F4 Italia | Misano, Gara 1: un Petecof perfetto conquista la vittoria dalla pole position

Davanti a Hauger e Kruetten.

Gianluca Petecof conquista la vittoria di Gara 1 a Misano, secondo round dell'Italian Formula 4 Championship Powered by Abarth.
F4 Italia | Misano, Gara 1: un Petecof perfetto conquista la vittoria dalla pole position

Non è sfuggita a Gianluca Petecof la vittoria in Gara 1 a Misano, secondo appuntamento dell’Italian Formula 4 Championship Powered by Abarth. Il brasiliano, partito dalla pole position, ha gestito al meglio la corsa, controllando Dennis Hauger e Niklas Krütten.

F4 Italia – Misano, Gara 1: la perfezione di Petecof

Con un meteo incerto e una pista a metà via tra l’asciutto e il bagnato, l’alfiere della Prema si è dimostrato all’altezza della situazione, partendo bene allo start e controllando i suoi avversari fino alla bandiera a scacchi. Tre vittorie su quattro dunque per il giovanissimo della Ferrari Driver Academy, che conferma essere uno dei candidati al titolo del tricolore di quest’anno. Un plauso va anche ad Hauger e Krütten, che avevano scavalcato Paul Aron e poi lanciatisi all’inseguimento di Petecof ma senza riuscire a infastidirlo troppo; comunque, i due della Van Amersfoort Racing potrebbero essere i rivali più temibili per il campionato. Peccato per Aron, che aveva danneggiato l’ala anteriore dopo aver tentato un sorpasso sul proprio compagno di squadra attorno al 10° giro, giungendo 4°. Bene Oliver Rasmussen, 5° davanti a William Alatalo – il primo per il BWT Mücke Motorsport –, Alessandro Famularo, Ido Cohen e Mikhael Belov, risalito di qualche posizione dopo una brutta qualifica con BhaiTech.

F4 Italia – Misano, Gara 1: Durksen sottotono

Da segnalare l’ottima prestazione di Rose Meyuhas, che ha confermato il 1° posto con Cram e precedendo Joshua Durksen, uno dei principali protagonisti del primo weekend a Vallelunga ma mai in gioco a Misano. Fuori dai primi dieci anche Umberto Laganella.

Italian Formula 4 Championship Powered by Abarth – Misano,Gara 1:classifica

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formula 4

Commenti chiusi

Articoli correlati