nella sua incursione sugli sterrati del Rally Adriatico di quest’anno. Il motivo, sebbene non siano trapelate spiegazioni ufficiali, potrebbe essere (ma parliamo del segreto di Pulcinella) legato all’affidabilità della Polo R5, che in quest’anno ed in diversi contesti di gara è andata a fuoco ben cinque volte, senza un apparente perché. Inoltre lo stesso Crugnola ha avuto problemi all’idroguida della sua Volkswagen in occasione del Ciocco, cosa che gli ha precluso una possibile vittoria finale. La Fabia R5, invece, è una garanza soprattutto su terra, il che motiva ulteriormente la scelta attuata dal team del varesino.

Il resto della start list dei piloti tricolori pronti a confrontarsi con i colleghi del Mondiale vede la presenza di Alessio Profeta con Sergio Raccuia a bordo della Skoda Fabia R5 e di Tommaso Ciuffi con Nicolò Gonella: il giovane equipaggio a bordo della Peugeot 208 R2, sebbene il Sardegna non sia inserito nel Campionato Italiano Due Ruote Motrici, sarà comunque presente per fare preziosa esperienza su sterrato.

Le assenze eccellenti al Rally Italia Sardegna e i partenti nel CIR Junior

Sostanzialmente, la competizione del CIR riguarderà cinque equipaggi in tutto, con molte assenze dovute a problemi di budget e difficoltà varie nell’affrontare una prova così insidiosa (gli sterrati sardi non perdonano, e un danno importante alla vettura per un piccolo – medio team significherebbe compromettere una intera stagione) e dalla logistica non semplicissima. Assenti quindi grandi nomi come quello di Craig Breen, già assente alla Targa Florio e costretto ad un nuovo forfait per le difficoltà di spostamento sull’isola di mezzi e staff e per questioni di budget, le stesse che hanno impedito a Rachele Somaschini di poter coronare il sogno di correre al RIS (dove tra l’altro non si disputeranno le Coppe ACI, tra cui quella Femminile).

Se la start list del Rally Italia Sardegna è praticamente ridotta ai minimi termini per quanto riguarda il CIR, non mancheranno invece tutti e sette gli equipaggi in corsa nel Tricolore Junior, a partire dall’attuale leader Marco Pollara. Ma sulle Ford Fiesta R2 con gomme Pirelli, supportate da Motorsport Italia, ci saranno anche gli altri piloti di ACI Team Italia quali Andrea Mazzocchi, Mattia Vita, Giuseppe Testa, Giorgio Bernardi, Luca Bottarelli e Pasquale Pucella.

Qui il percorso del Rally Italia Sardegna 2019.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati