CIR

CIR | Campedelli e il tanto atteso successo: Ford Racing celebra la vittoria alla Targa Florio

Entusiasmo alle stelle per Campedelli e Ford Racing Italia

Dopo tanta attesa, Simone Campedelli torna a vincere nel Campionato Italiano Rally: con lui festeggia Ford Racing Italia per il successo alla Targa Florio
CIR | Campedelli e il tanto atteso successo: Ford Racing celebra la vittoria alla Targa Florio

Simone Campedelli sale sul tetto della sua Ford Fiesta WRC, chiamando a sé la navigatrice Tania Canton: era dal Rally di Roma Capitale di due anni fa che il cesenate non provava una sensazione del genere in un evento del Campionato Italiano Rally. Ma alla Targa Florio 2019 gli sforzi dell’equipaggio Orange1 Team M-Sport e di tutto il team Ford Racing Italia sono giunti al primo esito vincente di stagione.

Non bastavano i due podi – due secondi posti – ottenuti quest’anno nel CIR prima al Ciocco e poi al Sanremo: mancava ancora quel piccolo grande passo per dare un segnale perentorio agli avversari, per dire che Campedelli e Canton ci sono, non recitano il ruolo di eterne promesse sempre ad un passo dal trionfo, che il progetto Ford Racing Italia costruito sul duo e con il supporto tecnico di M-Sport Poland è competitivo non solo sulla carta.

La lotta per il primato tra Campedelli e Rossetti

Alla Targa Florio l’inizio sembrava preludere ad un’altra occasione persa e all’ennesima beffa, perché se è vero che l’equipaggio delle Pantere Alate vince la prima prova spettacolo di Termini Imerese, in seguito si ritrova invece all’inseguimento di Luca Rossetti ed Eleonora Mori sulla Citroen C3 R5, capaci di guidare la classifica assoluta dalla PS2 alla PS11. Poi però un problema elettrico costringe l’equipaggio sulla vettura francese a cedere la leadership a Campedelli e Canton, bravi a domare gli asfalti con poca aderenza della Targa e a mantenere il sangue freddo e la concentrazione giusta per le successive sei speciali, quelle conclusive. Questa volta non c’è stato avversario o sfortuna che tenga ad ostacolare la marcia imperiosa del pilota.

Vittoria, quindi, completata anche da cinque migliori tempi in altrettante prove speciali e da punti preziosi per la classifica costruttori, dove primeggia ancora Ford con 39 punti, nove in più rispetto a Citroen. Ma soprattutto Simone Campedelli sale nella vetta di quella piloti, superando Giandomenico Basso con tre punti in più rispetto al rivale. Margine risicato, ma che offre al cesenate una bella sferzata al morale.

I commenti dopo la Targa Florio

«Vincere un appuntamento del Campionato Italiano Rally è sempre un’emozione – così si esprime Campedelli alla fine della sua gara – ma farlo su queste strade che trasudano la storia delle corse automobilistiche, davanti ad un pubblico immenso nei numeri ma soprattutto nella passione è qualcosa di indescrivibile». E commenta: «Nella parte iniziale nonostante non sia riuscito a prendere la testa mi sono reso conto che il lavoro fatto andava nella direzione giusta, questo mi ha dato morale ed ho ingaggiato un testa a testa sul filo dei decimi che mi ha portato in cima alla classifica. Nel finale avevo qualche secondo di vantaggio ma ho comunque tenuto alto il passo sino all’ultimo metro».

Il coordinatore nazionale delle attività sportive Ford, Valentino Giorgi, afferma: «Non potevo chiedere di più, festeggiare il primo successo assoluto nel Campionato Italiano Rally di Simone Campedelli e della Ford Fiesta R5, assieme alla conquista della leadership provvisoria del campionato piloti e consolidando quella costruttori; il tutto incorniciato nel quadro della pedana finale del Targa Florio è fantastico. Un successo che condividiamo volentieri con tutti i nostri partner tecnici e commerciali, perché senza di loro questo non sarebbe stato possibile. A completare il successo Ford Racing c’è il secondo posto di Luca Panzani e Francesco Pinelli nella classifica riservata alle due ruote motrici, una prestazione strepitosa sempre più vicina ai vertici della classe».

Crediti Immagine di Copertina: Ford Racing Italia

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati