Rallye Lyon Charbonnieres, doppietta Citroen con Bonato e Rossel sulla C3 R5

Ciamin impressiona con l'Abarth

Dominio della Citroen C3 R5 nel secondo appuntamento 2019 del Campionato Francese Rally Asfalto: Bonato e Rossel conquistano i primi due posti finali
Rallye Lyon Charbonnieres, doppietta Citroen con Bonato e Rossel sulla C3 R5

Due equipaggi accomunati dalla vettura, la Citroen C3 R5, e dalla vicinanza sul podio del Rallye Lyon-Charbonnières-Rhône: parliamo di Yoann Bonato con Benjamin Boulloud da una parte e Yohan Rossel con Benoît Fulcrand dall’altra, vale a dire i vincitori e i secondi classificati nel secondo appuntamento del Campionato Francese Rally su Asfalto corso lo scorso weekend.

Gli equipaggi facenti parte dei team clienti di Citroen Racing hanno furoreggiato lungo le quindici prove speciali (208 i km competitivi), visto che Bonato e Boulloud (volati in testa al campionato), si sono spartiti la quasi totalità degli scatch con Rossel e Fulcrand,

Il dominio di Bonato al Lyon-Charbonnieres

I campioni nazionali di Francia nelle passate due stagioni stanno dividendo il proprio impegno stagionale tra il CFRA e il WRC2, dove li abbiamo visti vincere nella categoria al Rallye di Monte Carlo e pagare dazio invece nell’evento di casa loro, il Tour De Corse. Il trionfo al Lyon-Charbonnières Rhône risolleva il loro morale, con l’equipaggio carico e reattivo che balza subito al comando della assoluta dopo la prima prova speciale. È stato l’inizio di un dominio totale, durato sino all’ultima PS e coronato dalla prima vittoria stagionale nella competizione transalpina su asfalto, che bissa il successo dell’anno scorso (curiosamente, nel precedente Rallye Le Touquet – Pas de Calais si sono classificati terzi assoluti, anche in questo caso proprio come nella stagione 2018).

«È stata una grande gara, una performance padroneggiata e un ottimo risultato per il campionato», ha spiegato Bonato, che elogia la C3 R5, da cui ci si può aspettare il «meglio dal telaio e dal motore» in una prova come il Lyon-Charbonnières.

I progressi di Rossel

Rossel e Fulcrand confermano il secondo posto ottenuto al Rallye Terre des Causses (valido però per il Tricolore transalpino su terra) e, dopo i fondi misti, ottengono la piazza d’onore anche nella prova su asfalto del Lyon. I due hanno concluso quarti assoluti alla fine della prima giornata, a 1,5 secondi dal secondo posto. Nella tappa successiva sono poi arrivate tre vittorie nelle speciali, che ha consentito all’equipaggio di issarsi sul podio finale, con 24 secondi di ritardo da Bonato ma giusto otto decimi dal terzo classificato, Quentin Gilbert su Volkswagen Polo GTI R5. Rossel si è detto poi felice per i progressi fatti PS dopo PS: «Abbiamo lavorato bene con tutto il team, e alla fine sono riuscito a fare quello che volevo nella mia C3 R5, il che mi sembra ben augurante per il resto della stagione. In tutta onestà, ero probabilmente un po’ a corto di esperienza nella prima tappa per competere davvero con Yoann, ma siamo stati molto veloci al secondo giro. Dobbiamo continuare su questa strada», afferma Rossel.

Il Responsabile Customer Racing Promotion di Citroën Racing, Didier Clément, commenta così il weekend di gare degli equipaggi in corsa con il double chevron: «Yoann e Yohan ancora una volta si sono dimostrati eccellenti ambasciatori della C3 R5, con il primo che ha ribadito il suo status di uomo da battere in Francia ed il secondo che invece conferma il suo innegabile potenziale. Questa doppietta è un grande risultato, ottenuto contro una concorrenza incredibilmente tosta. Questo dimostra quanto sia prezioso ed efficace il continuo lavoro di sviluppo svolto dai nostri team per migliorare costantemente la C3 R5 “.

La top five del Lyon-Charbonnieres

Per la cronaca, al quarto posto del Rallye Lyon-Charbonnières Rhône si piazza Quentin Giordano su Hyundai i20 R5, mentre al quinto troviamo Nicolas Ciamin, che anche sulla Abarth 124 Rally (al precedente Le Touquet ha corso con la Polo GTI R5, con la quale ha vinto) ha dato prova di grandi prestazioni, con il primato nella classe R-GT. Ritiro infine per Ivan Ferrarotti, in corsa nel Trofeo Clio R3T Francia (il cui round è stato conquistato da Boris Carminati), dopo una gara che lo ha visto spingersi sino al secondo posto dell’appuntamento del monomarca.

Crediti Immagine di Copertina: © Citroën Racing

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati