Porsche Carrera Cup Italia | In pista anche la Panamera Sport Turismo, la safety car ibrida

Ha debuttato a Misano, sotto al cofano 680 CV

Dal secondo round della Porsche Carrera Cup Italia alla griglia si aggiunge anche una Panamera Sport Turismo: scopriamola.
Porsche Carrera Cup Italia | In pista anche la Panamera Sport Turismo, la safety car ibrida

La Porsche Carrera Cup Italia nel weekend appena trascorso ha visto l’aggiunta, un po’ a sorpresa per certi versi, di una nuova arrivata: la Porsche Panamera Sport Turismo in qualità di safety-car. Primi giri di pista per lei, che rispetto alle 911 da gara conta qualche chilo in più alla bilancia, ma in termini di cavalleria non è seconda a nessuno. Scopriamola nel dettaglio.

Porsche Panamera Sport Turismo Turbo S E-Hybrid

«È il modello attualmente più potente disponibile in gamma – subito dopo la super esclusiva 911 GT2 RS – con un powertrain ibrido plug-in totalmente orientato alle prestazioni. Un po’ come quello sviluppato all’epoca per la 918 Spyder, che ci ha permesso di ottenere una coppia combinata di 850 Nm e una potenza addirittura superiore a quella delle GT3 Cup. Questa berlina sportiva ha tutte le caratteristiche per essere guidata anche in pista ed è per questo che abbiamo deciso di utilizzarla proprio come apripista», ha commentato Venceslas Monzini (Responsabile Comunicazione Porsche Italia) ai microfoni di Motorionline.

Tra le varie motorizzazioni disponibili la scelta è dunque ricaduta – più che giustamente – sulla migliore per prestazioni e comfort, ovvero la Turbo S E-Hybrid: equipaggiata con un propulsore V8 biturbo da 4.0 litri capace di sviluppare la potenza di 550 CV, si aggiunge in accoppiata un’unità elettrica che garantisce ulteriori 136 CV. Messe insieme formano quindi una power-unit ibrida (chi segue la Formula Uno conoscerà molto bene questa tecnologia) capace di erogare un massimo di 680 CV e di far scattare la Shooting Brake da 0-100 chilometri orari in poco più di 3 secondi. Per farla breve, se la gioca con le monoposto della Carrera Cup nello sprint, e sul bagnato vince agilmente grazie alla trazione integrale. Velocità massima dichiarata? 310 km/h.

La “prima” come Safety Car

La Porsche Panamera Sport Turismo “Safety Car” in azione a Misano

Fatte queste premesse che tolgono ogni dubbio sulle qualità velocistiche della Porsche Panamera Sport Turismo, è stato compito dei commissari farla debuttare ufficialmente in qualità di safety car. E dalle immagini potremmo azzardare nel dire che si è contraddistinta per la livrea nera sormontata dalle luci di segnalazione aggiuntive poste sul tetto. Ma immaginiamo anche per il rombo uscente dai quatto scarichi al posteriore, giusto per scaldare la fredda atmosfera del Misano World Circuit e dei tifosi presenti sugli spalti: pioggia e vento hanno infatti caratterizzato il weekend romagnolo.

E con i quasi 700 cavalli a disposizione la Panamera Sport Turismo S E-Hybrid si è messa ai vertici come la safety car più potente di sempre a disposizione della Carrera Cup Italia. Del resto l’impegno della Casa di Zuffenhausen nel promettere potenze pulite (può viaggiare anche solo in modalità elettrica) con l’uso dei motori elettrici sarà maggiormente approfondito nella prossima stagione della Formula E, dove Porsche entrerà ufficialmente in lizza per il titolo come costruttore (ne abbiamo parlato in questo articolo di Aprile).

Se invece volete sapere come si comporta sulle strade di tutti i giorni, potete leggere la nostra prova completa cliccando qui.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Monomarca

Commenti chiusi

Articoli correlati