IndyCar | 500 Miglia di Indianapolis, Gara: en-plein di Pagenaud, ma che sudata contro Rossi!

Sato terzo a sorpresa

Simon Pagenaud ha sudato sette camicie contro Alexander Rossi, ma la 500 Miglia di Indianapolis 2019 è sua.
IndyCar | 500 Miglia di Indianapolis, Gara: en-plein di Pagenaud, ma che sudata contro Rossi!

Emozioni fino all’ultimo metro: non poteva essere altrimenti nella 500 Miglia di Indianapolis numero 103, quella che doveva vedere Fernando Alonso in lizza per il successo ma che ha invece incoronato Simon Pagenaud, in una bellissima battaglia con Alexander Rossi.

IndyCar – 500 Miglia di Indianapolis, Gara: Pagenaud versus Rossi

C’erano tutte le carte in regola per in francese di trionfare sul catino americano: la vittoria nel Grand Prix di due settimane fa, la miglior qualifica di sempre con la pole position dello scorso weekend e la vittoria di Penske nel 2018 con Will Power. Non è stato tutto facile per il campione 2016 della IndyCar Series perché Rossi ci ha provato più volte a mettergli i bastoni tra le ruote, in un ricco duello fatto di sorpassi e controsorpassi. Pagenaud è sempre stato bravo a rispondere all’avversario, soprattutto nel momento cruciale dell’ultimo giro. Dal canto suo, l’alfiere di Andretti si dimostra ancora una volta un vero protagonista a Indy, dove si è sempre esaltato e ormai un fido protagonista, dopo aver recuperato da un problema al bocchettone di rifornimento a quasi tre quarti di corsa disputata.

IndyCar – 500 Miglia di Indianapolis, Gara: Sato da applausi

Da elogiare anche la prestazione di Takuma Sato, scattato dalla quinta fila e risalito quatto quatto da un giro di ritardo accusato nella prima metà. Il giapponese non si è fatto certo demoralizzare e il suo 3° posto è una prova della sua combattività e del suo talento. Gara in sordina per Josef Newgarden, 4° ma con in testa l’obiettivo del titolo 2019 e di non sprecare punti, così come ha invece fatto Scott Dixon, solamente 17° dopo aver accusato il colpo dall’ultimo incidente, che ha messo KO Sebastien Bourdais, Graham Rahal, Felix Rosenqvist, Marco Andretti e Zach Veach. Arrivo in top-10 per Santino Ferrucci, 7° dietro a Will Power e Ed Carpenter, mentre James Hinchcliffe è buon 11°, preceduto da Ryan Hunter-Reay, Tony Kanaan e Conor Daly.

Tanta sfortuna per Colton Herta, fermato dopo appena tre giri per un problema al motore. Da sottolineare anche il 16° posto di Pippa Mann, qualificata ultima dei primi trenta e brava a gestire una corsa che la vede ormai espertissima. Male Marcus Ericsson, protagonista di un crash banale contro il muro interno della pit-lane.

IndyCar Series – 500 Miglia di Indianapolis, Gara: classifica

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati