Alexander Smolyar: “Voglio muovermi nella giusta direzione con SMP Racing” [INTERVISTA]

Intervista al 17enne russo impegnato nella Formula Renault

Alexander Smolyar in questo 2019 prende parte alla Formula Renault Eurocup nel programma di SMP Racing. Ecco la sua intervista.
Alexander Smolyar: “Voglio muovermi nella giusta direzione con SMP Racing” [INTERVISTA]

Un debutto nella Formula Renault Eurocup per puntare ad entrare nell’Olimpo dei grandi Campioni. Alexander Smolyar ha ancora 17 anni ma dimostra una certa maturità quando gli viene chiesto del suo futuro. Il giovane russo che corre sotto l’egida di SMP Racing ha cominciato la sua stagione a Monza, dove in Gara 2 ha colto la sua prima vittoria. Anche nel weekend appena trascorso di Silverstone ha concluso con un buon secondo piazzamento, oscurato tuttavia da un ritiro mentre era in testa a Gara 1, causato da un cedimento meccanico. Ecco cosa ci ha raccontato nell’intervista.

Cosa ne pensi della Formula Renault Eurocup?

«È un Campionato molto combattuto e con grandi protagonisti, lo è sempre stato dopotutto. Molti piloti di Formula 1 vi hanno partecipato ad un certo punto della loro carriera. Inoltre sono onorato che SMP Racing abbia scelto questa serie per il mio percorso di crescita, voglio dimostrarmi all’altezza e mostrerò tutto ciò di cui sono capace».

A partire da questa stagione la monoposto è stata rinnovata. Che sensazioni hai avuto guidandola?

«Mi piace, anche se ci sono alcuni problemi tecnici da risolvere. Ma penso che la soluzione arriverà presto proprio perché è un modello nuovo». 

Quali skills hai importato dalla tua esperienza nel mondo dei kart?

«Difficile da dire perché una monoposto è piuttosto differente da un kart. Probabilmente qui la cosa più importante è accumulare esperienza e capire come comportarsi nei duelli con gli altri piloti, oltre a sapersi adattare velocemente a tracciati mai provati sino ad ora». 

Una fase di Gara a Monza, dove Smolyar ha concluso con una vittoria

Come ti sei preparato, mentalmente e fisicamente, durante la pausa invernale?

«Intensamente, perché senza un allenamento fisico adatto sarebbe difficile controllare al 100% la monoposto, che ora pesa 100 chilogrammi in più dell’anno passato. Quest’anno ho deciso di prepararmi con grande dovizia sul fronte della preparazione fisica, spendendo molto del mio tempo presso la palestra di SMP Racing».

Il tuo calendario è molto interessante: qual è il tuo circuito preferito?

«Per ora Silverstone. Mi piacciono anche le gare in notturna, per cui sono certo che mi piacerà l’appuntamento presso il circuito di Yas Marina». 

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?

«Voglio avere delle prestazioni all’altezza della situazione e dimostrare di essere sempre al 100%, in accordo con i piani dei miei allenatori SMP Racing».

Dove ti vedi tra qualche anno?

«Onestamente preferisco non dirlo ad alta voce. Quando qualcosa non va secondo la propria programmazione, ma ne hai già parlato pubblicamente, è molto fastidioso e porta solo a perdere la concentrazione. Quindi voglio solo muovermi nella giusta direzione, che ho dentro la mia testa, e portare a casa i risultati».

Meglio una Formula o una vettura Blancpain, se tu dovessi scegliere?

«Sono sicuro che le GT abbiano il proprio charme, però preferisco le Formula con una maggiore aerodinamica e la possibilità di spingere maggiormente nelle curve!». 

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati